fbpx
«Comuni, siamo decisivi. Al centro lo spazio c'è non inseguiremo gli altri»

Corriere della Sera del 15 Giugno 2017 di Tommaso Labate «Alla faccia di chi ci diceva che non potevamo ambire al 5%. Una settimana fa eravamo quelli brutti, sporchi e cattivi che bisognava far fuori dal sistema politico. Adesso siamo decisivi quasi ovunque…». Dopo il voto che ha resuscitato l’antico derby del centrosinistra-centrodestra, Maurizio Lupi gongola per la cifra che Alternativa Popolare ha incassato in giro per l’Italia. «Siamo circa al 6% dei Comuni sopra i 15 mila abitanti dove…

Continua a leggere …

Maurizio Lupi: «Non c’è stata alcuna trappola sulla legge elettorale. Semplicemente si è sbagliato il metodo»

Intervista pubblicata su “La Stampa” del 9 giugno 2017 di GIUSEPPE ALBERTO FALCI  «Come ha potuto il Pd fidarsi di Beppe Grillo? Non vi ricordate cosa successe al povero Pier Luigi Bersani» Maurizio Lupi è appena atterrato all’aeroporto di Milano. Risponde al telefono ed esordisce così: «Non c’è stata alcuna trappola sulla legge elettorale. Semplicemente si è sbagliato il metodo». Il presidente dei deputati di Alternativa popolare ha tirato un sospiro di sollievo quando il Pd ha deciso di…

Continua a leggere …

Pubblicato inInterviste Tagged Commenti disabilitati su Maurizio Lupi: «Non c’è stata alcuna trappola sulla legge elettorale. Semplicemente si è sbagliato il metodo»
Lupi. La rivincita di chi non urla. «Insieme al centro. E saremo grandi»

Intervista pubblicata sul quotidiano “Il Giorno” del 9 giugno 2017 Il capogruppo di Ap: “La legge elettorale deve essere migliorata” di GIULIANO MOLOSSI     SALTA, in modo rocambolesco, il patto dei quattro, l’intesa sul «tedeschellum», la nuova legge elettorale. Una legge che ai piccoli partiti di centro non era mai piaciuta, e non solo per quello sbarramento al 5 per cento. Il capogruppo alla Camera di Alternativa Popolare, Maurizio Lupi, un po’ se l’aspettava che finisse così ma forse nemmeno lui…

Continua a leggere …

La politica non ha più alibi, ora si assuma le sue responsabilità. #leggeelettorale

Sulla legge elettorale la Corte costituzionale ha giustamente restituito alla politica le sue responsabilità. Ora non ci sono più alibi per nessuno. Serve una legge elettorale omogenea tra Camera e Senato. Per raggiungere questo risultato occorre un dialogo aperto con tutti in modo che le regole della rappresentanza popolare siano il più condivise possibile. Area popolare ha da tempo depositato una sua proposta. Il Parlamento può iniziare a lavorare senza ulteriori indugi.

Continua a leggere …

No paura voto, politica non si ritiri su l.elettorale – Intervista a #Rtl102.5

Meglio premio a coalizione che a lista, evitiamo finzioni Dobbiamo fare la legge elettorale e dimostrare che la politica non si ritira, la data delle elezioni non è il dibattito centrale ma la conseguenza di un lavoro serio che si fa, ogni legislatura ha una sua scadenza, questa ce l’ha al febbraio del 2018. Nessuno ha paura delle elezioni ma, ovviamente, sarà il Parlamento e il Presidente della Repubblica a decidere se e come sciogliere prima le Camere. Non…

Continua a leggere …

CALENDA HA PIENAMENTE RAGIONE, PRIMA PROBLEMI PAESE

Roma, 2 feb. – Carlo Calenda ha un pregio: ha il coraggio di dire chiaramente come stanno le cose e di parlare nell’interesse del Paese e non di una parte politica. La sua intervista sul Corriere della Sera e’ totalmente condivisibile e dovrebbe farci tutti riflettere. Il dibattito sulla legge elettorale – che va fatta rapidamente, di cui c’e’ evidentemente bisogno, ma c’e’ bisogno di una buona legge e non di una legge purchessia – non deve distogliere il governo…

Continua a leggere …

Su Legge elettorale nel #Pd vedo molta confusione

“Il dibattito sulla legge elettorale sta portando a galla tutte le contraddizioni e le indecisioni che attraversano il Partito democratico. Si è passati dalla difesa dell’Italicum alla riproposizione del Mattarellum con turno unico, poi si torna al doppio turno con ballottaggio, non mancano difese di un sistema proporzionale. Avanti di questo passo e qualcuno proporrà l’adozione del tanto vituperato, un tempo, sistema spagnolo… La legge elettorale ha un suo naturale luogo di elaborazione e discussione, che è il Parlamento….

Continua a leggere …

Bene FI dialogante – Intervista al Corriere della Sera

Quella del 2013 con le larghe intese era la strada giusta ROMA La prima premessa è chiara: «Non si fanno leggi elettorali per sfavorire qualcuno — come il M5S — o per favorire altri. La storia insegna che, quando ci si prova, si fallisce sempre: la Dc volle il Mattarellum, che ne decretò la definitiva sconfitta». La seconda lo è ancora di più: «Le larghe intese non si annunciano, né si fanno prima delle elezioni, altrimenti sarebbero coalizioni. Possono essere…

Continua a leggere …

Il centrodestra ritrovi l'unità – Intervista a Il Giornale

Roma La collaborazione di Forza Italia con il governo per il salvataggio del Monte dei Paschi di Siena è un primo passo importante sulla strada della collaborazione. La possibilità di un centrodestra non più lacerato nel prossimo futuro si gioca nella delicata partita sulla legge elettorale. E proprio sulla scelta del sistema di voto ieri si è riaperta la polemica tra Pd e Fi dopo un intervento del capogruppo Pd al Senato, Luigi Zanda, che ha ancora una volta…

Continua a leggere …