Google Google+

No allungamento prescrizione, le parole di Cantone mi confortano

6 maggio 2016 di Maurizio Lupi

Le parole del presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, sull’inutilità di allungare i tempi della prescrizione, da una parte mi confortano e dall’altra mi confermano nel mio convincimento: non è questa la soluzione del problema. Che giustizia è quella che dice a un cittadino: sei colpevole, o peggio: sei innocente, dopo averlo tenuto nella situazione di indagato per ventuno anni? Una giustizia che arriva tardi è una giustizia denegata. Piuttosto si accelerino i processi: se un pubblico ministero ha gli elementi di prova per privare un cittadino libertà, allora vuol dire che è in condizioni di celebrare il processo immediatamente. Ci vogliono tempi certi per le indagini e per i processi.


Iscrivimi alla newsletter di Maurizio Lupi
25 marzo 2017

TRATTATI ROMA SIANO OPPORTUNITÀ RINASCITA E NON OCCASIONE SPRECATA


19 febbraio 2016

E’ urgente una politica a sostegno della famiglia e della natalità


1 maggio 2015

Expo: Ce l’abbiamo fatta alla faccia di tutti


27 dicembre 2016

Bignardi, rimanda subito in onda ‘Stato civile’, ha finito le idee?