Lombardia: continuiamo a produrre risultati incredibili

Intervista a Il Giornale su Lombardia e prossime elezioni. Presentiamoci uniti per non disperdere un patrimonio capace diprodurre risultati incredibili

Testo tratto da Dossier Lombardia il Giornale del 1 dicembre 2012
DA DOVE PARTIAMO > Se vogliamo recuperare il rapporto con il nostro elettorato, l’unico modo è quello di mettere in campo una proposta credibile di governo della Regione. E’ quello che abbiamo fatto in questi anni. Roberto Formigoni è stato espressione di un’idea di governo fondata sulla sussidiarietà, sulla capacità di valorizzare ciò che esiste e merita, di far crescere chi, dal basso, risponde alle esigenze dei cittadini in modo spesso più efficace di quanto saprebbe fare l’amministrazione pubblica. Libertà contro centralismo. Un modello che, è sotto gli occhi di tutti, funziona e produce risultati incredibili.
Leggi anche “Se tutte le Regioni fossero come la Lombardia…
RAPPORTO CON LA LEGA > Sarebbe un errore perdere questo patrimonio dividendosi e consegnando, di fatto, la Regione alla sinistra. Non mi piace discutere di formule e alchimie ma le primarie sono sicuramente un grande strumento di democrazia e partecipazione che può rivitalizzare il nostro elettorato. Non a caso il segretario Alfano le ha volute e continua a volerle a livello nazionale. Le primarie però non sono la bacchetta magica con cui si risolvono tutti i problemi. In Lombardia occorre ripartire da ciò che serve ai cittadini.
I cittadini lombardi sono molto pragmatici. Se hanno voluto che Roberto Formigoni guidasse la Regione dal 1995 a oggi, non è per qualche motivo occulto ma perchè hanno riconosciuto il suo buongoverno. Questo elemento risulterà fondamentale alle prossime elezioni.

Ti è piaciuto questo articolo? > Iscriviti alla newsletter