News

  • Tutto
  • Attualità
  • Dirette Facebook
  • Disegni di Legge
  • Il Mio Lavoro alla Camera
  • Intergruppo Parlamentare per la Sussidiarietà
  • Interventi in Aula
  • Interviste
  • Politica
  • Video

AIUTIAMO L’UCRAINA AFFINCHE’ POSSA CONTINUARE AD ESISTERE

Quando ieri ho sentito dire al Senato: “Passiamo dalla diplomazia delle armi alle armi della diplomazia” mi sono cadute le braccia. Scusate, ma è un gioco di parole disarmante, semplicistico, falso. Uno slogan inadeguato per una discussione dentro il Parlamento. Davvero qualcuno può pensare che ci sia chi auspica la guerra? Quello che sta accadendo in Ucraina è diverso: abbiamo deciso di aiutare l’aggredito a resistere all’aggressore, che è la Russia se qualcuno non lo avesse ancora ben capito, attivando contemporaneamente tutti i canali diplomatici possibili per convincere l’invasore a…

LIBERO: I MODERATI FARANNO VINCERE IL CENTRODESTRA

Senza il “centro del centrodestra”, le dinamiche della coalizione rischiano di ridursi ad una corsa tra chi di volta in volta vuol fare il leader». Maurizio Lupi, fondatore e leader di “Noi con l’Italia”, analizza con Libero l’esito di questa tornata di amministrative, che ha segnato una certa vitalità per l’area moderata. Che chiave di lettura dare? «Il centrodestra unito vince e la gamba moderata è fondamentale. Guardiamo, come esempio lampante, il caso Catanzaro: ci siamo presentati addirittura divisi in tre: Lega e FI andavano su Valerio Donato, noi su…

I RISULTATI DELLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE

Finché nel centrodestra continueremo a giocare alla competizione interna non governeremo mai il Paese e non realizzeremo mai le riforme che servono per rendere l’Italia competitiva. Come diceva De Gasperi: solo se uniti saremo forti. Commentiamo insieme le elezioni amministrative e i risultati incoraggianti di Noi con l’Italia.

CORRIERE DELLA SERA: BASTA CORSE INTERNE TRA NOI. I PIANI DI CALENDA E RENZI? IL CENTRO NON SI FA A TAVOLINO

A presidiare il centro, tra Salvini e Meloni che a Verona tornano insieme per sostenere il candidato sindaco Sboarina mentre FI appoggia l’ex Tosi, sul palco c’è solo lui. E Maurizio Lupi, leader di Noi con l’Italia, sa che non può essere quello della frammentazione, delle gomitate fra alleati, della sfida perenne per il primato la via che dovrà portare alle elezioni. «Stiamo ancora pagando le rotture su governo e elezioni di Mattarella, ma è chiaro che se la mia coalizione non ritrova il valore politico, non numerico, dello stare…

GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO: IL MERIDIONE ASSISTITO DEVE ESSERE UN RICORDO

Lupi (Noi con l’Italia): «È ora di dire basta al reddito di cittadinanza» Bari. «Il Mezzogiorno deve smettere di essere un problema per l’Europa o per l’Italia. Il Mezzogiorno è una risorsa dell’Italia e dell’Europa. È il cuore del Mediterraneo, e il Mezzogiorno lo si ammazza con l’assistenzialismo, con il reddito di cittadinanza, con il salario minimo garantito. Il Mezzogiorno lo si rilancia e diventa una vera risorsa per l’Italia e per l’Europa solo se investe in capitale umano, nelle imprese, contro la burocrazia e valorizzando le risorse che ci sono»…

CAPITALE MEZZOGIORNO, L’ITALIA DEL SUD RISORSA FRA EUROPA E MEDITERRANEO

7 GIUGNO 2022 • ORE 10.00 RENAISSANCE NAPLES HOTEL MEDITERRANEO INTRODUCE: FRANCESCO PIONATI, CAMPANIA RELAZIONE INTRODUTTIVA: NINO FOTI, RESPONSABILE MEZZOGIORNO MARA CARFAGNA, MINISTRA PER IL SUD E LA COESIONE TERRITORIALE, INTERVISTATA DA FRANCESCO DE CORE, DIRETTORE IL MATTINO TAVOLA ROTONDA MODERA: FRANCESCO PIONATI, CAMPANIA RELATORI: FRANCESCO CANNIZZARO, BASILICATA RICCARDO GUARINO, PRESIDENTE RINASCIMENTO PARTENOPEO EMILIO PRISCO, PROV. NAPOLI GIUSEPPE RUVOLO, SICILIA FRANCESCO SCHITTULLI, PUGLIA PAOLO TANCREDI, ABRUZZO VIDEO INTERVENTO: GIULIO TREMONTI, PRESIDENTE ASPEN INSTITUTE ITALIA TAVOLA ROTONDA MODERA: FRANCESCO DE CORE, DIRETTORE IL MATTINO RELATORI: LUIGI SBARRA, SEGRETARIO GENERALE DELLA CISL…

IN NIGERIA E’ IN ATTO UN GENOCIDIO

Resto sgomento di fronte all’esecuzione sommaria di fedeli, tra cui molte donne e bambini, colpevoli solo di assistere a una funzione religiosa. In Nigeria, da molti anni, è in atto un genocidio nei confronti dei cattolici che ha portato a decine di migliaia di morti in attentati terroristici. Il Governo e il Ministro degli Esteri intervengano per aiutare a trovare una soluzione per porre fine a queste stragi che continuano nel silenzio e nell’indifferenza.

HABEMUS IL PRIMO INVIATO PER LA LIBERTA’ RELIGIOSA

Habemus inviato. L’Italia ha nominato il suo primo Inviato per la libertà religiosa, un diritto purtroppo negato in oltre 60 Paesi del mondo. In commissione Affari Esteri della Camera dei deputati abbiamo lavorato con determinazione per raggiungere questo traguardo e sono contento che l’adesione alla risoluzione che proponeva l’istituzione di questa figura sia avvenuta all’unanimità. Desidero congratularmi con il consigliere diplomatico designato, Andrea Benzo, per questa grande responsabilità, sarà impegnato nei consessi internazionali a difendere i diritti delle minoranze religiose. Mi auguro una sempre più proficua collaborazione con il #Parlamento…

BENE L’EMBARGO SUL PETROLIO RUSSO, ORA RINNOVABILI E NUCLEARE GREEN

L’embargo dimostra l’unità e la compattezza dell’Unione Europea, grazie anche al lavoro di Mario Draghi e del governo italiano, e conferma la necessità di una politica estera, energetica e della difesa, comune. Molti Paesi avranno delle difficoltà di approvvigionamento, anche l’Italia. Per questo è ormai il momento di lavorare all’autosufficienza energetica attraverso il potenziamento immediato delle energie Rinnovabili e l’utilizzo del Nucleare Green di quarta generazione.

CINGHIALI E PESTE SUINA NON SONO UNO SCHERZO

Basta Cinghiali, gli animalisti e gli ambientalisti da salotto hanno stufato. Come ha stufato tutta quella politica che per dire l’ennesima ipocrisia non prende le decisioni necessarie. La Peste Suina e l’invasione dei Cinghiali nelle nostre città non sono uno scherzo. Sono qualcosa di molto serio che porta dei rischi e dei danni importanti alle persone, ai lavoratori e al settore suinicolo. Oltre che all’ambiente stesso e agli altri animali. Come saprete, il Sottosegretario alla Salute Andrea Costa è a capo dell’unità di crisi per la peste suina e come…

L’ARENA: DA VERONA VIA AL NUOVO CENTRODESTRA

L’INTERVISTA Il presidente e deputato del partito, che sostiene la coalizione del sindaco uscente e ricandidato, lancia il progetto in vista anche delle elezioni del 2023 «Da Verona via al nuovo centrodestra» Verona laboratorio di un nuovo centrodestra, che punta ad avere come fulcro la componente centrista-moderata. Ed è un lavoro che parte dalle elezioni amministrative del 12 giugno e guarda a quelle politiche del prossimo anno. È il progetto di Noi con l’Italia, il partito che alle elezioni amministrative di Verona ha una lista per il Consiglio comunale insieme…

DECRETO UCRAINA, SAPER SCEGLIERE TRA PAURA E CORAGGIO

La maturità di una classe politica nei momenti di crisi si dimostra nel saper scegliere tra il coraggio e la paura e non per la ricerca del consenso. Sono favorevole al decreto Ucraina per il contenuto puntuale dei provvedimenti, che aiutano famiglie e imprese in difficoltà per le conseguenze economiche della guerra, ma soprattutto per coerenza con la responsabilità che ci siamo assunti decidendo di aiutare gli aggrediti, gli ucraini. Ne va della collocazione internazionale del nostro Paese, della stabilità del governo e la tenuta della sua maggioranza in un…

GLI ITALIANI HANNO IL DIRITTO DI SCEGLIERE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Questo Parlamento, dopo aver approvato la peggiore riforma costituzionale della propria storia, quella del taglio dei parlamentari, fatta senza aver toccato l’assetto istituzionale, rischia ora di sprecare di l’opportunità di approvare il presidenzialismo. Si rifiuta addirittura solo di discuterne, come se nessuno avesse mai rilevato la necessità di una qualche forma di razionalizzazione della nostra forma di governo. Tutto questo è paradossale. Come è paradossale anche che proprio i paladini della democrazia diretta, i grillini eletti sulla base di questo progetto, siano oggi contrari all’elezione del Capo dello Stato da…

NO ALL’ULTRA-ASSISTENZIALISMO

L’estensione del Bonus di 200 euro anche ai percettori del reddito di cittadinanza che già usufruiscono di un aiuto da parte dello stato è un’ingiustizia. I bonus devono andare ai settori produttivi del Paese, alle imprese, ai lavoratori e alle famiglie che a causa della crisi si trovano in una situazione di sofferenza. Aggiungere il bonus al reddito di cittadinanza è una forma di ultra-assistenzialismo che non fa bene a nessuno. L’Ultra-Assistenzialismo del Movimento 5 Stelle rende ancor più fragili coloro che sono in difficoltà e distrugge l’economia. Come è…

IL MESSAGGERO: NIENTE RESIDENZA A CHI OCCUPA, SI VIOLA LA PROPRIETÀ PRIVATA

«Niente residenza a chi occupa, così si viola la proprietà privata»   Maurizio Lupi, deputato e presidente di Noi con l’Italia. Nel 2014, da ministro dei Trasporti, è stato promotore del decreto che stabilisce, tra l’altro, che «chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza né l’allacciamento a pubblici servizi» per l’alloggio illegalmente utilizzato. Cosa pensa della mozione, presentata dalla maggioranza in Campidoglio, che impegna l’amministrazione comunale a garantire la residenza anche a chi occupa una casa senza averne il titolo, in caso di presenza di…

ACCOLTA LA NOSTRA PROPOSTA DEL BONUS CON GLI EXTRAPOFITTI

Noi con l’Italia aveva chiesto al presidente del Consiglio Draghi di raddoppiare dal 10 al 20% il prelievo sugli extraprofitti delle imprese dovuto al caro energia e di innalzare a 30 mila euro la soglia Isee per ottenere il bonus di aiuto per il caro bollette. Il governo ha accolto lo spirito e buona parte della sostanza della nostra richiesta portando il prelievo al 25% ed estendendo il bonus a tutti coloro che hanno redditi fino a 35 mila euro rendendo così disponibili 6 miliardi per andare incontro concretamente ai…

PAPA FRANCESCO A MOSCA SAREBBE UN GRANDE MESSAGGIO PER IL MONDO INTERO

Papa Francesco vuole andare direttamente a Mosca, sarebbe un grande messaggio di pace e di dialogo per il mondo intero. Possiamo decidere se rimanere indifferenti oppure sentire la responsabilità di aiutare. Il Papa che è un grande testimone di Pace può essere uno strumento fondamentale per raggiungere una tregua, contro l’arroganza di un potere che ha violato il confine di una nazione e il diritto internazionale. Una violazione inaccettabile per chiunque, non solo per i cristiani.

DECRETO CARBURANTI, IMPORTANTE MA SERVE L’AUTOSUFFICIENZA ENERGETICA

Il Decreto Carburanti è un inizio importante per andare incontro alle esigenze di famiglie e imprese, ma altre cose possono e devono essere messe in campo, soprattutto se si dovesse prendere in considerazione uno scostamento di bilancio. Ad esempio la riduzione al 5% dell’Iva di alcuni beni di prima necessità come carne, pesce, latte e riso, e l’aumento del limite Isee dagli attuali 12000 euro a 30000 per rientrare nella categoria di coloro che possono usufruire del bonus energia. Insomma, non bisogna sprecare risorse su misure assistenzialistiche, ma dare un…

IL DUBBIO: LA LEZIONE DI LE PEN, SE VUOI GOVERNARE NON BASTA INTERPRETARE IL MALCONTENTO

Maurizio Lupi, leader di Noi con l’Italia, sul futuro della coalizione di centrodestra spiega che «un conto è saper interpretare il malcontento di una fetta, anche importante, dell’elettorato, come ha fatto Le Pen; un altro è candidarsi alla guida di un paese». Per poi aggiungere che «se vuoi raggiungere questo obiettivo non basta l’interpretazione del malcontento ma serve un diversa assunzione di responsabilità». Per questo, conclude, «non è detto che il candidato presidente del Consiglio debba per forza essere il leader del partito che prende più voti». Onorevole Lupi, nel…

GUARDIAMO AL DEF CON REALISMO PER FAMIGLIE E IMPRESE

Dobbiamo guardare a questo DEF con realismo perché la situazione di famiglie e imprese è molto difficile: carenza di Materie Prime (siamo il secondo paese manifatturiero d Europa), crisi energetica (quando faremo un piano energetico nazionale serio, prevedendo il nucleare come fonte green?), inflazione galoppante (che aggredisce particolarmente i giovani, erodendo le loro possibilità economiche) e una coesione sociale che rischia di sfaldarsi. Dopo 2 anni di guerra al virus la politica non può lasciare famiglie e le imprese da sole, magari per ottenere poi qualche punto nei sondaggi in…

IL CENTRODESTRA RECUPERI COMPETENZA E VALORI

Se vuole tornare a governare il centrodestra deve recuperare i pilastri della propria storia: competenza e valori. Questo è il compito di Noi con l’Italia, lavorare affinché la politica possa tornare ad essere una cosa seria. Vi racconto l’incontro con il presidente Draghi e perché abbiamo bisogno di una strategia energetica nazionale coraggiosa, che faccia anche crollare l’inutile tabù sul nucleare.

LA PACE NON SI FA CON LA DEMAGOGIA

La pace si fa esercitando fermezza contro chi usa l’arroganza del potere, per schiacciare la dignità di un popolo. E soprattutto, per fare la pace, serve un soggetto in grado di imporre il dialogo alle due parti in guerra. Questo dovrebbe essere il ruolo di una Europa protagonista.

VOGLIAMO UNA POLITICA ECONOMICA EUROPEA COMUNE E UNA DIFESA EUROPEA UNICA

Giuseppe Conte dovrebbe spiegarci perché da Presidente del Consiglio ha aumentato le spese militari di 2 miliardi e sottoscritto gli accordi Nato. L’avvocato del popolo ha qualche problema nel suo movimento? Per quanto riguarda l’aumento dei prezzi, come ho proposto ieri a Mario Draghi, spero che il Ministro Franco accolga le nostre proposte di ridimensionare l’IVA al 5% sui prodotti alimentari, già fatto sul costo della benzina, oppure, fra tutte le altre proposte, di estendere la soglia ISEE a 30 mila euro per il Bonus bollette. Sarebbero aiuti percorribili in…

HO CONSEGNATO A DRAGHI LE PROPOSTE DI NOI CON L’ITALIA

Questa mattina ho incontrato Mario Draghi per consegnargli personalmente le proposte politiche che Noi con l’Italia ha approvato in occasione dell’ultima Assemblea Nazionale. Famiglia: è necessario estendere la platea dei beneficiari del Bonus Bollette, innalzando la soglia ISEE da 12.000 a 30.000 euro. Come farlo? Aumentando la tassa del contributo di solidarietà sugli extraprofitti delle aziende energetiche dal 10% al 20%. Welfare aziendale: includere i costi delle utenze elettriche e del gas nelle spese sostenibili tramite i benefit del welfare aziendale, emendando il comma 2 dell’art. 51 T.U.I.R. Caro Spesa:…

ASSURDA LA DECISIONE SUI PROFESSORI NON VACCINATI

La decisione sui professori non vaccinati è assurda. Sulla scuola, già bistrattata in questi anni di pandemia, siamo arrivati al paradosso. I professori no vax hanno ora diritto a tornare a scuola, ma non possono essere impiegati nell’insegnamento, per evitare contatti con gli alunni. Insomma il danno che chi non ha voluto vaccinarsi, senza avere diritto all’esenzione, fa alla nostra comunità civile, quella scolastica ma non solo, è doppio: quello diseducativo per i ragazzi che possono così constatare che l’obbedienza alle leggi dello Stato è assolutamente facoltativa, ed è un…

IL MIO INTERVENTO ALL’ASSEMBLEA NAZIONALE DI NOI CON L’ITALIA ROMA 2022

Essere di centrodestra ed essere moderati non vuol dire essere moderatamente di centrodestra. Essere moderati vuol dire fare omaggio alla ragione, cioè alle ragioni delle scelte politiche che si fanno, vuol dire fare appello a quell’esperienza concreta e quotidiana che fa la maggioranza delle persone nel lavoro, nella famiglia e nella vita di relazione: si chiama buon senso. Noi siamo per una politica del buon senso. Come dice il Manzoni nei “Promessi sposi”: “il buon senso c’era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune”. Il senso comune,…

FESTA DELLA DONNA, UN PENSIERO ALLE DONNE D’UCRAINA

Nella festa della donna il mio pensiero è rivolto soprattutto alle donne che soffrono in Ucraina, a causa della guerra. Donne uccise dai bombardamenti, donne ferite, madri che hanno perso i figli, donne fuggitive che devono lasciare la propria casa e i mariti che restano a combattere, donne costrette a nascondersi nel sottosuolo, donne che tornano in Ucraina per aiutare la famiglia. Il loro dolore e la loro dignità non siano invano.

NO ALL’AUMENTO DELLE TASSE NELLA RIFORMA DEI DATI CATASTALI

Non si prevede nessun aumento delle tasse nella riforma dei dati catastali: l’articolo 6 della legge delega lo dice espressamente. L’idea di centrodestra che abbiamo noi è quella di una politica in grado di valutare le cose nel merito, avendo il coraggio di dire che un aggiornamento dei dati catastali (che non è una riforma del catasto) era necessario per sanare iniquità e ingiustizie e che non è previsto in maniera esplicita, in alcun modo, un aumento della tassazione fiscale sulla casa. Ripeto il comma 2 dell’art. 6 specifica nel…

PARLAMENTARI UNITI PER L’UCRAINA

Come parlamentari ci siamo assunti le responsabilità che ci competono nella decisione di schierare l’Italia contro la guerra e in soccorso dell’aggredito. Come esseri umani l’arma che abbiamo è quella della mobilitazione delle coscienze contro l’indifferenza. Sono convinto che nessuno di noi, ognuno con i propri convincimenti, possa accettare di vedere quelle immagini di famiglie e bambini costretti a nascondersi in metropolitana al suono delle sirene o in coda alla frontiera per uscire dal paese, per non parlare delle morti e delle distruzioni, a causa di una guerra immotivata e…

SI FACCIA IL POSSIBILE AFFINCHÉ QUESTA GUERRA FINISCA CON IL RITIRO DELLA RUSSIA

Noi siamo per la pace, ma di fronte a una aggressione intollerabile scegliamo di difendere chi viene aggredito. Noi siamo per il dialogo sempre e comunque, ma non siamo equidistanti: scegliamo di stare dalla parte del popolo ucraino perché siamo dalla parte di chi vuole costruire un mondo più giusto e più umano. San Giovanni Paolo II disse che la verità è la forza della pace, e che la non-verità va di pari passo con la causa della violenza e della guerra. Noi dobbiamo avere il coraggio di dire che…

LA FERMEZZA È LA STRADA PER LA PACE

L’invasione russa dell’Ucraina è un attacco ingiustificato e ingiustificabile, che viola qualsiasi regola internazionale, che costringe famiglie e bambini a nascondersi nei bunker o nella metropolitana dopo l’urlo delle sirene, che riporta la guerra nel cuore dell’Europa. La risposta dovrà essere forte, nel segno dell’unità e della coesione, sanzioni dure senza ambiguità alcuna e, soprattutto, di grande coraggio, o non avrà risultati. Se le sanzioni sono l’alternativa europea alla reazione militare, dovranno arrivare subito, colpendo un ampio ventaglio di interessi e agendo con grande profondità. La fermezza è la strada…

HO RIBADITO A CINGOLANI IL CONCETTO DI TRANSIZIONE ECOLOGICA

Al ministro Cingolani ho ricordato che la Transizione Ecologica è, appunto, una transizione. Se non è sostenibile e non è graduale, non è attuabile. Il green a tutti i costi non deve essere una nuova religione. La risposta all’aumento delle bollette non può essere solo “debito pubblico” o dire “che brava Greta Thunberg”, bisogna rimanere alleati della scienza e dei dati reali: se nel 1991-1994 producevano 21 MLD di metri cubi di gas e nel 2021 ne produciamo 3 MLD a fronte di tutti i noti problemi, forse qualcosa l’abbiamo…

CASE OCCUPATE, IN MANO A CRICCHE CHE FANNO AFFARI ILLEGALI

Interpellerò il Ministro dell’Interno perché, è inutile continuare a girarci attorno, sappiamo tutti cosa continua a succedere da anni nelle periferie e negli Alloggi Popolari: occupazioni abusive all’ordine del giorno, degrado, microcriminalità, mancato rispetto delle graduatorie di assegnazione e casi gravissimi di intimidazione e minacce verso coloro che cercano di costituire comitati di quartiere in difesa del loro ambiente di vita. Una inaccettabile “gestione immobiliare abusiva”, ben più organizzata di quelle offerte dallo Stato, che sembra purtroppo diventata all’ordine del giorno. Come se tutti dovessimo accettare una situazione nella quale…

IL DIBATTITO SUL FINE VITA NON PUÒ ESSERE TIFOSERIA POLITICA

  Un dibattito così importante e delicato come il Fine Vita non può essere (e non deve essere) trattato, come ultimamente capita per ogni discussione in Italia, come uno scontro tra tifoserie da stadio. Questa legge si occupa della malattia, della sofferenza, del diritto alla vita o del diritto alla morte (esiste questo diritto?), si confronta con la disperazione di uomini e donne da guardare con carità e misericordia. Quello che io voglio come legislatore (e che mi aspetterei come cittadino) è confrontarmi in Parlamento, e anche nel dibattito pubblico,…

LA POLITICA SIA CONNESSA CON LA SOCIETÀ

  La politica deve essere connessa con la società, la rappresenta. Qualche esempio? La scuola è pilastro fondamentale per l’economia, educa i giovani e prepara la società del futuro. Però non è possibile che un docente italiano, a parità di costo della vita, sia stipendiato 27 mila euro mentre in Germania 50 mila euro. La politica conosce questo problema strutturale della scuola? Le aziende sono in crisi, la politica prenda esempio da un imprenditore italiano che di fronte alla chiusura della Caterpillar di Jesi decide di riportare l sua produzione dalla…

DUE SETTIMANE DOPO L’ELEZIONE DI MATTARELLA

 A 14 giorni dall’elezione del Presidente della Repubblica cosa è rimasto, oltre alla sconfitta della Politica? Nulla. Basta con i giochi di palazzo, come se ci sentissimo tanti piccoli De Gasperi, i partiti devono ripartire dalle esigenze della società, come fece piuttosto Don Sturzo. Degli esempi concreti di politiche da cui il centrodestra, con coraggio, dovrebbe ripartire? Le frodi sul Bonus 110% (finanziato a debito pubblico), l’aumento delle bollette collegato all’esigenza di sviluppare il Nucleare Green e tornare ad estrarre gas italiano, l’aumento dei salari (particolarmente dei docenti) e…

IlGIORNALE: CAMBIARE IL MAGGIORITARIO? SOLO PER MIGLIORARLO

Onorevole Lupi il “centro” è affollato di sigle e simboli. Non saranno troppi? Il proliferare di partiti di ispirazione libe­rale e moderata dimostra essenzialmente la necessità di una politica responsabile e concreta. Questo aggregatore, però, non può essere una manovra di palazzo. Deve nascere dal basso, dal dialogo con la società civile, dal rappresentare la ricchezza della sua vita. Qualcuno ha maliziosamente paragona­to il grande centro a un grande pollaio. Non mi piace questa definizione di pollaio. È irrispettosa. In fondo da Renzi a Cesa, da me a Toti, tutti…

SERGIO MATTARELLA, UN FARO PER LA POLITICA

Il discorso del presidente della Repubblica Sergio Mattarella è un esempio di rigore costituzionale, dedizione alle istituzioni, responsabilità civile e sensibilità sociale. Un faro per la politica italiana e per tutti i cittadini. Apprezziamo e condividiamo il suo forte richiamo al ruolo dei partiti e dei corpi sociali nonché al ruolo fondamentale del Parlamento. Ho apprezzato anche il severo monito alle necessarie e urgenti riforme della giustizia le cui decisioni, talvolta – come ha detto – sono arbitrarie e imprevedibili e contrastano con la certezza del diritto. Sergio Mattarella è…

MESSAGGERO: NON POSSIAMO ASPETTARE GODOT, INSIEME GIÀ ALLE PROSSIME ELEZIONI

IL LEADER DI NOI CON L’ITALIA: SI STA CREANDO UNO SPAZIO ENORME DA COGLIERE E NON VOGLIAMO PIU ESSERE FRAMMENTATI. IL PROPORZIONALE? NON È LA PANACEA CHE RISOLVE TUTTI | MALI. QUELLO CHE CONTA E LA FORZA DELL’OFFERTA POLITICA. È arrivato il momento di «smettere di aspettare Godot», di «darsi una mossa» e di riaggregare le forze di centro. Il leader di Noi con l’Italia, Maurizio Lupi, è stato tra coloro che nell’impasse delle trattative per la scelta del presidente della Repubblica ha spinto perché i moderati facessero una loro…

COR. SERA: CI STAVAMO AVVITANDO, L’ALLEANZA ESCE CON LE OSSA ROTTE

«Meno male che c’era il salvagente» confida al Corriere Maurizio Lupi, deputato e leader di Noi con l’Italia. E tutto questo avviene nel giorno in cui Sergio Mattarella viene rieletto con 759 voti. Sta dicendo che con questo Parlamento era inevitabile la riconferma del presidente uscente? Rischiavamo ancora una volta di mandare in paralisi l’istituzione più alta. Ci stavamo avvitando in una serie di scrutini a vuoto. Mai come questa volta i cittadini hanno percepito le votazioni per il Colle come un esercizio bizantino, fatto di vecchie liturgie, di rose…