Dal 21 al 24 marzo si celebra in vari posti d’Italia la 27° Giornata di preghiera e digiuno in memoria dei missionari uccisi “in odio alla fede”.

Dal 21 al 24 marzo si celebra in vari posti d’Italia la 27° Giornata di preghiera e digiuno in memoria dei missionari uccisi “in odio alla fede”. Papa Francesco ha più volte sottolineato che “oggi, più che nei primi secoli, ci sono tanti martiri che danno la propria vita per Cristo. Questa è la nostra Chiesa”. Sono andato recentemente a visitare la Basilica di San Bartolomeo, sull’Isola Tiberina a Roma, è un “pellegrinaggio” che consiglio an tutti. In quella chiesa c’è…

Continua a leggere …

 “European Union: Challenges 2018 Christian Democratic dialogues”: il mio discorso sulla Sussidiarietà 

 “European Union: Challenges 2018 Christian Democratic dialogues” – Praga, 16-18 Ottobre 2018- Il mio discorso sulla Sussidiarietà La politica come forma più alta di carità (Paolo VI) La politica come dimensione essenziale della convivenza civile (Papa Francesco) La politica in quanto forma più compiuta di cultura e “La cultura si situa sempre in relazione essenziale e necessaria a ciò che è l’uomo” (don Giussani che cita Giovanni Paolo II) La religione per i legislatori non è un problema da…

Continua a leggere …

Le parole del Papa sull'accanimento terapeutico e sull'eutanasia mi sembrano chiarissime: no all'accanimento terapeutico, no all'eutanasia.

Le parole del Papa sull’accanimento terapeutico e sull’eutanasia mi sembrano chiarissime: no all’accanimento terapeutico, no all’eutanasia. Che non siano una innovazione del magistero si preoccupa di sottolinearlo anche Papa Francesco, che non a caso cita Pio XII (1957), la dichiarazione della congregazione per la Dottrina della fede (1980) e il Catechismo della Chiesa cattolica (1992). Il no della Chiesa all’accanimento terapeutico in nome della dignità della persona anche nella morte è un dato acquisito. Così come il no all’eutanasia,…

Continua a leggere …

Ascoltiamo il Papa, chi ha bisogno di noi non è una minaccia

Spero vivamente che i capi di governo e di Stato europei ascoltino l’accorato appello che ha rivolto loro oggi papa Francesco: l’Europa deve riscoprire sé stessa, deve reimpossessarsi di quell’ideale che gli ha permesso di abbattere muri e aprire frontiere. Il papa l’ha espresso nella forma del sogno, spetta a noi politici tradurlo nella concretezza di una solidarietà economica e umana di fronte ai nuovi bisogni  e alle nuove sfide che i nostri popoli stanno vivendo. Non è possibile che uno…

Continua a leggere …

Pubblicato inAttualità Tagged,, Commenti disabilitati su Ascoltiamo il Papa, chi ha bisogno di noi non è una minaccia
Il Papa non incentiva i clandestini, richiama l’Europa al suo dovere

Il gesto di accoglienza del Papa e le sue parole sul dramma dei profughi non incentivano assolutamente l’immigrazione clandestina, piuttosto richiamano tutti noi, come singoli, come politici e come Paesi europei, a non rifugiarci nell’indifferenza e nell’ipocrisia di fronte a centinaia di migliaia di persone e famiglie in fuga dalla guerra, dalla persecuzione e dalla miseria. Ognuno faccia la sua parte, il Papa stesso ha detto che comprende le paure dei cittadini, dice anche che quella dell’immigrazione è una…

Continua a leggere …

Salvini confuso, attacca il Papa quando dovrebbe ringraziarlo

Salvini mi sembra confuso, attacca il Papa quando invece dovrebbe ringraziarlo. Perché se c’è una possibilità di affrontare in modo umano e politicamente dignitoso la catastrofe della migrazione di massa a cui stiamo assistendo, la strada è esattamente quella indicata dal Papa, che con il suo gesto di oggi e i suoi continui appelli speriamo svegli l’Europa, sempre più assente sulla scena internazionale di fronte ai drammi che stiamo vivendo. È questa la catastrofe, un continente ricco nell’economia, nella…

Continua a leggere …

Pubblicato inAttualità Tagged,, Commenti disabilitati su Salvini confuso, attacca il Papa quando dovrebbe ringraziarlo