Google Google+

Cantone sbaglia. No alla legalizzazione della #Cannabis

21 marzo 2017 di Maurizio Lupi

Le cronache di ogni giorno documentano che la droga, ogni droga, fa male. Abbiamo appena letto su tutti i giornali la vicenda di una quattordicenne che a Milano, dopo aver fumato uno spinello ha scavalcato la balconata del cinema in cui era con gli amici e si è gettata nel vuoto. Un volo di sei metri, è viva per miracolo. «Ero nel panico, mai avuto questi effetti: non distinguevo la realtà dal sogno», ha raccontato quando si è ripresa. La proposta di legalizzazione della cannabis, avanzata oggi dal presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione Raffaele Cantone, andrebbe fatta guardando negli occhi quella ragazza e la sua famiglia. L’ipocrisia non è lo spaccio quotidiano che non viene represso, l’ipocrisia è continuare a illudere giovani e famiglie dicendo che la vendita controllata della droga renderebbe innocua una sostanza che invece gli rovina la vita.


Iscrivimi alla newsletter di Maurizio Lupi
11 novembre 2015

Alfano chiaro su termini notifica multe, Comuni non facciano cassa


14 settembre 2015

NON MI CANDIDO A MILANO O CENTRODESTRA NON SI RIMETTE INSIEME


2 luglio 2015

Salvini non insegua il comunista Tsipras – Intervista al Sole24h


19 aprile 2016

Intervista a Uno Mattina