Maurizio Lupi

 Non stiamo costruendo il grande centro
Novembre 19, 2013

Non stiamo costruendo il grande centro

Leggete la mia intervista a La Stampa “Lupi: nessuna intenzione di creare il grande centro” di martedì 19 novembre 2013.

 
Lupi, è vero che Nuovo Centrodestra è nato in Vaticano?
Credo che dovremmo smettere con la cattiva abitudine di tirare per la giacca, o meglio per la tonaca. Ho sempre riconosciuto alla Chiesa la funzione fondamentale di forte testimonianza e di richiamo alle ragioni che ci spingono a impegnarci in politica. Ma mai e poi mai mi sarei permesso di coinvolgerla in una nostra iniziativa. Né la Chiesa ha cercato di coinvolgere noi.
 
Le riunioni oltre Tevere?
Pura fantasia. Lo scopo è sempre lo stesso: strumentalizzare la Chiesa. L’avevano fatto anche con Monti, e prima ancora con Berlusconi. Ma poi, mi scusi: come sarebbe stato possibile? Fino a venerdì sera, abbiamo tentato in ogni modo di non rompere il Pdl! E poi c’è un altro fatto evidente che smentisce quei retroscena.
 
E quale?
Si sostiene che in Vaticano abbiamo lavorato per ricostruire un nuovo centro. Ma noi stiamo andando da tutt’altra parte. Vogliamo fare un nuovo centrodestra alternativo al centrosinistra. Infatti oggi il primo incontro che abbiamo avuto Alfano ed io è stato con la Lega di Maroni.
 
Che coalizione volete costruire?
Un centrodestra che non può essere estremista. Che non può non accettare la sfida di questo momento storico: sostenere un governo che porti l’Italia fuori dalla crisi. E che faccia le riforme che ci eravamo impegnati a fare con i nostri elettori.
le intenzioni di voto IPSO 17 novembre 2013
 
Dopo la scissione il governo è più forte?
Io intanto mi auguro che Forza Italia continui a sostenerlo. Poi, guardi: la forza di questo governo, quando è nato, era l’impegno a tenersi fuori dal conflitto politico. Ce lo avevano chiesto gli italiani, che volevano una pacificazione per affrontare i problemi economici del Paese.
In agosto, la condanna a Berlusconi ha riportato il conflitto al centro del dibattito, e ogni giorno ci chiedevamo se il governo potesse durare o no. Adesso questa incertezza non ci sarà più e il Pd non ha più alibi.
 
Voi pensate di accettare senza reagire la decadenza di Berlusconi?
No. Voteremo contro e faremo fino all’ultimo la nostra battaglia. Ma questo non può mettere in discussione il governo. Ci siamo dati una scadenza, che è il marzo 2015, e dobbiamo arrivarci raggiungendo gli obiettivi che ci siamo posti.
 
Come sono adesso i suoi rapporti personali con Berlusconi?
Sono stati e sono tuttora molto buoni. Noi non abbiamo mai lavorato per dividerci. Abbiamo chiesto a Berlusconi di non lasciare il partito in mano agli estremisti; di mettere al cuore delle cose il senso di responsabilità e il bene comune. Lui ha fatto scelte diverse. Ma la mia lealtà nei suoi confronti non è e non sarà in discussione.
 
Lo pensa anche lui?
Io credo che, pur nell’amarezza, abbia capito le ragioni delle nostre scelte. Non penso che ci consideri dei traditori.
 
Vi accusano di opportunismo, dicono che voi stavate con Berlusconi solo perché lui porta i voti.
Veramente ho sentito pubblicamente dire dai lealisti che bisogna stare con Berlusconi perché i voti li ha lui. Questa è la differenza tra noi e loro. Noi siamo stati con Berlusconi affascinati dal suo progetto per il Paese e dal suo carisma. Non per i suoi voti. Oggi abbiamo una nuova sfida: non accontentarsi di essere un partito del venti per cento e riconquistare i tanti elettori che non ci hanno più votato.
 
Quando ha sentito l’ultima volta il suo ormai ex presidente?
Venerdì sera. Era dispiaciuto. Come tutti noi.
 
Quanto le è costato dirgli addio?
Molto. È chiaro che la separazione è stata una sconfitta per tutti. Ma quello che è successo in questi giorni mi ha fatto capire che, come sempre, quando si vuol bene a una persona e a una storia bisogna mettere davanti il vero bene di tutti. Dell’Italia, ma anche del partito e dello stesso Berlusconi.
 
I falchi non hanno voluto bene al Cavaliere?
Non mi permetto di giudicare. So solo che la scelta dei falchi rischia di far precipitare tutti nel buio: l’Italia e Berlusconi.
 

Prev Post

Una battaglia per il Paese: noi siamo alla luce del…

Next Post

Le ragioni della nostra scelta di non aderire alla nuova…

post-bars

9 thoughts on “Non stiamo costruendo il grande centro

carlo boccolasays:

…Caro lupi bene così, non affossiamoci a berlusconi, in politica il presidente, ha manifestato grave lacune, e sul lato personale, che non giudico , ma che non posso non dare un giudizio,manche politico, ne ha combinato delle “belle”. che neanche ha 20 anni si possono fare, senza che poi non si pagano le mconseguenze. Detto questo, tanto di capello al cavaliere, ma da ogi si cambia “registro ” . Bene così andiamo avanti, per non lasciare questo paese nelle mani della sx, più di come non lo sia già? Ti saluto e buon lavoro.

Rossella Abagnalesays:

Buongiorno Maurizio,
riprendo a scriverLe perchè finalmente vedo realizzate le mie speranze: quelle di vedere le persone più competenti dell’area politica a cui appartengo da sempre, prendere una loro strada. Non sarà semplice, ma era necessario farlo. Per quanto mi riguarda metterò, nel mio piccolo, tutto il mio impegno affinché la verità, spesso distorta volutamente, possa prevalere sulle menzogne. Non siete traditori, siete le persone che più hanno difeso Berlusconi in questi anni, mettendoci la faccia e senza mai perdere controllo, decoro e competenza. Da buoni “figli politici” di Berlusconi vi state solo mostrando responsabili nel prendere in maniera matura la vostra strada. Nel 50% di elettori, astenutisi alle scorse tornate elettorali ce n’è una buona percentuale delusa dagli estremismi da cui avete preso le distanze che, son certa, sta vedendo di buon occhio il nascente NCD. Buon lavoro a tutti noi Ministro Lupi e che Dio ci guidi sempre nelle scelte. Rossella

Bruno Baldinisays:

Buonasera, Maurizio condivido con Te, la scelta.
Bruno Baldini Terni.

Sig ministro per assumere la decisione di non confluire in Fi ci voleva coraggio e senso del dovere verso il paese ed avete dimostrato di possedere entrambi. Avete dato la possibitá ai tanti delusi/astenuti di costruire un nuovo centrodestra moderato, democratico e popolare che faccia del bene all’Italia. Chiamate intorno a Voi tutti i simpatizzanti per questo nuovo impegna

Antonietta Grillosays:

Ministro Maurizio Lupi
Io penso che la scissione non è positiva però il Nuovo centrodestra può attirare i moderati che non si riconoscono nei valori di Forza Italia.

Infatti il Nuovo Centro Destra “non deve” costruire il grande centro!
Sono quelli del Centro che dovrebbero confluire nel NCD onde evitare di contare in futuro poco o nulla ai fini elettorali!

giuseppe splendidosays:

A avviso avete fatto un errore madornale.

giuseppe splendidosays:

A mio avviso avete commesso un errore madornale. Non si governa con questo sinistra-centro.

Al tomar fotografías con un teléfono móvil o una tableta, debe activar la función de servicio de posicionamiento GPS del dispositivo; de lo contrario, no se podrá posicionar el teléfono móvil. https://www.xtmove.com/es/how-to-track-location-through-mobile-phone-photos/

Leave a Comment

Potrebbero interessarti

Giugno 7, 2024