Google Google+

LUPI A PORTA A PORTA: STUPISCE CHE BRUNETTA APPLICHI DOPPIA MORALE TIPICA DEI COMUNISTI

28 settembre 2015 di Maurizio Lupi

“Stupisce che Renato Brunetta applichi la doppia morale tipica dei comunisti. Quando Berlusconi al Governo si avvale del sostegno di parlamentari eletti in altri schieramenti, li chiama “responsabili. Se responsabilmente noi continuiamo a sostenere un governo di alleanze, che fu l’intuizione di Berlusconi nel 2013, siamo dei traditori. Dovremmo mandare in malora il Paese e la ripresa che finalmente c’è per fare un piacere a Brunetta?” Lo ha detto Maurizio Lupi, presidente dei deputati di Area Popolare (Ncd – Udc), rispondendo a Renato Brunetta, durante la registrazione di “Porta a Porta”, in onda stasera su Rai Uno.

 

 “PER BRUNETTA GIOVANI ASSUNTI A TEMPO INDETERMINATO SONO IMBROGLIO?”

“All’amico Brunetta dico, per quanti anni abbiamo detto che volevamo la riforma del mercato del lavoro e l’abolizione dell’articolo 18? Per vent’anni lo abbiamo detto, ma senza risultati. Oggi, invece, le stiamo facendo, stiamo facendo cose di centrodestra e se la sinistra critica Renzi vuol dire che stiamo facendo la cosa giusta. All’amico Brunetta, che sostiene che il Jobs Act è un imbroglio suggerisco di guardare la realtà e la realtà è fatta di giovani che mi è capitato di incontrare che mi raccontano di essere stati assunti con contratto a tempo indeterminato, che possono andare in banca a chiedere un mutuo e costruirsi un futuro. Io sono contento per loro, vuol dire che questo Governo sta lavorando bene, nell’interesse dei cittadini e con buona pace di Brunetta” Lo ha detto Maurizio Lupi, presidente dei deputati di Area Popolare (Ncd – Udc), rispondendo a Renato Brunetta, durante la registrazione di “Porta a Porta”, in onda stasera su Rai Uno.

“TRADIMENTO? POLITICA E’ SERVIZIO A PAESE NON A LEADER”

Chi ci accusa di tradimento dimentica una cosa fondamentale: che la politica è servizio al Paese, non ad un leader. I fatti sono fatti e valgono più delle intenzioni: oggi ci sono 10 milioni di italiani che prendono 80 euro in più al mese, sono aumentati posti di lavoro e abbiamo ridotto la tassazione sulle imprese. Ncd due anni fa ha deciso, con un atto di coraggio, di salvare il Paese, perché diminuissero le tasse sul lavoro e venisse cancellato l’articolo 18, perché si introducesse la responsabilità civile dei magistrati, perché l’economia tornasse a crescere. Ed è quello che abbiamo fatto” Lo ha detto Maurizio Lupi, presidente dei deputati di Area Popolare (Ncd – Udc), rispondendo a Renato Brunetta, durante la registrazione di “Porta a Porta”, in onda stasera su Rai Uno.

“BRUNETTA LIBERO DI NON VEDERE FATTI, IMPORTANTE E’ CHE NE BENEFICINO GLI ITALIANI”

“Evidentemente l’onorevole Brunetta vuole che le imprese paghino l’Irap sul lavoro e non abbiano incentivi alle assunzioni, che le famiglie paghino l’Imu e la Tasi sulla prima casa, e che i giovani continuino ad avere lavori precari. Lo spieghi a quei due ragazzi che ho incontrato questa mattina al lavoro e che con il contratto a tempo indeterminato sono andati in banca a contrarre il mutuo per la casa. I fatti sono testardi, l’onorevole Brunetta è libero di non vederli, l’importante è che ne beneficino gli italiani” Lo ha detto Maurizio Lupi, presidente dei deputati di Area Popolare (Ncd – Udc), rispondendo a Renato Brunetta, durante la registrazione di “Porta a Porta”, in onda stasera su Rai Uno.

 


Iscrivimi alla newsletter di Maurizio Lupi
27 dicembre 2016

VICINO A FAMIGLIA MARZULLO PER SCOMPARSA GIUSEPPE


23 dicembre 2015

Prosegue la strada per la diminuzione delle tasse


16 settembre 2016

Bene il tentativo di Parisi, va ascoltato e poi vedremo


7 aprile 2016

Sinistra ipocrita, in Rai vuole giornalisti dimezzati