fbpx
LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE NON COGNITIVE

L’Intergruppo parlamentare per la Sussidiarietà ha organizzato un seminario sulla proposta di legge delle “competenze non cognitive”. Relazioni di: Patrizio Bianchi (Ministero dell’Istruzione), Giorgio Vittadini (presidente della Fondazione per la Sussidiarietà), Ludovico Albert (presidente della Fondazione per la scuola), On. Paolo Lattanzio (Partito Democratico), On. Valentina Aprea (Forza Italia), Andrea Toselli (presidente PwC Italia), On. Paola Frassinetti (Fratelli d’Italia), On. Flavia Piccoli Nardelli (Partito Democratico), On. Gabriele Toccafondi (Italia Viva) Modera Maurizio Lupi, presidente dell’Intergruppo per la Sussidiarietà. IL…

Continua a leggere …

Scuola e impresa: presentate due proposte di legge dell’Intergruppo Parlamentare per la Sussidiarietà

Si è tenuta ieri mattina a Roma presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati la conferenza dell’Intergruppo Parlamentare per la Sussidiarietà che ha discusso due proposte di legge: una incentrata sul contrasto alla dispersione scolastica e una di incentivazione all’aggiornamento professionale per le imprese. PwC, partner tecnico dell’Intergruppo parlamentare per la Sussidiarietà – costituito nel 2002 dagli on. Lupi, Letta, Bersani e Realacci ed al quale aderiscono, oggi, circa 200 parlamentari di tutti gli schieramenti – ha contribuito…

Continua a leggere …

Il manifesto dell'Intergruppo Parlamentare per la Sussidiarietà

Nessun uomo (e nessun Paese) è un’isola. L’Italia non sfugge a questa regola. La situazione internazionale di interdipendenza vede il protagonismo di nuovi Paesi sulla via dello sviluppo. Bisogna prenderne atto, pena una perdita di ricchezza e reddito con conseguenze sul piano del welfare e della povertà. Se l’Italia non imbocca la via dello sviluppo, si impoverirà. Senza sviluppo i giovani non avranno lavoro, né reddito, né pensione. Da dove ripartire? La nostra storia ci indica il metodo: il…

Continua a leggere …

Intervista al Tg3: Pdl non parla alla pancia

Ecco il video dell’intervista di ieri (domenica 28 ottobre) al Tg3 delle 19. Faccio il punto sulla situazione del Popolo della libertà: un partito responsabile che deciderà unito con Berlusconi e che aspetta da Monti le risposte sulle modifiche alla legge di stabilità

Continua a leggere …