Maurizio Lupi

 Il Piano Casa aiuta proprietari e inquilini
Marzo 31, 2014

Il Piano Casa aiuta proprietari e inquilini

Piano Casa, dichiarazione del Ministro Lupi sui punti principali del grande provvedimento del governo per affrontare l’emergenza casa.

Con questo decreto abbiamo affrontato diversi punti:

  1. la cedolare secca;
  2. abbiamo dato ai proprietari la certezza che nella nostra legge chi occupa abusivamente una casa commette un reato, quindi non può chiedere la residenza e non può allacciare contratti di gas, acqua e luce;
  3. abbiamo cercato anche di assistere tutte le persone che non ce la fanno, lo Stato deve intervenire presso quelle famiglie che non ce la fanno;
  4. abbiamo dato 200 milioni per il fondo affitti;
  5. abbiamo reso stabile, strutturale il fondo per la morosità incolpevole che il nostro governo ha introdotto per tutte quelle famiglie cioé che hanno sempre pagato l’affitto ma che per vari motivi, rovesci economici, perdite del posto di lavoro, adesso non ce la fanno più. Garantire quindi che l’affitto venga pagato e poi lo Stato interviene sussidariamente;
  6. e, per la prima volta, abbiamo stanziato 500 milioni per la ristrutturazione e la riqualificazione di case popolari abbandonate, cosi da renderle fruibili sul mercato per quelle persone che non possono pagare un affitto a canone concordato.

LEGGETE ANCHE: Piano Casa due: ecco i contenuti principali

Prev Post

Napoli: dimostreremo con i fatti che siamo vicini alla Città

Next Post

Aeroporto di Malpensa: il governo non ha intenzione di indebolirlo

post-bars

4 thoughts on “Il Piano Casa aiuta proprietari e inquilini

Raffaele Andreozzisays:

“Il 21/03/14 ho scritto-a mezzo posta certificata- all’Ater di Trieste chiedendo di riscattare l’alloggio che occupo con la mia famiglia dal 1982.Tale Ente ha risposto con lo stesso mezzo negandomi tale possibilità in quanto”non rientra tra quelli deliberati per la vendita dal consiglio di amministrazione di tale Ente.Infatti ve ne sono molti da circa 10 anni risalenti agli anni 50-60 senza ascensori etc.vi sarà un motivo? Sono piccoli non più idonei agli standard odierni. Il “Suo”Decreto casa” come mai non vale qui a Trieste? Corrispondo da almeno un decennio in media 500 euro mese. Da quest’anno siamo a 600,00 più di una rata di mutuo trentennale, peccato che non ho più l’età e mi sono state trattenute anche i contributi GESCAL durante quasi tutta la vita lavorativa. Ho versato 45 anni di contributi,mi trovo ancora senza una casa mia.La S.V. ritiene che avrò diritto a comprarlo nonostante il diniego dell’ente triestino?

Biagio Porricellisays:

Sig. Ministro,
il Suo impegno è encomiabile, ma talvolta si scontra con il muro di gomma di chi dovrebbe applicare le norme e non lo fa.
Prenda l’art. 5 del Piano Casa, ad esempio. Lei scrive: …abbiamo dato ai proprietari la certezza che nella nostra legge chi occupa abusivamente una casa commette un reato, quindi non può chiedere la residenza e non può allacciare contratti di gas, acqua e luce…
Peccato che Enel Energia, per fare un esempio reale, continui ad ignorare il D.L. 47 del 28/3/14 e, nonostante le reiterate segnalazioni, persista nel fornire energia elettrica ad un immobile occupato abusivamente e tuttora non verifichi all’atto della stipula di un contratto se il contraente abbia titolo o meno per occupare l’appartamento. I call center, come potrà facilmente verificare, ignorano semplicemente la norma che Lei ha contribuito ad emanare e qualsiasi abusivo può, ora come prima del 28/3, chiedere l’allaccio dell’elettricità senza temere nulla, neppure in caso di segnalazione del proprietario! Se ne hanno voglia, i suoi collaboratori possono contattarmi sulla mail che ho fornito così potrò fornirle tutta la documentazione attestante quanto detto.
Malgrado tutto, l’abusivismo è fortemente tollerato, se non addirittura favorito, da aziende che non rispettano esse stesse le leggi nella certezza di non subire da ciò conseguenza alcuna. Alla faccia della tutela dei proprietari!
La ringrazio, comunque, per averci provato.

E – Mail nie jest bezpieczny, aw procesie wysyłania, przesyłania i odbierania e – Maili mogą występować słabe ogniwa.Jeśli luki zostaną wykorzystane, konto można łatwo złamać.

Obecnie oprogramowanie do zdalnego sterowania jest używane głównie w biurze i oferuje podstawowe funkcje, takie jak zdalne przesyłanie plików i modyfikacja dokumentów. https://www.mycellspy.com/pl/tutorials/how-remotely-control-another-android-phone-from-my-phone/

Leave a Comment

Potrebbero interessarti

Giugno 7, 2024