Google Google+

Lupi: Non accettiamo imposizioni dal Parlamento europeo

8 settembre 2015 di Maurizio Lupi

“Il riconoscimento di diritti alle persone omosessuali che realizzano unioni stabili è una prerogativa del Parlamento italiano. La forma di questo riconoscimento verrà liberamente decisa da deputati e senatori. L’Europarlamento, in tale senso, è libero di pensarla come vuole ma non può chiedere a uno Stato sovrano di ‘dire sì ai matrimoni gay’. Il matrimonio e la famiglia sono istituti ben definiti dalla nostra Costituzione, riguardano un uomo, una donna e i loro figli. Il riconoscimento delle cosiddette unioni civili in Italia avverrà secondo modalità che lo distinguano nettamente dal matrimonio, checché ne pensino a Strasburgo”. Lo dichiara il presidente dei deputati di Area popolare Maurizio Lupi.

 


Iscrivimi alla newsletter di Maurizio Lupi
10 febbraio 2017

La politica non ha più alibi, ora si assuma le sue responsabilità. #leggeelettorale


25 ottobre 2016

Oggi a #corrierelive sul referendum


12 dicembre 2016

Da Milano doppio no a stepchild adoption – Sole24 ore


10 giugno 2016

Candidati grillini inadeguati. A Napoli voterei Lettieri