News

  • Tutto
  • Attualità
  • Dirette Facebook
  • Il Mio Lavoro alla Camera
  • Interventi in Aula
  • Interviste
  • Mozioni e Interrogazioni
  • Politica
  • Proposte di Legge
  • Question Time
  • Video

SUI VACCINI SI CAMBIA

Sui vaccini bene il cambio di passo: ora operatività e concretezza. Ma cambi anche il Comitato Tecnico Scientifico. I casi inglese e israeliano ci insegnano che l’arma più efficace nella lotta alla pandemia è la vaccinazione. In Italia è necessario un cambio di passo i cui segnali sono presenti nelle recenti decisioni del presidente del Consiglio. Serve operatività, concretezza e rapidità nell’esecuzione dei piani. Serve anche una tregua nel quotidiano stillicidio di incertezze che aumentano solo il disorientamento delle persone e il senso di insicurezza. Ritengo a questo proposito urgente…

ANDREA COSTA NUOVO SOTTOSEGRETARIO ALLA SALUTE

Erano due settimane che non facevamo il punto della situazione nel nostro appuntamento settimanale. Riprendiamolo partendo dalla nascita del Governo Draghi e dalla nomina dei Sottosegretari (con il nostro Andrea Costa alla salute) e continuando sulle sfide attuali: vaccini, scuola, ristoranti e Pace Fiscale. IL MIO VIDEO SU FACEBOOK

GRAVE ERRORE PROROGARE GLI SFRATTI E TOLLERARE L’OCCUPAZIONE ABUSIVA

La casa è certamente un diritto fondamentale delle persone e della loro dignità ma è inaccettabile che, ancora oggi nella discussione sul Milleproroghe, si cerchi di scaricare questo diritto, per mancanza di proposte, su un altro diritto inviolabile: la proprietà. Se non si paga l’affitto è giusto che il proprietario rivendichi il diritto di riappropriarsi della propria casa, perché la crisi economica esiste per tutti, sia per chi paga l’affitto e sia per chi affitta gli immobili. Quando da Ministro ho creato il Fondo Morosità Incolpevoli (oggi ripreso in discussione…

L’ITALIA HA BISOGNO DI VISIONE NON APPROSSIMAZIONE

Dopo il governo Conte/Casalino, con la sua continua improvvisazione, approssimazione e indecisione, mi conforta il metodo con cui Draghi ha voluto definire lo stile del suo esecutivo: il confronto con il Parlamento, l’informazione tempestiva agli italiani (che non sono sudditi ma la vera risorsa della nostra comunità) sul cambiamento delle regole, la qualità e la rapidità delle decisioni (ad esempio nella campagna vaccinale), il concentrarsi sugli obiettivi strategici evitando dispersione di risorse in lunghi elenchi di progetti, interventi strutturali e non un “farisaico rispetto delle quote rosa” per una vera…

INTERVISTA SU IL TEMPO: Il centrodestra è unito, anche con la Meloni

Non nasconde la sua soddisfazione Maurizio Lupi, presidente di Noi con l’Italia e vicepresidente del gruppo Misto della Camera, per il discorso programmatico di ieri di Mario Draghi nell’Aula del Senato. Onorevole Lupi, cosa vi è piaciuto di più dell’intervento del premier? «Siamo rimasti molto soddisfatti perché il presidente del Consiglio ha spiegato anche plasticamente, oltre che dal punto di vista dei contenuti, la ragione per cui come centrodestra e come Noi con l’Italia gli abbiamo dato e gli daremo la fiducia in Parlamento. Non diamo la fiducia ad una…

DRAGHI VUOLE UN GOVERNO PER IL PAESE

Mario Draghi con il suo discorso ha confermato il motivo per cui da subito gli abbiamo accordato la nostra fiducia: un “governo del Paese”, senza aggettivi, cioè, per dirla con le parole del presidente della Repubblica “un Governo di alto profilo, che non debba identificarsi con alcuna formula politica”. L’unità a cui ha richiamato il Parlamento – è un dovere, ha detto – non è un di meno per la politica, comporta certo delle rinunce, ma è “un passo avanti” verso una responsabilità nazionale di ricostruzione. Confortano – oltre ai…

INACCETTABILE CHIUSURA IMPIANTI SCI

Abbiamo accordato la nostra fiducia a un governo del Presidente e a Mario Draghi, e la confermeremo con il voto in tal senso che daremo al presidente del Consiglio giovedì prossimo alla Camera dei deputati. Non sono certo le conferme di Luigi Di Maio e Roberto Speranza nei ministeri che già occupavano nel governo Conte bis ad averci convinto. Abbiamo chiesto al presidente Draghi una discontinuità col precedente esecutivo, nella sua autonomia non l’ha voluta attuare, in alcuni casi, sui nomi dei ministri, ci aspettiamo che la discontinuità sia nei…

IL GOVERNO DRAGHI E LA FINE DELL’ANTIPOLITICA

L’arrivo del governo Draghi sarà la fine dei guru alla Casalino o alla Travaglio e finalmente si tornerà alla buona Politica. Una sfida per tutti, anche per noi del centrodestra, sia dalla maggioranza che dall’opposizione per portare avanti le nostre battaglie. IL MIO VIDEO SU FACEBOOK

INTERVISTA SUL CORRIERE: Non c’è scadenza e il governo costringe la politica a ripensarci

Oggi, come nel dopoguerra, non dobbiamo pensare a schieramenti o interessi di parte. Oggi dobbiamo cambiare il Paese con ricette per la crisi sanitaria, cioè i vaccini; con il rilancio delle imprese, del lavoro, la riapertura dei cantieri, il ‘’ritorno alla vita’’, il coinvolgimento della società civile, del Terzo Settore; e con le riforme che Draghi ha indicato come indispensabili: fisco, pubblica amministrazione, giustizia. Adesso dobbiamo remare tutti dalla stessa parte, poi ci sarà tempo per tornare a sfidarci elettoralmente. Sperando che, quando avverrà, avremo tutti fatto un grande passo…

INTERVISTA NAZIONE-CARLINO-GIORNO: Serve discontinuità coi nomi del Conte II

Maurizio Lupi, ex ministro, una vita nel centrodestra, lato cattolici impegnati, oggi leader di ‘Noi con l’Italia’, sarà un governo tecnico, politico o ‘mezzo e mezzo’? «Guardi, qui forse qualcuno non ha capito cosa è accaduto. Questo è e sarà un ‘governo del Presidente’, nel senso che il Capo dello Stato ha lanciato un appello eccezionale, e anche drammatico, alla nazione, scegliendo per la guida del governo un uomo di una autorevolezza indiscussa, Draghi. Le formule, come maggioranza Ursula o altre, non servono a capire. Questo è un governo di…

ASCOLTEREMO LE PROPOSTE DI MARIO DRAGHI

Dal presidente della Repubblica è arrivata una proposta chiara e autorevole, con un presidente del Consiglio incaricato di altissimo profilo. Incontreremo il presidente Draghi, ascolteremo le sue proposte, avanzeremo le nostre e con la serietà dovuta le valuteremo insieme nel centrodestra. L’unità del centrodestra è stata decisiva per la chiusura dell’esperienza Conte e del governo giallorosso, il peggiore e più inconcludente dei governi. Con lo stesso metodo, cioè insieme, decideremo ora. L’alternativa restano solo le elezioni.

GIUSEPPE CONTE? SERVE GOVERNO AUTOREVOLE

Aggiornamenti sullo stato di avanzamento della crisi politica: non si deve perdere tempo, mai con Conte o un governo con la stessa maggioranza, l’Italia non si merita governi deboli e raccogliticci. Se non si potrà avere un Governo forte e autorevole, come sempre detto, la strada maestra restano le elezioni. IL MIO VIDEO SU FACEBOOK

INTERVISTA SU IL MESSAGGERO: Il calciomercato del Premier ha fallito senza un esecutivo forte la via è il voto

«Se non c’è all’orizzonte un esecutivo forte allora si sciolgano le Camere e ci sia un governo tecnico per ridare la parola agli italiani. Il voto non è una bestemmia e non può essere Conte a portare il Paese alle elezioni». Il presidente di “Noi con l’Italia” Maurizio Lupi non vede strade alternative. Ma non è possibile secondo lei un governo di larghe intese? «Io sono una persona responsabile che ha a cuore il destino del Paese ma non è pensabile che qualcuno rivolga appelli astratti. La responsabilità è sempre…

PORTA A PORTA, 420 MILIARDI PERSI DALLE IMPRESE

Un governo debole e piccolo nei numeri non può gestire le grandi sfide che abbiamo davanti. Pensiamo ai 420 miliardi persi dalle imprese. Se non c’è un governo forte, meglio andare ad elezioni. IL MIO VIDEO DI PORTA A PORTA SU FB

INTERVISTA SUL CORRIERE: Ora Conte vada a dimettersi. Non entreremo mai in un governo così.

ROMA «Se fossi in Conte io andrei subito da Mattarella per dimettermi». Maurizio Lupi, leader di Noi per l’Italia, componente moderata del centrodestra, non ha dubbi. Lo farebbe perché non c’è la maggioranza assoluta? «Ci sono stati altri governi che sono sopravvissuti anche senza maggioranza assoluta. Lo facemmo anche noi col governo Berlusconi nel 2010, ma fu un errore perché cadde nel 2011 per la sua debolezza politica. È il motivo per cui andare avanti come nulla fosse sarebbe un enorme errore». Conte ha chiesto l’aiuto di riformisti, liberali, popolari. Non…

NO ALLA FIDUCIA A QUESTO GOVERNO

Non so nell’ultimo anno in che Italia abbia vissuto il presidente Conte, ma so che oggi è venuto in aula a dirci che “tutto va bene madama la marchesa”, come in quella famosa canzone francese in cui il maggiordomo rassicurava la signora mentre il castello bruciava. So che un anno fa andava rassicurante in tv dicendo “Siamo prontissimi!”, ma che poi abbiamo scoperto che non avevano neanche un piano pandemico; So che hanno chiuso le scuole a marzo e che solo adesso si sono accorti che a rischio è il…

NOI CON L’ITALIA E CENTRODESTRA

Abbiamo bisogno di un Governo autorevole, unito e non di una maggioranza raccogliticcia. Gli italiani dicono chiaramente centrodestra.

CONTE E DIMISSIONI

Non si può tollerare che si faccia finta di niente. Conte o si dimette dal Presidente della Repubblica o viene in Parlamento subito per vedere se ha ancora una maggioranza. Il Parlamento è l’unico luogo che legittima i governi perché rappresenta la volontà popolare. Non si può più perdere tempo, lo dobbiamo a famiglie e imprese. IL MIO VIDEO SU FB

COVID E IL NUOVO VIRUS DELLA RASSEGNAZIONE

Oltre al dannato Covid, oggi c’è un altro virus che si sta insinuando tra le persone: la rassegnazione. La rassegnazione delle scuole, degli studenti, dei commercianti, delle persone. Il mio intervento in aula in risposta al Ministro Speranza. IL MIO VIDEO SU FB

GOVERNO AL CAPOLINEA

L’agonia del Governo rischia di mandare ancora più a fondo imprese e famiglie, che da sole stanno eroicamente resistendo alla drammatica crisi del Covid. L’unico vero atto di responsabilità, data l’evidente incapacità di guidare il Paese, sarebbero le dimissioni immediate del presidente Conte. Paralisi e pressapochismo non sono più accettabili. Il MIO VIDEO SU FACEBOOK

CONGRESSO USA, CAMPANELLO DI ALLARME

Quanto successo a Washington è gravissimo nella fattualità, un assalto al Congresso e quattro morti, ed è un campanello d’allarme per tutte le democrazie occidentali. La pura forma non ci salverà. Non c’è democrazia senza responsabilità, senza l’ossequio a valori che precedono il formarsi di una maggioranza e le sue decisioni. Tra questi il rifiuto categorico della violenza non solo quando essa si scatena ma anche nelle parole che la scatenano. Trump, che – va ricordato – è stato votato da 74 milioni di americani, non può farsi forte solo…

MATTARELLA RICHIAMA OGNI FORZA POLITICA

Ancora una volta il Presidente Mattarella, cui va il nostro grazie, si pone come perno di unità del nostro paese e lancia un forte richiamo ad ogni forza politica, richiamandoci alle nostre responsabilità. Non sono ammesse distrazioni. Non si deve perdere tempo. Non vanno sprecate, energie, e opportunità, per inseguire illusori vantaggi di parte. È questo quel che i cittadini si attendono, è questo che il Presidente Mattarella ha voluto sottolineare.

SPERANZA E OTTIMISMO, AUGURI 2021

La speranza è diversa dall’ottimismo: la speranza non è la certezza che le cose andranno sicuramente bene. La speranza è la certezza che quello che stiamo facendo ha un significato. Auguri di cuore affinché il 2021 possa essere migliore del 2020. IL MIO VIDEO DI AUGURI SU FACEBOOK

IL COVID E’ Il QUINTO PARTITO DEL GOVERNO

In questi mesi ho maturato una convinzione: la maggioranza che sostiene il governo non è fatta di quattro partiti (Pd, M5s, Iv e Leu) ma di cinque. Il quinto partito si chiama Covid. Non ho ancora ben capito però se sia lui che lavora per loro o se siano loro a lavorare per lui. In ogni caso è l’unico motivo, l’unico collante che li tiene ancora insieme e in piedi. E mentre continuano a spostare in là la soglia dell’emergenza in un’alternanza di annunci e di allarmi, oggi è stata…

NIGERIA, NATALE DI SANGUE

Ancora sangue a Natale, sangue di martiri cristiani, la cui unica colpa è la loro fede. Questo accade nel 2020 nell’indifferenza della comunità internazionale! Non possiamo restare in silenzio.

NOI CON L’ITALIA E LEGGE DI BILANCIO

Dopo una settimana di battaglia in commissione, vi racconto il contributo dell’opposizione e di Noi con l’Italia alla prossima Legge Di Bilancio: Detrazione in 15 anni (e non più in 6) dei prestiti sottoscritti dalle piccole imprese, con la garanzia dello Stato al 100%; Anno Bianco per autonomi e partite IVA; Cassa Integrazione per autonomi e partite IVA; Nuovi fondi alle scuole paritarie per gli insegnanti di sostegno dei ragazzi disabili; Risarcimento da parte dello Stato delle Spese Legali per gli imputati innocenti in primo grado assolti con formula piena;…

IL VIRUS NON ESISTE PER LE ELEZIONI

Non capisco: il virus c’è per le scuole ma sparisce in caso di elezioni anticipate? Non ho nulla contro l’ipotesi di risolvere una crisi di governo con il voto degli italiani, ho solo una domanda da fare a chi da giorni da un lato minaccia le elezioni anticipate e dall’altro blocca in casa le famiglie, non fa frequentare la scuola agli studenti, chiude ristoranti e negozi, non permette spostamenti. La pandemia c’è o non c’è? A febbraio, ipotetica data delle elezioni in caso di crisi, ci dobbiamo aspettare i 40mila…

MAGGIORANZA LITIGA SUL RIMPASTO, NOI INVECE ABBIAMO LE PROPOSTE

Maggioranza litiga per rimpasto, noi abbiamo proposte per P.Iva, scuole e imprese. Di fronte allo spettacolo desolante di una maggioranza che litiga sul rimpasto, noi chiediamo al governo di pronunciarsi sulle nostre proposte: aiutare P.Iva, allungare restituzione prestiti alle imprese, aiutare scuole, in particolare le paritarie.

AUMENTANO I POVERI, IL GOVERNO NON SI PREOCCUPA

C’è qualcosa di schizofrenico in chi ci governa. Prima ci spiegano che l’assegnazione del colore di una regione dipende da ben 21 criteri “scientifici”, poi, dopo che quasi tutte le regioni sono entrate in zona gialla perché, seppur lentamente, i contagi e i ricoveri calano, lanciano l’allarme in base ad alcune foto delle vie dei centri di alcune grandi città affollate per lo shopping natalizio: a Natale si chiude tutto. Da quando le foto sono un indicatore scientifico? E se quella gente per strada ha la mascherina perché accusarla? E…

CENTRODESTRA, UNITI SUI FATTI

Il centrodestra non è unito nelle intenzioni ma nei fatti: dall’inizio della pandemia abbiamo sempre lavorato insieme, votato scostamenti di bilancio, proposto emendamenti migliorativi a tutti gli atti del Governo giallo-rosso. Non si tratta di fare opposizione sui social, si tratta di essere responsabili e di avere a cuore il futuro degli Italiani. Sarà così anche in questa Manovra. Lavoreremo per meno assistenzialismo e statalismo e più scuola pubblica (statale e paritaria), più famiglia, più trasporti adeguati alla pandemia che stiamo vivendo e tante altre cose che vi presenteremo nei…

MAGGIORANZA LITIGIOSA, OPPOSIZIONI UNITE

Mentre la maggioranza continua a litigare (strano vero?) il centrodestra unito presenta le proprie proposte concrete per rilanciare l’Italia. Il MIO VIDEO SU FACEBOOK

MES, BISOGNA RIFORMARLO

Perché se vediamo dei limiti dobbiamo votare sì alla riforma del MES? Perché non metterci in gioco come Paese fondatore per riformare uno strumento tecnocratico che è stato costruito su logiche vecchie, oggi che il mondo è radicalmente cambiato? Il Mes salva-stati va radicalmente riformato, ma quella che ci propongono è una riforma che ci mette in mano a una tecnocrazia che può decidere che cosa fare del nostro debito pubblico. Piuttosto usiamo i 37 miliardi del Mes per la sanità, e presentiamo progetti credibili e realizzabili per i 209…

COMMERCIANTI, IL DELIRIO DECRETATORIO CONTINUA

L’avvocato del popolo nel suo delirio decretatorio si è dimenticato del popolo, e anche della Costituzione. In Italia è praticamente ormai azzerata la libertà di movimento. Il presidente del Consiglio e i suoi consiglieri ritengono di saper difendere meglio i nostri anziani di quanto possano fare i loro figli. Con il divieto di spostamento dall’area del comune di residenza nei giorni festivi dimostrano di non sapere come è fatta l’Italia, perché un conto è vivere a Roma e un conto in un comune di pochi abitanti. Su 8.000 comuni sono…

4° DPCM, NATALE 2020

L’eccesso di comunicazione del Governo crea dei paradossi singolari: se si allentano certe restrizioni (vengono riaperti i negozi) è merito del Governo ma se poi le persone, giustamente, vanno a comprare qualcosa, allora sono irresponsabili. Gli italiani hanno dimostrato grande responsabilità fino ad oggi, non abusiamone. IL VIDEO SU FACEBOOK

RECOVERY FUND, 5 MILIONI DI POVERI

La situazione è questa: ci sono 5 milioni di nuovi poveri, altre 50 mila aziende che chiuderanno entro la fine dell’anno, 54 miliardi di fondi europei del settennio 2014-2020, di cui abbiamo speso solo il 5% e intanto la maggioranza litiga su chi gestirà i 209 miliardi del RecoveryFund che ancora non ci sono. Ma soprattutto non ci sono i progetti per i quali spenderli. È chiaro che bisogna smetterla con la distribuzione assistenzialistica di soldi a pioggia. Le nostre proposte sono sul tavolo da tempo, così come quelle di…

BONAFEDE SI SVEGLI, CARCERI A RISCHIO COVID

IL VIDEO DEL QUESTION TIME   On. ALESSANDRO COLUCCI Signor Ministro, la capienza delle carceri italiane è per 50.931 persone, e sono reclusi attualmente 53.785 detenuti, quindi ci sono 2.854 persone in più nelle carceri italiane; vuol dire che c’è sovraffollamento e promiscuità. Per questo la conferenza dei garanti territoriali delle persone private della libertà ha rivolto un appello al Parlamento per rischio di contagio, perché non c’è il distanziamento nelle carceri e perché è difficile garantire il livello igienico di contrasto al COVID. I dati del Garante dei diritti…

C. DESTRA RIUNITO, SUBITO DIMISSIONI NICOLA MORRA

Come saprete faccio parte della Commissione Antimafia e oggi ho partecipato alla conferenza stampa organizzata dal centrodestra per chiedere le dimissioni del presidente Morra. Le parole pronunciate gli scorsi giorni Jole Santelli sono state moralmente, politicamente e umanamente inaccettabili. Quando un parlamentare ricopre una carica istituzionale delicatissima, come quella di Presidente della Commissione Antimafia, non può fare quelle affermazioni. Non può appropriarsi dell’istituzione usandola a volte come megafono delle sue opinioni personali e a volte come clava per colpire i suoi avversari politici. Un Presidente deve garantire le istituzioni e…

ASSISTENZIALISMO, IL DEBITO PUBBLICO AUMENTA

Basta mance! Il Governo, non imparando nulla dai suoi precedenti fallimenti, sta continuando con la logica dei sussidi e dei soldi a pioggia, distribuiti con criteri discutibili e disciolti in rivoli di cui si è persa traccia rapidamente. Dal reddito di cittadinanza ai navigator, dal bonus bici o dal bonus vacanze ai 500 euro per il digitale, quando poi 11 milioni di italiani non sono connessi. Soldi buttati, come si suol dire. Tanto pagano tutti i cittadini, con il debito pubblico che aumenta a dismisura (siamo oramai a quasi 2.600…

LOCKDOWN, LA LIBERTA’ DELLE PERSONE

Con i poteri pubblici (soprattutto se straordinari) e con la libertà delle persone non si può essere approssimativi. Il sospetto che il diritto si faccia arbitrio lo si fuga solo con la chiarezza dei dati e la certezza della legge. Questo è l’unico modo per rispettare la ragione e l’intelligenza dei cittadini, che hanno e avranno sempre il diritto di capire per sentirsi responsabili. Altrimenti i ristoratori di Torino, Milano o di Reggio Calabria non capiranno mai perché loro devono chiudere con responsabilità e quello di Napoli no. Non è…

NIZZA, ATTACCO ALLA LIBERTA’

Non c’è fine all’orrore del terrorismo islamista. Quanto successo nella cattedrale di Nizza, a pochi giorni dalla decapitazione del professor Samuel Paty a Parigi, ci riporta a una realtà drammatica che speravamo di poter dimenticare. L’attacco alla libertà di espressione e alla fede dei cristiani origina da una ideologia religiosa che rinnega la natura stessa della religione, il rispetto del mistero dell’altro. Quello che mi preoccupa è che a questo clima di terrore ci si stia passivamente assuefacendo. L’attacco era atteso, non si sapeva solo il dove e il quando….