Google Google+

Bene Baretta, ma togliere ogni condizionale a riduzione slot 

27 maggio 2016 di Maurizio Lupi

Uno Stato non puo’ guardare solo ai conti e ai numeri ma deve pensare prima di tutto ai cittadini e al loro benessere

 (ilVelino/AGV NEWS) Roma, 27 MAG – “Questa della diminuzione delle macchinette del gioco d’azzardo legalizzato e’ una delle battaglie che il nostro gruppo ha sempre fatto con la Binetti in prima fila”. Maurizio Lupi, capogruppo Ncd alla Camera non ha dubbi, con IL VELINO, in merito a quanto dichiarato dal sottosegretario con delega ai Giochi Pier Paolo Baretta sulla riduzione del 30 per cento delle macchinette tra il 2017 e il 2019. “La notizia – spiega- e’ l’attenzione della legge, contenuta dell’ultima Stabilita’, che prevede questa riduzione. Il nostro auspicio e’ che si tolga il condizionale. Fino a che si usa il condizionale si continua a diminuire la condizione sociale della civilta’ in cui viviamo”. Lupi spiega che “e’ sufficiente andare nelle periferie delle citta’ per vedere come questa moltiplicazione dei punti di gioco delle slot rischia di diventare una vera piaga sociale dal punto di vista della socializzane e della dipendenza”. Mi sembra positivo che il governo mantenga l’impegno – prosegue ancora -ma dall’altra parte continuiamo a dire che i tempi devono essere piu’ certi e piu’ rapidi. Il problema – conclude – e’ diventato una vera e propria piaga sociale sotto gli occhi di tutti e uno Stato non puo’ guardare solo ai conti e ai numeri ma deve pensare prima di tutto ai cittadini e al loro benessere”. (esp) 165127 MAG 16 NNNN


Iscrivimi alla newsletter di Maurizio Lupi
10 dicembre 2015

Migranti, infrazione UE contro Italia… ma siamo su Scherzi a parte?


24 febbraio 2016

Niente adozioni né similmatrimonio, vince la ragionevolezza


28 dicembre 2016

Il centrodestra ritrovi l’unità – Intervista a Il Giornale


26 ottobre 2016

Energia pilastro fondamentale del prossimo referendum costituzionale