La Svolta buona: 100 giorni per cambiare il Paese

(aggiornato 13 marzo) “Oggi raccogliamo anche i risultati del grande lavoro fatto al governo con Letta”. Così il ministro Lupi ha commentato a Radio Anch’io i contenuti della “Svolta buona”. Ecco il dettaglio dei provvedimenti.

Nel Consiglio dei ministri n.6 sono stati presi fondamentali provvedimenti per:

  1. Riforma della Pubblica Amministrazione (aprile);
  2. Riforma del Fisco (maggio);
  3. Riforma della Giustizia (giugno);
  4. Politica, Economia, Occupazione (luglio);

LA POLITICA SVOLTA

Nuova legge elettorale

  • mai più larghe intese: ci sarà sempre un vincitore;
  • chi vince governa 5 anni;
  • candidati legati al territorio;
  • stop ai ricatti dei micro-partiti.

 

Riforma costituzionale del Senato

  • mai più fiducia e legge di bilancio al Senato;
  • – 315 stipendi di senatori;
  • legislazione più spedita.

 

Riforma del Titolo V della Costituzione

  • da concorrenti ad alleati;
  • stop alla legislazione concorrente tra Stato e Regioni.

 

Riforma costituzionale del CNEL

  • eliminazione del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro (CNEL).

 

Legge sulle Province

  • dal 25 maggio stop alle elezioni provinciali;
  • abolizione totale con il Titolo V.

 

Autorità sulla Corruzione

  • avviato l’iter parlamentare;
  • candidato Raffaele Cantone (magistrato in prima linea contro la camorra e profondo conoscitore della criminalità organizzata);

 

Vendita auto blu

  • 100 auto blu all’asta online dal 26 marzo al 16 aprile;

 
 

L’ECONOMIA SVOLTA

Per le imprese

  • sblocco immediato e totale del pagamento dei debiti alle imprese (22 miliardi già pagati, 68 miliardi entro luglio);
  • rafforzare il fondo di garanzia per il credito: più garanzie per i crediti alle Pmi;
  • IRAP -10% per le aziende (copertura con la rimodulazione della tassazione sulle rendite finanziarie dal 20 al 26% dal 1 maggio);
  • -10% sul costo dell’energia per le imprese (dal 1 maggio).

 

Per le scuole

  • unità di missione per rendere più sicure le scuole e rilanciare l’edilizia con 3,5 miliardi.

 

Per il territorio

  • 1,5 miliardi per la tutela del territorio (unità di missione dal 1 aprile);

 

Dall’Europa

  • sblocco di 3 miliardi dai fondi europei dai fondi di coesione e dalla pac;

 

Per la casa

 

Per le tasche dei cittadini

  • +1000 euro netti all’anno a chi ne guadagna meno di 1500 al mese (dal 1 maggio);

 
 

IL LAVORO SVOLTA

LEGGETE ANCHE: Jobs Act: rilanciare il lavoro

  • i giovani sono una garanzia: 1,7 miliardi per garantire ai giovani (18/29 anni) entro 4 mesi dal titolo di studio, il lavoro o il proseguimento degli studi (1 maggio);
  • credito d’imposta per i giovani ricercatori: oggi 600 milioni, in 3 anni lo raddoppiamo;
  • semplificazione dell’apprendistato: contratti a termine più facili;
  • in 6 mesi nuovo codice del lavoro: assegno universale di disoccupazione e revisione degli ammortizzatori sociali
  • tutte le donne in maternità

 

Per le imprese sociali

  • fondo di 500 milioni dal 1 giungo