Il dibattito scatenatosi oggi sul Jobs Act, a fronte dei dati positivi dell’Istat sull’occupazione, mi sembra francamente surreale.

Il dibattito scatenatosi oggi sul Jobs Act, a fronte dei dati positivi dell’Istat sull’occupazione, mi sembra francamente surreale. Sull’occupazione sono stati fatti dei passi avanti, occorrerebbe a tutti l’onestà intellettuale di ammetterlo. Altri bisogna farne, e in direzione opposta rispetto alle ultime tentazioni massimaliste della sinistra. Alla gente non bisogna promettere cose mirabolanti, ma prospettare proposte realizzabili. Un grave errore, ad esempio è stata l’abolizione dei voucher sotto la spinta ricattatoria di un referendum che forse era meglio affrontare….

Continua a leggere …

Pubblicato inAttualità Tagged,,, Commenti disabilitati su Il dibattito scatenatosi oggi sul Jobs Act, a fronte dei dati positivi dell’Istat sull’occupazione, mi sembra francamente surreale.
Istat: Pil +1,8%. Ora niente passi indietro sulle riforme

Istat: Pil +1,8%. Ora niente passi indietro sulle riforme I dati diffusi oggi dall’Istat sul Pil sono la fotografia migliore di un percorso di riforme che sta dando risultati concreti. Pertanto, come Ap, non possiamo che essere soddisfatti del lavoro fatto al Governo al quale abbiamo impresso una spinta fondamentale affinché il Paese potesse invertire la rotta e tornare ad avere il segno più negli indicatori economici. Alla luce di tutto ciò è ancor più evidente che non è…

Continua a leggere …

CRESCITA OCCUPAZIONE E’ DATO DI FATTO. CHI LO NEGA FA COME DON FERRANTE

“La crescita dell’occupazione è un dato di fatto e chi si ostina a negarlo è un po’ come don Ferrante, che negava un dato oggettivo e incontrovertibile come l’esistenza della peste, solo perché non corrisponde alla sua visione o utilità politica. Se oggi l’Italia incassa questo ulteriore dato positivo sull’occupazione è grazie all’approvazione del Jobs Act, una delle riforme più importanti di questo governo, portate a segno grazie alla ruolo determinante di Maurizio Sacconi e del Nuovo Centrodestra. I…

Continua a leggere …

Jobs Act funziona, adesso avanti con riforma scuola

“159.000 non è solo un numero buono per le statistiche, sono persone in carne e ossa che hanno trovato un lavoro, 159.000 in più nel mese di aprile rispetto al mese scorso. E’ un’ulteriore prova che il Jobs Act funziona, che il combinato disposto tra azzeramento dei contributi e flessibilità induce gli imprenditori ad assumere, a una condizione: che il lavoro ci sia. Ed è questa la notizia più confortante: i segnali di ripresa si stanno consolidando; bisogna adesso…

Continua a leggere …