Google Google+

Facce inquietanti? Sala ha ragione, non può più star quieto

3 marzo 2016 di Maurizio Lupi

“Dietro Parisi vedo facce inquietanti”. Sala ha ragione. Prima che Stefano Parisi decidesse di candidarsi a sindaco di Milano e che con lui e dietro a lui si schierassero tutti i leader del centrodestra milanese, monsieur Expo se ne stava quieto quieto cullato dall’idea di arrivare senza sforzi a Palazzo Marino. Ora lo capisco, è inquieto. ‘Con quella faccia un po così quell’espressione un po’così che abbiamo noi’ (copyright Paolo Conte) lo inquietiamo. E’ la politica, bellezza!”. Così Maurizio Lupi, presidente dei deputati di Area popolare in risposta a una battuta del candidato sindaco di Milano per il centrosinistra Beppe Sala.


Iscrivimi alla newsletter di Maurizio Lupi
15 dicembre 2016

Bene il governo su Mediaset, è un patrimonio italiano da tutelare


28 maggio 2015

Il centrodestra unito deve impedire la nascita del Partito della Nazione – Intervista al Corriere della Sera


26 agosto 2016

Su Vespa e Delrio polemiche assurde e pretestuose


17 marzo 2016

Proposta: facciamo che chi perde a Milano poi viene a governare Roma? – Lettera a Il Foglio