Google Google+

Ddl Cirinnà è fatto male, così com’è non lo votiamo – Mattino Cinque

1 febbraio 2016 di Maurizio Lupi

Stamane a #Mattino5 abbiamo parlato di unioni civili e del ddl cirinnà. Mi hanno chiesto cos’è la famiglia e ho risposto che così come prevede la nostra costituzione la famiglia è quel pilastro della società, quel luogo naturale in cui si ci mette assieme per vivere un rapporto di affetto destinato poi alla procreazione e al futuro di questa società. Se io affermo, in tutta coscienza, che un bambino ha diritto ad avere una mamma e un papà sto facendo una discriminazione? No, non discrimino nessuno.

 

La società si è evoluta e il Parlamento è ormai arrivato ad un punto: bisogna riconoscere i diritti individuali e i diritti di chi vuole vivere liberamente la propria affettività anche dello stesso sesso, ma bisogna, con intelligenza e serietà, senza discriminare nessuno, fare una distinzione: ci sono delle unioni sociali e c’è un unione  coniugale che si chiama #famiglia, che è un pilastro della società e ha diritto ad essere sostenuta e valorizzata perché laicamente la famiglia è uno degli elementi fondamentali su cui la società può crescere.

Il disegno di legge Cirinnà è un ddl fatto male, così com’è,  Area Popolare non lo voterà. Ma in questi giorni il Parlamento ha ancora tempo per fare un buon lavoro. Per questo noi chiediamo di togliere tutto quello che scimmiotta il matrimonio e le adozioni, perché un conto è il diritto a volersi bene uno conto è il diritto alla maternità o alla paternità.


Iscrivimi alla newsletter di Maurizio Lupi
28 ottobre 2015

Inaccettabile e pericoloso il linciaggio del giudice Deodato


20 marzo 2017

Puntata Perego offensiva per tutte le donne. Omesso controllo da direttore di Rete


24 gennaio 2017

NO ALIBI, IMMOBILISMO CITTÀ PREOCCUPANTE


18 maggio 2015

Il lavoro come realizzazione di sé