GRAVE ERRORE PROROGARE GLI SFRATTI E TOLLERARE L’OCCUPAZIONE ABUSIVA

La casa è certamente un diritto fondamentale delle persone e della loro dignità ma è inaccettabile che, ancora oggi nella discussione sul Milleproroghe, si cerchi di scaricare questo diritto, per mancanza di proposte, su un altro diritto inviolabile: la proprietà. Se non si paga l’affitto è giusto che il proprietario rivendichi il diritto di riappropriarsi della propria casa, perché la crisi economica esiste per tutti, sia per chi paga l’affitto e sia per chi affitta gli immobili.
Quando da Ministro ho creato il Fondo Morosità Incolpevoli (oggi ripreso in discussione anche dai 5 stelle) e dato più fondi per l’edilizia popolare volevo incidere sulle politiche abitative, aiutando coloro che improvvisamente non potevano pagare l’affitto perché in forti difficolta economiche, senza però scaricare tutto il peso della scelta sui proprietari degli immobili, che avrebbero visto essergli corrisposto il canone di locazione. Sapevamo di cosa parlavamo, volevamo restituire dignità alle persone.
Prorogare gli sfratti e tollerare l’occupazione abusiva, invece, non risolverà il problema e aumenterà solo le crescenti tensioni sociali nel Paese.