DECRETO UCRAINA, SAPER SCEGLIERE TRA PAURA E CORAGGIO

La maturità di una classe politica nei momenti di crisi si dimostra nel saper scegliere tra il coraggio e la paura e non per la ricerca del consenso. Sono favorevole al decreto Ucraina per il contenuto puntuale dei provvedimenti, che aiutano famiglie e imprese in difficoltà per le conseguenze economiche della guerra, ma soprattutto per coerenza con la responsabilità che ci siamo assunti decidendo di aiutare gli aggrediti, gli ucraini. Ne va della collocazione internazionale del nostro Paese, della…

Continua a leggere …

GLI ITALIANI HANNO IL DIRITTO DI SCEGLIERE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Questo Parlamento, dopo aver approvato la peggiore riforma costituzionale della propria storia, quella del taglio dei parlamentari, fatta senza aver toccato l’assetto istituzionale, rischia ora di sprecare di l’opportunità di approvare il presidenzialismo. Si rifiuta addirittura solo di discuterne, come se nessuno avesse mai rilevato la necessità di una qualche forma di razionalizzazione della nostra forma di governo. Tutto questo è paradossale. Come è paradossale anche che proprio i paladini della democrazia diretta, i grillini eletti sulla base di…

Continua a leggere …

NO ALL’ULTRA-ASSISTENZIALISMO

L’estensione del Bonus di 200 euro anche ai percettori del reddito di cittadinanza che già usufruiscono di un aiuto da parte dello stato è un’ingiustizia. I bonus devono andare ai settori produttivi del Paese, alle imprese, ai lavoratori e alle famiglie che a causa della crisi si trovano in una situazione di sofferenza. Aggiungere il bonus al reddito di cittadinanza è una forma di ultra-assistenzialismo che non fa bene a nessuno. L’Ultra-Assistenzialismo del Movimento 5 Stelle rende ancor più…

Continua a leggere …

ACCOLTA LA NOSTRA PROPOSTA DEL BONUS CON GLI EXTRAPOFITTI

Noi con l’Italia aveva chiesto al presidente del Consiglio Draghi di raddoppiare dal 10 al 20% il prelievo sugli extraprofitti delle imprese dovuto al caro energia e di innalzare a 30 mila euro la soglia Isee per ottenere il bonus di aiuto per il caro bollette. Il governo ha accolto lo spirito e buona parte della sostanza della nostra richiesta portando il prelievo al 25% ed estendendo il bonus a tutti coloro che hanno redditi fino a 35 mila…

Continua a leggere …

DECRETO CARBURANTI, IMPORTANTE MA SERVE L’AUTOSUFFICIENZA ENERGETICA

Il Decreto Carburanti è un inizio importante per andare incontro alle esigenze di famiglie e imprese, ma altre cose possono e devono essere messe in campo, soprattutto se si dovesse prendere in considerazione uno scostamento di bilancio. Ad esempio la riduzione al 5% dell’Iva di alcuni beni di prima necessità come carne, pesce, latte e riso, e l’aumento del limite Isee dagli attuali 12000 euro a 30000 per rientrare nella categoria di coloro che possono usufruire del bonus energia….

Continua a leggere …

GUARDIAMO AL DEF CON REALISMO PER FAMIGLIE E IMPRESE

Dobbiamo guardare a questo DEF con realismo perché la situazione di famiglie e imprese è molto difficile: carenza di Materie Prime (siamo il secondo paese manifatturiero d Europa), crisi energetica (quando faremo un piano energetico nazionale serio, prevedendo il nucleare come fonte green?), inflazione galoppante (che aggredisce particolarmente i giovani, erodendo le loro possibilità economiche) e una coesione sociale che rischia di sfaldarsi. Dopo 2 anni di guerra al virus la politica non può lasciare famiglie e le imprese…

Continua a leggere …

IL CENTRODESTRA RECUPERI COMPETENZA E VALORI

Se vuole tornare a governare il centrodestra deve recuperare i pilastri della propria storia: competenza e valori. Questo è il compito di Noi con l’Italia, lavorare affinché la politica possa tornare ad essere una cosa seria. Vi racconto l’incontro con il presidente Draghi e perché abbiamo bisogno di una strategia energetica nazionale coraggiosa, che faccia anche crollare l’inutile tabù sul nucleare.

Continua a leggere …

VOGLIAMO UNA POLITICA ECONOMICA EUROPEA COMUNE E UNA DIFESA EUROPEA UNICA

Giuseppe Conte dovrebbe spiegarci perché da Presidente del Consiglio ha aumentato le spese militari di 2 miliardi e sottoscritto gli accordi Nato. L’avvocato del popolo ha qualche problema nel suo movimento? Per quanto riguarda l’aumento dei prezzi, come ho proposto ieri a Mario Draghi, spero che il Ministro Franco accolga le nostre proposte di ridimensionare l’IVA al 5% sui prodotti alimentari, già fatto sul costo della benzina, oppure, fra tutte le altre proposte, di estendere la soglia ISEE a…

Continua a leggere …

HO CONSEGNATO A DRAGHI LE PROPOSTE DI NOI CON L’ITALIA

Questa mattina ho incontrato Mario Draghi per consegnargli personalmente le proposte politiche che Noi con l’Italia ha approvato in occasione dell’ultima Assemblea Nazionale. Famiglia: è necessario estendere la platea dei beneficiari del Bonus Bollette, innalzando la soglia ISEE da 12.000 a 30.000 euro. Come farlo? Aumentando la tassa del contributo di solidarietà sugli extraprofitti delle aziende energetiche dal 10% al 20%. Welfare aziendale: includere i costi delle utenze elettriche e del gas nelle spese sostenibili tramite i benefit del…

Continua a leggere …

ASSURDA LA DECISIONE SUI PROFESSORI NON VACCINATI

La decisione sui professori non vaccinati è assurda. Sulla scuola, già bistrattata in questi anni di pandemia, siamo arrivati al paradosso. I professori no vax hanno ora diritto a tornare a scuola, ma non possono essere impiegati nell’insegnamento, per evitare contatti con gli alunni. Insomma il danno che chi non ha voluto vaccinarsi, senza avere diritto all’esenzione, fa alla nostra comunità civile, quella scolastica ma non solo, è doppio: quello diseducativo per i ragazzi che possono così constatare che…

Continua a leggere …