Serve una legge di stabilità formato famiglia

Non si possono ignorare i dati Istat sulla povertà, da cui emerge tra l’altro che i soggetti più colpiti sono le famiglie numerose. Allo stesso tempo non possiamo neppure ignorare che il governo e la maggioranza hanno iniziato ad adottare norme e attuare interventi per contrastare questa deriva. Tra questi ad esempio il bonus bebé e il bonus per le famiglie numerose approvati nelle scorse legge di stabilità, anche grazie ad Area popolare. E’ chiaro che tutto ciò non basta, lo ribadiscono i dati odierni. In merito stiamo dando il nostro contributo al ddl Povertà in discussione alla Camera, ma il nostro impegno continuerà con proposte concrete anche nella prossima legge di stabilità che dovrà essere ‘formato famiglia’. Tra queste proposte ribadiamo innanzitutto la revisione dell’Isee, perché è inammissibile, ad esempio, che nel calcolo di accesso ai servizi del welfare sia incluso il possesso della prima casa come elemento di ricchezza della famiglia. Su questo saremo inflessibili.