Maurizio Lupi

 Il Programma Elettorale del Pdl per le elezioni 2013
Gennaio 15, 2013

Il Programma Elettorale del Pdl per le elezioni 2013

Ecco il programma elettorale del Pdl per le prossime elezioni: famiglia, giovani, sviluppo, imprese, lavoro, tagli allo Stato e alla politica, istituzioni moderne e giustizia degna del nostro Paese

Risorse utili:

Lascia il tuo commento!

E SI IMPEGNANO
A PROMUOVERE E A REALIZZARE
ENTRO LA XVII LEGISLATURA I SEGUENTI PUNTI PROGRAMMATICI

  • PER LA FAMIGLIA E PER IL FUTURO DEI GIOVANI
  • PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE E DEL LAVORO
  • PER LA RIDUZIONE DEI COSTI DELLO STATO E DELLA POLITICA
  • PER COSTRUIRE ISTITUZIONI PIU’ MODERNE
  • PER UNA GIUSTIZIA DEGNA DI UN PAESE CIVILE

1. Istituzioni adeguate e moderne favoriscono lo sviluppo del paese

  • Elezione diretta e popolare del Presidente della Repubblica
  • Rafforzamento dei poteri del Governo
  • Riforma del bicameralismo, Senato federale, dimezzamento del numero dei parlamentari e delle altre rappresentanze elettive
  • Revisione dei regolamenti parlamentari e snellimento delle procedure legislative, con tempi certi per l’approvazione delle Leggi
  • Riordino e ulteriore semplificazione della legislazione vigente
  • Abolizione delle Province tramite modifica costituzionale
  • Con la piena entrata in vigore della riforma costituzionale sul pareggio di bilancio e della relativa Legge rafforzata, superamento del Patto di Stabilità interno per gli enti locali

Ecco la proposta del Pdl per l’elezione diretta del Presidente della Repubblica
Pdl per costruire istituzioni più moderne

2. Dimezzamento dei costi della politica

  • Abolire il finanziamento pubblico dei partiti (nessun fondo pubblico ai partiti)
  • Dimezzare tutti i costi della politica

Ecco che cosa abbiamo fatto quando eravamo al governo per tagliare gli sprechi della “casta” e quanto ho votato anche io personalmente per ridurre odiosi privilegi della politica.
Pdl per la riduzione dei costi dello Stato e della politica

3. Più Europa dei Popoli, meno euro-burocrazia

  • Superamento di una politica europea di sola austerità
  • Accelerazione delle quattro unioni: politica, economica, bancaria, fiscale
  • Attribuzione alla Bce del ruolo di prestatore di ultima istanza, sul modello della Federal Reserve americana
  • Euro-bond e project-bond per una rete europea di sicurezza e di sviluppo
  • Esclusione delle spese di investimento dai limiti del patto di stabilità europeo
  • Elezione popolare diretta del Presidente della Commissione europea, e ampliamento della potestà legislativa del Parlamento europeo
  • Costituzione di una agenzia di rating europea
  • Centralità dell’Italia nella politica Europea, nella Alleanza atlantica, nel dialogo euro-mediterraneo, nel rapporto con l’Est
  • L’Italia in Europa e nel mondo a difesa della libertà, della democrazia, dei diritti umani, e delle libertà religiose

4. Per un’Italia federale e unita: Nord, Centro e Sud protagonisti

  • Piena attuazione della riforma federale come da Legge 42 del 2009
  • I costi per i beni e i servizi, ivi compreso il costo per il personale, in tutte le regioni e gli enti pubblici, devono essere quelli relativi al valore più basso (costi standard)
  • Abolizione degli enti inutili
  • Entro la fine della legislatura:

a) istituzione di macroregioni attraverso le intese di cui all’ar t. 117 penultimo comma della Costituzione

b) Attribuzione e utilizzo in ambito regionale, prevedendo la riduzione della pressione fiscale, di risorse in misura non inferiore al 75% del gettito tributario complessivo degli Enti di cui all’ar t. 114 della Costituzione prodotto nel singolo territorio regionale e che le risorse prodotte dal restante 25% del gettito tributario complessivo siano utilizzate dallo Stato per sostenere le spese dell’Amministrazione relative a funzioni non territorializzabili (p. es.: politica este ra e interessi debito pubblico) e quelle relative alla perequazione nazionale

  • Rilancio del Piano Nazionale per il Sud voluto e implementato dal Governo Berlusconi
  • Riordinare le priorità: turismo; infrastrutture e ambiente; università e istruzione; innovazione, ricerca e competitività
  • Utilizzare tutti i fondi comunitari disponibili attraverso il Piano di Azione e Coesione evitando sprechi e mancati im pegni delle risorse, applicando gli stessi meccanismi sanzionatori, per le amministrazioni inadempienti, già previsti nell’ambito del federalismo fiscale

Ecco l’azione del Governo Berlusconi verso il Federalismo Fiscale

5. Famiglia

a) La persona e la famiglia sono al centro del nostro programma. La difesa e il sostegno alla famiglia, comunità naturale fondata sul matrimonio tra uomo e donna, la promozione della dignità della persona e la tutela della vita, della libertà economica, educativa e religiosa, della proprietà privata, della dignità del lavoro, la solidarietà e la sussidiarietà saranno i punti di riferimento della nostra azione legislativa

  • Un fisco favorevole alla famiglia: a parità di reddito paghino meno tasse le famiglie più numerose (quoziente familiare)
  • Bonus bebè
  • Piano di sviluppo degli asili nido
  • Buono (o credito di imposta) per scuola, università per favorire libertà di scelta educativa delle famiglie
  • Rendere totalmente detraibili dall’imponibile fiscale le spese per l’educazione e l’istruzione dei figli
  • Sostegni straordinari alle famiglie per l’assistenza ai disabili e agli anziani non autosufficienti

Ecco i risultati del Pdl nel migliorare l’azione di Monti a favore della famiglia.
Pdl per la famiglia e il lavoro dei giovani

6. Riforma fiscale

a) Abbassare le tasse è fondamentale per lo sviluppo del paese:

  • Eliminazione dell’IMU sulla prima casa. A QUESTA PROPOSTA SI AFFIANCA QUELLA DI RIMBORSO DELL’IMU SULLA PRIMA CASA.
  • No alla patrimoniale
  • No all’aumento Iva
  • Tendenziale azzeramento (in 5 anni) dell’Irap, a partire dal lavoro , con priorità alle piccole imprese e agli artigiani
  • Diminuzione della pressione fiscale di 1 punto all’anno (5 punti in 5 anni)
  • Detassazione degli utili reinvestiti in azienda
  • Innalzamento limite uso del contante, con riferimento ai livelli medi europei
  • Fiscalità di vantaggio co me politica di sviluppo economico territoriale

b) Fisco amico e non nemico del contribuente:

  • Assistenza preventiva deg li uffici finanziari
  • “Contrasto di interesse” i contribuenti possono scaricare dall’imponibile fatture e ricevute
  • Concordato fiscale preventivo
  • Revisione e riduzione de i poteri di Equitalia
  • Revisione radicale del redditometro
  • Costituzionalizzazione dei diritti del contribuente
  • Compensazione tra crediti verso la PA e debiti fiscali, per le famiglie e per le imprese
  • Generale semplificazione degli adempimenti fiscali delle PMI, degli artigiani e dei lavoratori autonomi senza struttura o con struttura di piccole dimensioni

Ecco le riduzioni delle tasse operate dai Governi Berlusconi e l’azione per diminuire la burocrazia

Vuoi realizzare con noi questo programma? > Iscriviti alla newsletter

7. Le banche hanno avuto tantissimo, ora diano

  • Irrevocabilità di mutui e finanziamenti già erogati
  • Moratoria su rate di mutuo non pagate negli ultimi 18 mesi, con adeguamento del piano di ammortamento alle capacità economiche del debitore
  • Favorire nuovo accesso al credito per famiglie, giovani e imprese
  • I finanziamenti della Banca Centrale Europea alle banche italiane devono essere destinati prioritariamente al credito per famiglie, giovani e imprese
  • Separazione e/o specializzazione tra banche di credito e banche di investimento, anche attraverso opportuni incentivi e disincentivi fiscali
  • Rivedere Basilea III: parametri troppo rigidi alimentano la stretta creditizia
  • Favorire le nuove forme di finanzia mento e sostegno alle imprese: private equity, venture capital
  • Valorizzare i Confidi con relativa patrimonializzazione dei fondi di garanzia
  • Eventuali salvataggi bancari devono essere solo a tutela dei risp armiatori e non degli azionisti di controllo
  • Valorizzazione del sistema bancario a vocazione territoriale

Ecco l’impegno del Pdl per fare pressing sulle banche: devono sostenere la famiglia e l’impresa concedendo il credito richiesto. Ecco l’interpellanza e il mio intervento alla Camera su questo tema.

8. Dalla parte delle imprese, dalla parte del lavoro, dalla parte delle professioni

  • Riconoscimento alle imprese, per le nuove assunzioni di giovani a tempo indeterminato, di una detrazione (sotto forma di credito d’imposta) dei contributi relativi al lavoratore assunto, per i primi 5 anni
  • Centralità delle PMI nel modello di sviluppo italiano
  • Sostituzione dell’attuale sistema dei sussidi alle imprese con contestuale ed equivalente riduzione delle tasse sul lavoro e sulla produzione
  • Passaggio dalle autorizzazioni ex ante ai controlli ex post
  • Pagamenti più rapidi della pubblica amministrazione, in applicazione della direttiva europea sui ritardi di pagamento
  • Utilizzo della Cassa Depositi e Prestiti, con particolare attenzione alle vocazioni territoriali degli azionisti, per finanziare l’innovazione e garant ire i crediti alle esportazioni
  • Sviluppo dei distretti e delle reti d’impresa
  • Tutela e valorizzazione delle imprese commerciali di piccola dimensione, al fine della salvaguardia e della coesione sociale delle comunità locali
  • Apertura al mercato dei settori chiusi, in particolare dove persistono monopoli o oligopoli statali, a partire da scuola, università, poste, energia e servizi pubblici locali
  • Sviluppo di meccanismi concorrenziali e di vigilanza per contrastare accordi di cartello nel settore assicurativo
  • Favorire le imprese di giovani imprenditori: per 3 anni, vantaggi fiscali per le imprese di under 35
  • Valorizzare le libere professioni, riconoscendone le funzioni sussidiarie di pubblico interesse
  • Ritorno alla Legge Biagi per uno “Statuto dei Lavori”
  • Risoluzione della questione esodati
  • Sviluppo della contrattazione aziendale e territorial e (ex art. 138 D.L. 138/2011)
  • Detassazione del salario di produttività
  • Sostegno all’occupazione giovanile attraverso la totale detassazione dell’apprendistato fino a 4 anni
  • Buoni dote per la formazione
  • Maggiore trasparenza per i sindacati su iscrizioni e bilanci
  • Tetto alle pensioni d’oro
  • Incoraggiamento a indirizzare quote di risparmio su pensioni integrative
  • Sviluppo del telelavoro
  • Partecipazione agli utili da parte dei lavoratori
  • Revisione dei premi Inail, con particolare riferi mento alle PMI e agli artigiani, in funzione del rischio reale, sulla base di un criterio bonus-malus

Il Governo Berlusconi ha messo in campo tanti provvedimenti contro la crisi e per sostenere l’impresa
Pdl per lo sviluppo delle imprese e del lavoro

9. Infrastrutture

  • Uso della leva fiscale (sotto forma di credito d’imposta) per lo sviluppo delle infrastrutture e project financing
  • Piano generale per la mobilità urbana sostenibile
  • Potenziamento della logist ica e del trasporto merci
  • Nuova legge obiettivo “Infrastrutture per l’Italia”: azioni mi rate per snellire le procedure e approvare più velocemente le infr astrutture necessarie per il paese
  • Progetto “Adotta una infrastruttura”: chi finanzia un progetto infrastrutturale, di un elenco stabilito dallo Stato, può detrarre dalle imposte il 90% del contributo e partecipare alle attività di controllo della realizzazione dello stesso
  • Realizzazione, nei tempi europei, delle linee ferroviarie ad alta velocità, a partire dalla Torino-Lione e potenziamento della rete ferroviaria nazionale
  • Completamento del processo di regionalizzazione dell’ANAS
  • Rilancio dell’iniziativa di liberalizzazione e privatizzazione delle reti infrastrutturali e dei pubblici servizi, come da D. L. 138 del 13 agosto 2011

Le grandi opere messe in cantiere dal Governo berlusconi

10. Turismo: il nostro petrolio

  • Abbassamento dell’IVA nel settore turist ico, coerentemente con la normativa comunitaria
  • Valorizzazione e stabilizzazione delle concessioni balneari al fine di garantire il rilancio degli investimenti
  • Politica più incentivante dei visti turistici
  • Sviluppo del turismo sociale, favorendo la destagionalizzazione
  • Strategia strutturata Stato-regioni per la promozione turistica all’estero

11. Agricoltura

  • Eliminazione dell’IMU sui terreni e i fabbricati funz ionali ad attività agricole
  • Rilancio della imprendit oria giovanile in campo agricolo attraverso la riduzione fiscale per i giovani che aprono imprese agricole e attribuzione di appezzamenti del demanio agricolo per creare nuove imprese
  • Maggior tutela degli interessi italiani nel negoziato per la Politica Agricola Comune (PAC)
  • Tutela delle produzioni italiane tipiche dalla contraffazione

12. Pubblica Amministrazione

  • Favorire le progressioni di carriera per merito rispetto a quelle per anzianità
  • Semplificare le procedure delle gare d’appalto e dissuadere i ricorsi immotivati
  • Incentivare la produttività nella Pubblica Amministrazione e definire sanzioni per il mancato rispetto dei tempi di risposta a famiglie e imprese
  • Appalti a km zero, a parità di costo, soprattutto per le PMI
  • Piena applicazione delle norme attinenti la mobilità obblig atoria nel pubblico impiego
  • Previsione, anche per la PA , solo di mandati dirigenziali a tempo determinato rinnovabili

Grazie alla riforma Brunetta cala ancora l’assenteismo nella Pubblica Amministrazione.

13. Energia

  • Piano energetico nazionale: deve tenere conto dello sviluppo delle fonti rinnovabili, dello stato della rete, degli impianti previsti
  • Diminuzione delle tasse (accise) che incidono sul costo dell’energia
  • Nuove azioni per favorire la concorrenz a nel settore energetico e contrastare gli oligopoli
  • Sviluppo del sistema di incentiv i per le energie rinnovabili evitando di creare rendite di posizione dannose
  • Più incentivi per gli investimenti in nuove tecnologie finalizzate alla riduzione dei consumi energetici
  • Incrementare gli investimenti per la realizzazione della smart grid , finalizzati ad aumentare l’efficienza delle reti di trasmissio ne di energia elettrica

14. Ambiente, green economy e qualità della vita

  • Nuovo piano per il riassetto idrogeologico del Paese
  • Messa in sicurezza del patrimonio immobiliare, da realizzare attraverso benefici fiscali e finanziamenti agevolati
  • Rifiuti: realizzare cicli integrati regionali di smaltimento, con l’obiettivo dell’autosufficienza; incentivar e la raccolta differenziata e la riduzione della produzione dei rifiuti
  • Valorizzare il sistema dei parchi e delle aree protette, attraverso l’uso della leva fiscale, per favorire nuove im prese e occupazione
  • Green economy : puntare su quattro settori strategi ci: eco-innovazione, fonti rinnovabili, riciclo dei rifiuti e mobilità sostenibile
  • Tutela degli animali da compag nia e affezione e cancellazione delle spese relative agli stessi dal redditometro
  • Misure contro gli abbandoni degli animal i come strumento di lotta al randagismo
  • Smart Cities : dare impulso allo sviluppo delle città “intelligenti”, coinvolgendo capitali privati e utilizzando stimoli fiscali
  • Nuovo rapporto sinergico ambiente-turismo

Vuoi realizzare con noi questo programma? > Iscriviti alla newsletter

15. Scuola, università e ricerca

  • Raddoppio detassazione utili reinvestiti in ricerca
  • Credito di imposta automatico sugli investimenti relativi a innovazione di prodotti, processi, organizzazione
  • Piena implementazione de l Fondo per la conce ssione di un credito di imposta per la ricerca e lo sviluppo istituito con l’ultima Legge di Stabilità, con particolare riferimento alle PMI
  • Prestito d’onore – credito allo studio
  • Esenzione fiscale totale sulle borse di stud io sia per il benefic iario che per chi le finanzia
  • Autonomia delle scuole nella scelta degli insegnanti, negli organici e nella gestione efficiente dell’offerta scolastica e formativa
  • Valutazione di scuole, docenti e università al fine di favori re la meritocrazia
  • Avvio e sviluppo dell’agenda digitale nella scuola
  • Favorire rapporto scuola-impresa anche sostenendo i percorsi di formazione professionale, sul modello de lle scuole tecniche tedesche
  • Razionalizzare la distribuzione territoriale degli istituti e degli insegnamenti universitari
  • Agganciare la distribuzione del fondo di finanziamento ordinario per le università a parametri strutturati di qualità
  • Inizio del percorso educativo a 5 anni
  • Sviluppo e valorizzazione dell’inglese come lingua di insegnamento nei corsi di laurea

I fatti del nostro governo per una scuola di qualità e il mio impegno da sempre in politica per il sostegno delle scuole paritarie.

16. Welfare

  • Modello di welfare basato sulla tradizione sussidiaria italiana e incentrato sul valore della persona, della famigl ia, del lavoro e del rappor to con il territorio
  • Buono-dote o credito di im posta per la libera scelta nei servizi del welfare
  • Stabilizzazione e raddoppio del 5 per mille
  • Misure per favorire la conciliazione dei tempi di vita e lavoro delle famiglie
  • Revisione e potenziamento degli strumenti previsti dalla Legge 328 del 2000, tramite incremento dei fondi ad essi
  • Legge 180 del 1978 (emergenza salute mentale)
  • Ripristino delle opportunità di accesso ai servizi pubblici a domanda individuale per i cittadini italiani

17. Casa e edilizia

  • Favorire l’acquisto e il riscatto da parte degli inquilini delle case degli enti pubblici
  • Nuovo piano casa:

a) realizzare alloggi di edilizia convenzionata, popolare, libera, in affitto agevolato attraverso incentivi fiscali, premi volumetrici, semplifi cazione delle procedure per il recupero di aree già edificate o dismesse
b) incentivare e agevolare il recupero del patrimonio immobiliare italiano per l’adeguamento a criteri di risp armio e di efficienza energetica e messa in sicurezza antisismica

  • Ripristino delle condizioni di parità per i cittadini italiani nelle ass egnazioni degli alloggi di edilizia residenziale pubblica
  • Sospensione per due anni dell’im posta di registro sulla vendita tra privati di immobili utilizzati come prima casa e di mezzamento per gli altri immobili

18. Agenda digitale 2013-2017

  • Piena applicazione, a ogni livello della PA, del Codice dell’Amministrazione Digitale
  • Scuola: compimento progetto “Scuola 2.0”
  • Rivedere i criteri per la definizione di start up innovative e creazione di zone franche urbane nei capoluoghi di provincia dotati di ad eguate infrastrutture
  • Libero accesso alle reti
  • Realizzare il portale “Italia intelligente: il modello italiano”, dove raccogliere le migliori esperienze itali ane e straniere
  • Portare a compimento la strategia di Open government e Open data avviata dal governo Berlusconi nell’ottobre 2011
  • Portare a compimento la realizzazione del pr incipio generale di trasparenza assoluta della Pubblica Amministrazione, con il coinvolgimen to attivo dei cittadini
  • Promuovere l’utilizzo del cloud computing nella pubblica amminist razione, per ridurre i costi dell’ICT e avere capacità di erogare servizi online a tutti
  • Diffondere capillarmente la banda larga e larghissima
  • Fatturazione elettronica

19. Giustizia

  • Separazione delle carriere tra magistrati inquirenti e giudicanti
  • Vera responsabilità civile dei magistrati
  • Carriera dei magistrati basata più sul merito che sulla anzianità.
  • Norme più liberali e garantiste su intercettazioni
  • Divieto di pubblicazione delle intercettazioni
  • Inappellabilità delle sentenze di assoluzione
  • Revisione e limitazione degli incarichi extragiudiziari dei magistrati
  • Limitazione della carcerazione preventiva, maggior dignità per i cittadini detenuti e incentivazione del lavoro nelle carceri
  • Piena e totale implementazione dell’informatizzazione della giustizia e processo telematico
  • Riduzione dei tempi della giustizia civile, penale e tributaria
  • Attuazione del giusto processo, con pari dignità tra accusa e difesa
  • Potenziamento della legislazione sui reati contro il patrimonio (furti in appartamenti e ville, rapine)
  • Istituzione di una sezione distaccata del Consiglio di Stato al Nord

Senza giustizia non c’è libertà. Ecco che cosa ha potuto fare il Governo Berlusconi per una Giustizia giusta.
Pdl per una giustizia degna di un paese civile

20. Sicurezza

  • Prosecuzione dell’opera del Go verno Berlusconi nel contrasto totale alla criminalità organizzata e piena e totale implementazione dell’Agenzia per i beni confiscati
  • Incremento della lotta per la legalità, per il contrasto ai fenomeni della immigrazione clandestina, della criminalità predatoria
  • Potenziamento delle forze dell’ordine, assicurando il massimo sostegno sia economico che logistico e attuando la specificità per gli operatori della sicurezza
  • Realizzazione di un efficace presidio del territorio, attraver so il coinvolgimento di regioni ed enti locali nei “Patti te rritoriali per la sicurezza”
  • Valorizzazione della risorsa tecnologica sia per le forze dell’ordi ne sia incentivando i privati e gli enti locali
  • Rafforzamento degli accordi bilaterali fra stati per l’attuazione di politiche di rimpatrio effettivo degli immigrati clandestini e definizione degli accordi bilaterali per scontare la pena detentiva nei paesi d’origine
  • Nuova legislazione per combattere il degrado nelle aree metr opolitane e incentivazione della cooperazione tra tutte le forze di polizia presenti con programmi di prevenzione situazionale
  • Maggiore impegno dello Stato sul fronte del reintegro soci ale di chi è sinceramente intenzionato a cambiare condot ta e a scegliere in maniera de finitiva la via della legalità

Mai nessun governo così duro contro la mafia e così attento alla sicurezza del nostro Paese.

Vuoi realizzare con noi questo programma? > Iscriviti alla newsletter

21. Cultura, sport e spettacolo

  • Non può esserci un taglio indiscriminato delle risorse pubb liche, ancora essenziali nel settore, ma neppure una irragionevole chiusura all’apporto dei privati
  • Finalizzare gli introiti prodotti dai beni cult urali agli investimenti sulla cultura
  • Valorizzare “l’esistente invisibile”: i musei italia ni svuotino le cantine
  • Avviare la sperimentazione dell ’affidamento in concessione ai privati dei musei più in difficoltà
  • Riforma organica della fiscalità delle associazioni sporti ve dilettantis tiche per la promozione dello sport di base
  • Agevolazioni fiscali per investimenti di privat i nella costruzione di impianti sportivi di riconosciuto interesse generale
  • Separazione tra cultura e spettacolo nell’assegnazione di risorse pubbliche

22. Grande attacco al debito pubblico.

Far dimagrire lo Stato, i cittadini danno già troppo: per la sostenibilità delle proposte programmatiche sopra esposte

  • In 5 anni, rapporto debito-Pil sotto quota 100%
  • Attacco complessivo al debito pubblico da 400 miliardi, basato su: vendita di immobili pubblici; messa sul mercato anche di partecipazioni azionarie pubbliche sia statali che locali; valorizzazione delle concessioni demaniali; convenzioni fiscali con la Svizzera per le attività finanziarie detenute in quel Paese
  • Tendenziale dimezzamento degli oneri del servizio del d ebito in 5 anni
  • Costituzione di un grande fondo obbligazionario a cui lo Stato conferisca parte del suo patrimonio pubblico
  • A tutela degli interessi nazional i, rigoroso criterio di recipr ocità con gli altri Paesi, per evitare attacchi a danno delle aziende strategiche; privatizzare sì, svendere no

23. Piano di attacco alla spesa pubblica eccessiva e improduttiva

  • Intervento di forte riduzione della spesa pubblica, per un risparmio di almeno 16 miliardi all’anno
  • Riduzione di una quota par i al 3% delle attuali Tax expenditures
  • Ogni legge di spesa dev e avere una scadenza ( Sunset legislation)

Questo programma è il nostro impegno nella legislatura 2013-2018 per promuovere lo sviluppo, la crescita e la modernizzazione del Paese.
Roma, 12 gennaio 2013

Prev Post

Il patto del parlamentare Pdl per le elezioni

Next Post

Imu: adesso tutti danno ragione al Pdl

post-bars

243 thoughts on “Il Programma Elettorale del Pdl per le elezioni 2013

Giovanni D'Ambrasays:

Bravi! Continuate così ! E ricordate SEMPRE che Silvio Berlusconi dal 1994 E’ risorsa per tutti noi e per l’Italia !
E lo sarà sempre !

Roberto Caponerisays:

Non l’ho ancora letto. Mi piace però essere il primo ad aver “commentato”. Domani completo.
Ciao Maurizio

Grazie Roberto. Facciamolo girare, condividiamolo e punto dopo punto iniziamo a farlo nostro.
Maurizio

Giovanni, non ho capito se sei sarcastico o… In un anno il governo dei tecnici ha prodotto tanti disastri con l’approccio del solo rigore senza sviluppo. È questo il Paese che vogliamo? Allora cambiamolo insieme.
Maurizio

Egr. Maurizio
Il programma è perfetto, come sempre dal 94, è la sua realizzazione che non lo è. Dire che nel 94 è stata colpa di Bossi, nel 2001 di Casini, nel 2008 di Fini è riduttivo. Così come a sinistra quando danno la colpa a Bertinotti (Prodi1) e Mastella (Prodi2).
Forse è il sistema come attuato fin’ora che non va.
Lunedì mi sembra di avere capito ascoltando Vitta alla Creta che un sistema, dove i 2 più grandi partiti mettono al centro la politica e non la persona (l’uno perché ancorato ad un’idea che l’ordinamento statale prevalga sull’individuo, l’altro perché dentro la logica dell’uomo solo al comando che a sua volta riduce la persona), non possa funzionare e non possa essere il nostro.
Oggi la situazione è ancora questa e non basta scrivere delle buone intenzioni.
Saluti
Lucio
PS : l’abolizione delle provincie, come crederci ancora?

vincenzo bellasays:

Ovvio che è sarcastico , è così paradossale l’affermazione.
Quanto ai disastri del governo dei tecnici,ricordiamo che ha dovuto lavorare in situazione di emergenza, un’emergenza determinata da anni di governo Berlusconi e suo che in ogni circostanza si e rivelato “più realista del re”, mentre i ristora continuavano ad essere pieni. Vincenzo.

paolo facchinisays:

Bello! I punti che mi interessano ci sono tutti.
Peccato che ci fossero anche in tutti i programmi elettorali precedenti.
Sono ancora lì. Anche quelli essenziali.
In base a quale credito di fiducia dovrei votare ancora un partito che si è dimostrato infedele fino ad ora?
Sai bene che, dopo la precedente elezione, non ci sono scuse!
PS. Più precisamente: come pensate di valutare insegnanti e scuole? Userete ancora la tecnica Gelmini: decido io senza ascoltare nessuno? mah

Giacomo di Bartolosays:

Cosa intende per piena applicazione delle norme attinenti la mobilità obbligatoria nel pubblico impiego?.
Cosa ne pensa delle tante persone/famiglie, che pur avendo un posto vicino casa dove lavorare, viene sbattuto in un altra sede e non si capisce il motivo ho l’utilità. Ottimizzare le risorse umane significa anche agevolere il ricongiungimento famigliare.
Cordialmente Giacomo di Bartolo

Enrico Colombosays:

Va tutto bene tuttavia manca chiarezza nella parte che riguarda i costi della politica e le riforme urgenti:
1- Eliminazione del vitalizio a partire dalla istituzione
2- Rimborso del finanziamento pubblico ricevuto dai partiti dopo il referendum (è una truffa)
3- I parlamentari devono lasciare ogni incarico pubblico dopo due legislature
4- Riforma urgente della sanità dove non si entra con punteggio di laurea inferiore a 80/100 e solo dopo concorso VERO.
5- Riforma giustizia idem come sopra

maurizio giandinotosays:

Non ho mai avuto dubbi sui programmi, ora del PdL e prima di Forza Italia. Oggi sono liberale nel DNA, ma c’è stato un tempo, negli anni dell’Università (1968, Lettere, a Roma) in cui inevitabilmente gli studenti, io compreso, vagheggiavano per le idee di sinistra.
Essere “arrivati” al liberismo è anche meglio, perché è stato il frutto di un approfondimento culturale, sociale e politico.
da parte mia ce la metterò tutta: modernizziamo questa nostra Italia, una volta per tutte!

alessandro arriciatisays:

Purtroppo la credibilità del PDL e dei suoi alleati rasenta lo zero e queste diventano le classiche promesse elettorali; qual’è la garanzia agli elettori? come ancora chiedere un voto (che c’è sempre stato) dopo tutto quello che è successo? Come convincere la gente che queste promesse verranno mantenute? Alla gente che si fida di me e che mi ascolta cosa dico?

Paolo Scotti (Crema)says:

Il programma mi sembra completo, il nostro partito ha sempre prodotto programmi che stanno nel solco della cultura liberale e solidale europea. Quello che dobbiamo dimostrare è di saper trovare una sintesi, fra di noi e con l’opposizione, per poter arrivare a votare le leggi in parlamento e incidere realmente con una svolta di modernità nella nostra società. Questo in democrazia lo si può fare solamente se per una legislatura si è in grado di rinunciare a qualcosa a cui si tiene, ma che non è condiviso da tutti, chiedendo anche agli altri di fare lo stesso, per portare avanti progetti meno perfetti ma condivisi. Nelle prossime legislature avremo poi il tempo di discutere anche dei temi più controversi e risolverli. Spesso invece in parlamento si usa il metodo della negazione di progetti condivisi per ottenere in cambio la contestuale approvazione di soluzioni meno condivise. Per questo servono uomini coraggiosi e intelligenti politicamente, magari aiutati dalla necessità di non far fallire il paese, come è successo nel primo dopoguerra durante il periodo costituente. Io incentrerei la campagna elettorale sulla qualità umana dei nostri candidati.

La stragrande maggioranza del popolo che vota PdL, dal 2011, ha attraversato una sofferenza profonda. La delusione (mancate riforme) è tale che moltissimi pensano di non votare. Non c’è dubbio che ciò che è successo nel 2012 ha aggravato ancora di più la situazione. Sintetizzando, il colpo di grazia è stato dato sia dalle ruberie dei politici, sia da parte di una politica europea cinica che sta affamando le famiglie italiane e distruggendo le imprese. Come hanno reagito i partiti? Hanno avuto paura. Hanno preferito, ipocritamente, affidare a mano “tecniche” la soluzione dei problemi. E’ una malattia antica dei partiti, specie nel PD. Fateci caso: solo quando si compongono le liste si va in cerca di “altri” (attori, prefessionisti, cattolici, ecc.), la famosa “società civile” che, d’incanto, dovrebbe essere in grado di risolvere ogni male, mentre durante il mandato elettorale funzionari e maneggioni pensano a risolvere i loro problemi o “i problemi del partito”. Se poi capita, come è avvenuto che “le mani tecniche” falliscono clamorosamente, anzi creano guasti più grandi, si possono creare condizioni di pericolo per la nostra democrazia. Allora bisogna dire BASTA! Non fuggire nell’astensionismo, ma reagire e ragionare nel nostro interesse e non nell’interesse dei partiti…Sono disponibile a lavorare come da sempre fatto, fin dal 94 iscritto a FI e poi Pdl, senza cariche ne incarichi ma pwer il solo gusto di dare il mio apporto alla causa in cui credo e che mi ha letteralòmente fatto rinascere e tornare su, da sottoterra, grazie alle performance del nostro grande Presidente che sta chiamando tutti per quella rivoluzione liberale, non fatta finora, ma non più rimandabile 😉 Insomma, ci credo e vorrei poter spaccare il mondo…peccato che non sia preso in considerazione da NESSUNO a livello locale regionale e nazionale…eppure sono li, in rete basdta digirae per vedere se come e quanto mi impegno…peccato, iol Pdl dovrebbe tendere ad UNIRE e non ad ESCLUDERE…Buon lavoro, sono e resto a tua disposizione e del tuo gruppo 🙂 Giuseppe

Un programma di sviluppo sostenibile, potrebbe essere anche fattibile ma abbiamo un governo, in scadenza, che fa perdere allo Stato i suoi uomini migliori, che inizia senza dare per primo un esempio, senza tagliare i propri stipendi, senza ridurre il numero dei parassiti, senza eliminare gli sprechi, un governo che punta tutto sull’aumento delle entrate e non sulla riduzione delle uscite, senza tener conto che gli F24 si sono DRASTICAMENTE ridotti e che la situazione, se possibile, è addirittura peggio di prima, beh… meglio un non governo che questa tragedia ! studiostampa.com
Quando dicevo: Dobbiamo deciderci, o usciamo dall’Euro o facciamo in 4 o 5 gli Stati Uniti d’Europa con un Euro “Pesante” ed utilizziamo come polmone di futuri Stati quelli che decidono di restare nell’Unione Europea.

Massimo Grecisays:

Caro Maurizio,il programma e’ perfetto,spero si possa realizzare,anche perche non credo avremo altre possibilità’ per la sopravvivenza del paese, questo sarà l’ultimo governo, o se ne esce o ci attende la guerra Civile e’ sicuro.un saluto Massimo.

giannisays:

Di equitalia la piu odiata dagli italiani non ve ne frega? Eppurr berlusconi ne dovrebbe fare un cavallo di battaglia visto che e la rovina di aziende e famiglie cercate almeno voi di mettere un freno a questa ingiustizian

Ciro Bisorisays:

Il programma è naturalmente condivisibilissimo, per quanto vastissimo, ma mi pare che l’unico punto di programma dovrebbe essere la riforma della nostra struttura costituzionale, perchè ad oggi, qualunque legge o riforma, anche sentitissima e desiderata dal popolo sovrano, viene portata in parlamento dal governo e li distrutta da migliaia ( ed intendo migliaia ) di emendamenti. Di fatto non esiste un presidente del consiglio che può realmente far leggi nuove, o dar seguito al suo programma elettorale se non ha una vastissima maggioranza in entrambe le camere.
Trovo che nell’attuale panorama politico tale eventualità sia estremamente difficile da ottenere.
Sono con voi e condivido il programma, ma questa è secondo me la prima cosa da fare.

Francesca Cosentinosays:

Caro Onorevole,
un sola frase di una sola riga nel vostro programma:
“Risoluzione della questione esodati”
non è sufficiente ad accendere i miei entusiasmi ed aspettative. a 61 anni e dopo 40 anni di contribuzione sono ridotta a dover sperare che questo Stato non mi abbandoni. E’ un anno che viviamo nell’attesa di liste e gradutorie che non arrivano; i soldi della liquidazione sono finiti e molti do noi non sanno cosa fare nei prossimi giorni.
Avete avuto 1 anno dal decreto salvavita per mettere almeno in ordine quelli che andavano in pensione adesso in questi mesi. Invece niente: è ancora caos!
Mi spiace ma PDL-PD e Centro-Monti dovete pagare per questo, non è possibile per noi, ridotti cosi dalla vostra incapacità anche a rimediare agli errori, ridarvi le redini di questo paese.
Il mio voto andrà alla protesta, a quella organizzata meglio e con facce che non sono mai state in parlamento.

paola verdolinsays:

In merito al programma pdl che condivido per quanto riguarda le modifiche costituzionalimi permetto di proporre l’eliminazione della figura del senatore a vita.
in alternativa per persone meritevoli che danno lustro al nostro paese un’onoreficenza della Repubblica 8logicamente non retribuita).
Ultimanmente mi ha dato molto fastidio che il Presidente Napolitano di ramaricasse dei due posti vacanti.
Anche perchè i senatori a vita oltre a non essere eletti da nessuno sono profumatamente retribuiti e in un momento di crisi come questo mi sembra veramente scandaloso.

Roberto Gambutisays:

Ho letto il programma e mi sembra la solita lista di buone intenzioni, ma niente di veramente innovativo. Sono più o meno le stesse cose che promettevato nelle passate legislature. Sono passati 18 anni e non è successo niente, anzi stiamo andando sempre peggio.
Mi duole ammetterlo, perché l’ho sempre sostenuto, e pensavo che Berlusconi potesse essere veramento una novità. Adesso è diventato un cabarettista. Ormai per me il PDL ha perso l’occasione storica di fare una vera riforma liberare del sistema.
Io dopo 18 anni non vi credo più. Ora aderisco a Fermare il Declino.

Giannino non è recuperabile; ha una carica di odio verso Berlusconi da fare invidia ai comunisti. E poi, la sua lista è accreditata (oggi) allo 0,5 %, e se aumenterà, come si prevede, il numero dei votanti, si dovrà aggiungere un altro zero prima del cinque…
Chi in passato era pro Silvio ed oggi ha cambiato bandiera è in cerca di protagonismo,non ne abbiamo già troppi per corteggiare anche quel signore?
Come farglielo capire? Io non so…chi ha una idea giusta? Giannino non può andare da solo 😉 e’ un patrimonio, io dico, anche del centrodestra diamine !!
Giannino dice cose di buon senso e intelligenza rara, ma lui invece di dargli una mano che fa?Il mondo è bello perchè vario…
Saluti

alberto scapaticcisays:

Il programma mi pare molto buono,(specie sui punti non negoziabili che ci interessano di più), forse un pò lungo ma sempre meglio delle 300 pagine di Prodi 2006.
Alberto Scapaticci

Franco Rossisays:

Pregiatissimo onorevole,
alcune delle idee contenute nel programma sono “confezionate” in proposte di legge elaborate dalla Associazione “quattrogiugno ItaliaNuova” di cui mi onoro essere presidente e che abbiamo già da molti mesi inoltrato a lei e ad altri suoi colleghi di partito, senza avere il minimo riscontro. Alcune sono peraltro presenti nel nostro sito (www.quattrogiugno.com), così come sono mesi che ci arrabbattiamo per mettere in piedi un convegno sulla separazione bancaria (per la quale abbiamo una proposta similare a quella del programma) ma che essendo piccoli, poveri e senza voce non abbiamo avuto modo di fare.
Oggi presentate un testo, fatto più o meno di titoli (condivisibili), ma già scritto: su cosa dovremmo collaborare??? Mesi indietro aveste dovuto prestare più attenzione al vostro elettorato, simpatizzanti o iscritti!!!!
Cordiali saluti
Franco Rossi

Grazie Paola per la tua proposta in ottica di riduzione dei costi della politica.
Maurizio

Grazie Ciro per la tua condivisione. Le priorità sono tante ma nel riassunto dei punti iniziali, come vedi, quello delle istizuoni è principale.
Maurizio

Certo Gianni, ti invito a leggere la sezione “b) Fisco amico e non nemico del contribuente:” perchè il nostro programma è propositivo e non contro qualcuno.
Maurizio

Grazie Massimo per il tuo intervento. La responsabilità di chi va al governo è grandissima.
Maurizio

Grazie Alessandro per la tua domanda. Ovviamente queste non sono promesse all’aria ma punti programmatici per la nostra futura aziojne di governo se i cittadini ci daranno questa responsabilità.
Non facciamo l’errore di dimenticarci tutto ciò che abbiamo fatto. Lo trovi qui in sintesi > http://noveanni.governoberlusconi.it/
Maurizio

Grazie Maurizio per la tua carica.
Maurizio

Grazie Enrico per la tua aggiunta. Per quanto riguarda il tuo punto 3 c’è anche nel patto del parlamentare sottoscritto dai candidati del Pdl da questa legislatura. Mentre per la giustizia ti invito a leggere la sezione 19 del programma perchè è una nostra priorità per un paese degno.
Maurizio

Domenico Di Piazzasays:

A proposito di giustizia: proibire le correnti pilitiche costitutive del CSM, proibire ai Magistrati la partecipazione a manifestazioni politiche, proibire di
lasciare temporaneamente l’impegno in Magistratura per evntuali candidature politiche se non dopo una quarantena di almeno due anni,ridurre le prebende dei Magistrati e sopratutto quelle derivanti da lodi arbitrali

bruno ronziosays:

Caro Maurizio.
Non vedo nel vostro programma una voce che riguardi noi pensionati.
Possibile che dopo 40anni di lavoro,e di sacrifici,non si riesca ad arrivare a fine mese?Affitto,bollette,e quant’altro che non sto’ ad elencare.Ma per noi:c’e’ speranza che cambi
qualche cosa o no?.
Un cordiale saluto da chi ha sempre avuto fiducia in voi.
Non deludeteci ancora.

Maria Rita Politasays:

Condivido, sostengo e voto. Spiacente per i delusi…..e gli accidiosi….la vita è adesso, perchè di nuovo, potente si ripropone, senza inutili trionfalismi, con lucida coscienza di starci ed esserci anche io, a cominciare dal non rimandare i mie doveri quotidiani. L’attesa del Nuovo, non è in una è pretesa, ma è una possibilità che si porge a ciascuno, consapevole che “da soli è impossibile”.
Senza indugi voterò PdL, e inviterò i miei amici a condividere questa vitale responsabilità per il bene di tutti nel mio amato Paese.

GUIDO ZELINOTTIsays:

Buon giorno On Lupi, finalmente siamo nuovamente attivi,
Noi Cittadini e Voi Politici ricominciamo a poter partecipare pienamente ad amministare la vita del Nostro Paese, com,e normalmente deve succedere in una Repubblica Democratica. regolarmente funzionante. Prima di ogni altra cosa, abbattete gli sprechi, riducete la spesa Pubblica, riducete le Tasse e risolvete l’enorme problema che affligge l’Italia da sempre, ovvero l’Evasione Fiscale, palese e becera ed insostenibile. Riduzione dei Parlamentari e dei Privilegi delle Caste, annullamento dell’IMU sulla prima casa, ma secondo me pero’ valutando il reddito Familiare e mettendo una soglia sul valore Catastale dell’Immobile da cui si applica l’esenzione; quindi per patrimoni immobiliari ingenti anche se registrati come prime case e redditi Familiari elevati, NON ce’ esenzione dalla tassa dell’IMU.
(Patrimoniale a scaglioni di reddito sui valori Catastali per renderla equa).
Sfrondare la Politica dei rami secchi che non servono proprio al Paese dando spazio ai giovani.
Cambiare l’organigramma dello Stato ed alcune parti della Costituzione ormi obsoleta ed anacronistica.
Snelline la Burocrazia e semplificare tutto l’apparato della macchina Pubblica, che ormai non e’ assolutamente piu sostenibile, per i costi altissimi e per la gestione pratica.
Questo mi auguro posso avverarsi negli anni che verranno.
Spero e mi adoperero’, perche’ succeda, che sia il PDL o comunque il Centro Desta a far si che cio’ avvenga.
Grazie On. Lupi.

DRITA VUSHAJsays:

Ho letto tutto il programma in modo particolare sulla familia, la giustizia e la sicurezza. Dato che sono e sarò sempre con PDL, veramente mi sembra le stesse cose, comprendo tutti i disaggi dei cittadini l’italiani ma no ho letto al meno una parola sulle:1- politiche immigrazione, 2-processo l’integrazione, 3-i reati penali, i delinque e traffico dei clandestini, 4-attivazione e inserimento lavorativo dei mediatore culturale straniere in tutto e su tutto nelle strutture e enti locali per una società che sta diventado sempre e di più Multi-Etnica. Per lo sviluppo della economia italiano serve la mggioranza della FORZA PRODUTIVE, in quanto siamo noi immigrati regolari lavoratori e dietro delle belle scarpe lustrato, dietro le cravate e camicie stirate siamo sempre noi donne straniere in 63% delle familie italiane, lavorando 24 ore su 24 ore senza pretendere nulla in cambio, solamente di essere regolarizati e pagati in rispetto delle regole, dei decreti e legee in qui è fondato La Costituzione L’Italiana. Forza On Lupi dovete aggiungere nel vostro programma una novità sulle POLITICHE IMMIGRAZIONE. Dato che sono professionista, hai la mia disponibilità a costo ZERO. Ricercatrice e Mediatrice Culturale dr DRITA

Gianfranco Riggisays:

Per lasciare un segno indelebile nell’attività del partito e dell’eventuale Governo, insisterei con forza nella riduzione dei costi (sperperi) dello Stato e combatterei gli odiosi privilegi che allontanano i cittadini dalla politica.

Franco Bruschisays:

Caro Maurizio ho ripreso il programma elettorale per le elezioni del 2008 e il programma della Casa della libertà del 2006. Mi spighi cosa è cambiato in 7 anni di programma? Perchè ci troviamo oggi qui a votare dopo tutti questi anni di governo e questi precedenti programmi?
La politica non cambia, è sempre la stessa perchè gli uomini non cambiano. In 7 anni non siamo stati capaci di proporre nessuna novità rispetto al modo solito di fare politica, nè sui contenuti, nè sopratutto sul metodo. Infatti la lontananza fra te e persone come me impegnate a cambiare il mondo e a costruire una civiltà nuov alla luce dell’esperienza cristiana è aumentata e anche questa circostanza delle elezioni non è vissuta come occasione di cambiamento, di metodo e di contenuti, le dichiarazioni che leggo (Formigoni, Cattaneo, Mauro) mi appaiono come le “solite vecchie cose”. Perchè non riprendere un serio confronto e aiutarci a cambiare, magari cominciando col riconoscere gli errori passati e presenti, anzichè continuare come se nulla fosse? In tanti anni di scuola ho visto passarmi davanti una miriadi di programmi, ma non è cambiato nulla, le uniche cose che sono cambiate è perchè sono cambiato io, grazie all’aiuto di amici che mi hanno sempre contestato. Ciao Franco Bruschi

tomaso invernizzisays:

ottimo programma! importante concludere il federalismo fiscale. se dobbiamo tagliare la spesa pubblca, dato che gran parte di essa e’ in mano alle regioni, bisogna intervenire la’! non e’ possibile che una siringa in Lombardia costi 2 euro e in Sicilia 20! poi vorrei impulso a privatizzazioni e liberalizzazioni! concorrenza! basta foraggiare poste, trenitalia, alitalia (privatizzata ma foraggiata)…

egeo damianosays:

non ho letto il programma ma dico: Tanti anni fa al tribunale di Guardiagrele un contadino fece una denuncia perchè uno zingaro gli aveva rubato l’asino. Si fece il processo erano presenti il Contadino lo zingaroe gli avvocati di parte. Il Giudice chiamo lo Zingaro e gli ripetè la formula del giuramento di dire la verità. Lo zingaro gli Disse: Giudice non perdiamo tempo se cominciamo con i giuramenti l’asino è mio.Conclusione Avete già fallito ora vi riproponete per fare cosa …..i becchini?Ciao

paolo facchinisays:

sbagliato. Quello di Giannino non è odio, è rammarico. Come il mio, per le numerose occasioni perse dal PdL (e da tutti i nomi precedenti). Come si fa a dare una mano a chi te l’ha regolarmente tranciata? Bisogna essere dementi. Se invece uno ritiene che il Pdl abbia sempre rispettato i suoi programmi allora ha la scusa per votarlo ancora. Bisogna essere molto elastici, però (e comunque siamo già in due a votare Giannino; non è una statistica attendibile ma non lo sono nemmeno quelle che lo danno allo 0,5%)

paolo facchinisays:

e questa sarebbe una pregevole proposta?
come quella – che non verrà nemmeno nominata, da nessuno – di dimezzare i parlamentari? E ci credete davvero?
Io li pagherei anche di più i nostri deputati e senatori. Però solo in base al risultato ottenuto, per semplificare, in termini di PIL e abbattimento del debito pubblico; con una indagine Istat su quanto gli italiani sono soddisfatti di essere Italiani (qualità della vita), ecc. Come se fossero i 300 milioni di euro annui del Parlamento a fare la differenza nel bilancio! Basterebbe controllare qualche capitolato di appalto di opere pubbliche per farli saltare fuori senza troppa fatica. Lo scandalo è che ad una cifra tale è corrisposto lo sfacelo!

Roberto Segasays:

Per favore ” Popolo della Libertà” dateci la Libertà di educare sia con la scuola che attraverso il lavoro !!!!!!!
molte delle altre libertà verranno di conseguenza. “No tax without participation” il moto dell’indipendenza americana.

Grazie Roberto per il tuo appello. La libertà di educazione sta alla base della battaglia per sostenere le scuole paritarie che con l’onorevole Toccafondi porto avanti da sempre in Parlamento.
Maurizio

Grprogramma e ciò che abbiamo realizzato in questi anni di Governo come OPERAZIONE DI VERITA’ perchè i nostri valori sono ancora attuali nella sfida che ci attende per il bene dell’Italia.
Maurizio

Grazie Tomaso per averlo guardato e per aver segnalato ciò che ti sta a cuore.
Maurizio

Benissimo Gianfranco, lo continueremo a fare. Ciò che è già stato fatto dal nostro governo lo trovi elencato qui.
Maurizio

Grazie Bruno per la tua annotazione. Noi abbiamo già alzato le pensioni minime durante gli anni dei nostri governi e non dimentichiamo mai i pensionati.
Maurizio

Grazie Domenico per ciò che hai scritto. Quella della Giustizia è una riforma che non si può ancora rimandare! Noi ci riproveremo ancora con più forza!
Maurizio

pasquale lambogliasays:

Mi piace. E’ ricco di contenuti e prende in considerazione tutte le variabili capaci di sviluppare il sistema ITALIA. Questo è il progetto. Bisogna pensare alla realizzazione, dopo la fiducia che la maggioranza degli italiani spero vi darà. Attenzione gli obiettivi sono veramente ambiziosi, si tratta di portare il Paese dalla palude attuale a traguardi veramente al passo con i tempi e con i paesi più evoluti. Non sarà impresa facile con tutti gli apparati istituzionali contrari, a confronto i sinistri sono poca cosa

Gianfranco Riggisays:

Desidero farLe una domanda, forse poco inerente al programma di Governo. Premetto che ho una pensione dignitosa. La domanda è questa: per la quarta volta non mi viene erogato l’adeguamento del costo della vita sulla mia pensione, lo ritiene giusto? A tale misura ha fatto ricorso anche il Governo Berlusconi. La giudico una misura profondamente iniqua ed anche anticostituzionale. La differenza fra pensioni è dovuta dai contributi versati e lede in modo palese il principio di uguaglianza. La ringrazio anticipatamente e Le porgo distinti saluti.

Gianfranco Riggisays:

Desidero farLe una domanda, forse poco inerente al programma di Governo. Premetto che ho una pensione dignitosa. La domanda è questa: per la quarta volta non mi viene erogato l’adeguamento del costo della vita sulla mia pensione, lo ritiene giusto? A tale misura ha fatto ricorso anche il Governo Berlusconi. La giudico una misura profondamente iniqua ed anche anticostituzionale. La differenza fra pensioni è dovuta dai contributi versati e lede in modo palese il principio di uguaglianza. La ringrazio anticipatamente e Le porgo distinti saluti.

vincenzo bellasays:

Onorevole, mi scusi, ma mi sento preso in giro.
Berlinguer approva nel 2000 la legge sulla parità scolastica, dopodichè bisognava trovare i finanziamenti. Mi dica per favore perchè negli anni successivi non è riuscito o trovare i finanziamenti.
Perciò Lei a questo punto deve dirci che cosa ha fatto per difendere e realizzare la libertà di educazione e non solo che è nel programma.Vincenzo Bella

Antonietta Grillosays:

On.Maurizio Lupi
A proposito della Scuola desidero esprimere una critica inerente alla sua organizzazione.La Scuola per funzionare meglio deve avere dirigenti competenti in due settori;uno amministrativo con Laurea in Giurisprudenza o in Economia,l’altro didattico con Laurea Scienze della Formazione.Con l’autonomia scolastica i dirigenti attuali si preoccupano solo dei bilanci compito che fanno svolgere ai segretari amministrativi i quali non hanno una Laurea ma solo un Diploma al quale però corrisponde una retribuzione da dirigente amministrativo.Tutto ciò si verifica perchè il dirigente scolastico ha una Laurea non adatta alla funzione amministrativa da svolgere(es.Laurea in Storia ,in Lettere,Filosia).Proposta non sarebbe opportuno modificare le norme relative ai requisiti per accedere al concorso per Dirigente Scolastico?

tomaso invernizzisays:

grazie per le risposte! commento di nuovo per aggiungere una nota. Sulla scuola non si ceda a ulteriori tagli e spazio ai giovani abilitandi motivati in base a criteri di merito (e non di anzianità, né di residenza, né di titoli ottenuti chissà come..). Interessante la proposta di autonomia degli istituti per il reclutamento dei docenti ma che non diventi un sistema di cooptazione degli amici delle commissioni locali o dei dirigenti scolastici (un po’ come accadde all’università con le procedure di valutazione comparative bandite dalle singola facoltà dove chissà perché vinceva quasi sempre il candidato interno locale)!

maria grazia lottasays:

Revisione e riduzione de i poteri di Equitalia questo punto non è sufficientemente chiaro, dovete avere il coraggio di dire che la prima casa è impignorabile.

Sono daccordo con il programma del PDL,ci credo e farò di tutto per dare forza a questo partito,dove non ho mai riscontrato errori nella parola data.Lucchesi Raffaella Lucchesi da Lucca

Fabio Nupierisays:

Presidente Lupi, bisogna marcare ed insistere sul fatto che la rigida dicotomia Stato-Mercato e’ fallita. Dobbiamo lavorare per costruzione e la valorizzazione dei corpi intermedi che vede al centro la persona , il suo decoro e la sua dignità’.
L’Italia vincerà la sfida del cambiamento solo investendo nell’economia sociale di mercato, rappresentata dalle famiglie operose e laboriose, dalla piccola e media impresa e da tanti uomini di buona volonta’.
Fabio Nupieri

andreasays:

Onorevole Lupi,
le consiglio caldamente di vedere l’intervista a al PResidente Monti su Sky e a Oscar Giannino su Avvenire di oggi 17.1.2013. PArole sacrosante e circostanziate sui diritti individuali e matriminio e sul fattore famiglia.
Non solo il PDL difende la famiglia e i valori non negoziabili.
E poi come mai prima dell’accordo PdL / Lega, Monti non era affidbaile politicamente come lo è diventato dopo?
Abbiate il coraggio di rischiare e cambiare!!

Paolo Tangasays:

vorrei dare un contributo alla credibilità della riduzione fiscale. Sostituire tutta l’IMU con un piano di risparmio. In pratica versando alla banca a rate mensili l’importo IMU pagato nel 2012 e ricevendo in cambio un prestito per acquistare BTP 1% ventennali le cui cedole contribuiscono a ridurre il prestito ricevuto. Se il tasso del prestito è il 2% il prestito lo estinguo in 16 anni e 6 mesi e mi ritroverò i BTP (ogni €600, €10.000 BTP). Poiché lo Stato ha incassato oltre 24mld di IMU si troverebbe ad emettere oltre 400mld di BTP 1%, eliminando lo spread e potendo investire i soldi incassati per ridurre il debito pubblico più oneroso. Applicando altre due proposte la riduzione del debito pubblico diverrebbe fantastica. Sono disponibile a confrontarmi sulla proposta per dimostrare che la finanza, se ben usata, può portare a risultati incredibili. Non chiedo altro che essere ascoltato

Paolo Tangasays:

ho dimenticato di quantificare che dalla finanziarizzazione dell’IMU, oltre all’abolizione dello spread, lo Stato risparmia, in termini di interessi l’attuale differenziale tra il rendimento (costo per lo Stato) dei titoli pubblici e il tasso dell’1% pagato sulle nuove emissioni: qualche mese fa la cifra risparmiata l’ho calcoltata per oltre 16 miliardi di euro. Con gli altri due provvedimenti,poi, …

Grazie Paolo per il tuo contributo
Maurizio

Grazie Andrea per questo spunto interessante. Vero che (fortunatamente!!) non solo il Pdl difende i valori della famiglia. Ma in quali altri partiti si può portare avanti un’azione concreta in questa direzione? E poi sarebbe con l’Imu sulla prima casa che Monti intende difendere la famiglia?
Maurizio

Grazie Raffaella. La prima cosa da fare allora è farlo leggere agli amici segnalando le proposte che più stanno a cuore a te e a loro.
Maurizio

Grazie Maria per la tua integrazione. Per un fisco realmente amico e al servizio della Persona.
Maurizio

Certo Pasquale, non sarà facile ma la sfida è di verificare se i valori che difendiamo e in cui crediamo sono attuali rispetto alla crisi e ai bisogni della nostra Italia. Ce la faremo.
Maurizio

Molto volentieri Vincenzo. Un fatto molto concreto su tutti: grazie anche all’impegno di diversi amici tra cui l’onorevole Toccafondi abbiamo reintegrato i fondi destinati alle scuole paritarie evitando un taglio di quasi il 50% grazie anche alla collaborazione di alcuni membri del Governo
Lo abbiamo fatto per difendere la libertà di scelta e di educazione e anche perchè lo Stato con le scuole paritarie risparmia quasi 6 miliardi di euro l’anno.
Maurizio

Franco, tantisismi punti sono stati ampiamente realizzati. Leggi e diffondi i risultati dei Governi Berlusconi.
Maurizio

Maria, aiutiamoci a recuperare gli indecisi con questo programma e i risultati dei nostri governi precedenti. In gioco il futuro del nostro Paese che io voglio difendere dalle tasse e dalla patrimoniale di Monti e Bersani.
Maurizio

Paolo Tangasays:

La mia proposta è da discutere, ad esempio ha in sé la capacità di distinguere chi ha capacità di pagare e chi no. Pertanto il mio lo considererò un contributo se avrò l’opportunità di confrontarmi, altrimenti la vostra risposta è solo automatica

Gianfranco Riggisays:

Egregio Onorevole, Le ripropongo il quesito fatto ieri al quale non ho ricevuto riposta. Per me è molto importante sapere come la pensa un dirigente del partito che probabilmente voterò nella prossima tornata elettorale. Il mio dubbio potrebbe far parte del programma di Governo: “Non verranno più toccate le pensioni”. Premetto che ho una pensione dignitosa e a tal fine chiedo: “per la quarta volta la mia pensione non viene adeguata al costo della vita. Lo ritiene giusto? Il PDL intende continuare con tale misura?”. Faccio presente che di tale norma se ne è servito anche il Governo Berlusconi. La giudico una misura profondamente iniqua ed anche anticostituzionale. La differenza fra pensioni è dovuta dai contributi versati e lede in modo palese il principio di uguaglianza. La ringrazio anticipatamente e Le porgo distinti saluti.

Maria Rita Politasays:

Ho richiesto di avere comunicati sulla posta elettronica i vari commenti alla presentazione del Programma del PdL. Sono un poco basita.
Ci lamentiamo della classe politica che abbiamo, ma quanti di questi interventi (peraltro non anonimi riconducibili a persone ed esperienze)sostengono e guardano al bene comune e non solo al proprio?
Quanti dal partito pretendono,esigono, recriminano ma cosa siamo disposti a dare per il bene del Paese?
qual’è la realtà più “bisognosa” del nostro corpo sociale? noi genitori? noi insegnanti? noi imprenditori? noi pensionati? noi….oppure “loro” carcerati?
Non scrivo ciò per un buonismo (lungi da me l’assistenzialismo cattocomunista!)ma per un GIUDIZIO.
Per rialzare la testa (e subito dopo tirarci su le maniche per sostenere l’Italia)dobbiamo al corpo sociale “un gesto” di gratuita solidarietà verso i nostri fratelli più deboli, oggi i carcerati.
Se i principi non negoziabili sono le fondamenta,da rispettare a cui tenere anche senza immediato tornaconto, l’Impresa parta con la riforma della Giustizia.

Grazie per la risposta On.Lupi,la stimo tanto.Farò girare il Vostro calendario con le Vostre proposte,è il minimo che posso fare per la fiducia che ho delle vostre proposte per un’ Italia da salvare;ancora grazie a Lei e tutti i sostenitori del PDL Raffaella da Lucca

Roberto Caprinisays:

Ho letto il programma, le intenzioni sono buone, io penso che se vogliamo coinvolgere davvero la gente e avvicinarla alla Politica, bisogna costruire una organizzazione capillare nei territori, capace di stare tra la gente e ascoltare la gente.Una Politica organizzativa che veda responsabili organizzativi a partire dai livelli Nazionale, macro Regionali, Provinciali e Comunali, i quali possano promuovere iniziative coinvolgenti sui territori.
Sarebbe un errore grave se pensassimo di costruire una organizzazione solo in questo momento particolare perché ci sono le elezioni.
Sopratutto dopo le elezioni ci sarà bisogno di costruire una organizzazione capillare. A questo proposito vedrei, dopo le elezioni incontri seminariali che definiscano una riorganizzazione del Partito.

Dario Ceresinisays:

Ciao Maurizio, ho letto il programma, come piccolo imprenditore sono un’estimatore del tuo programma economico, come genitore di Alessandro che frequenta la scuola primaria c/o un’istituto paritario cattolico, nel programma scuola non c’è traccia di parità economica, quando tutti sappiamo che allo Stato italiano mediamente un’alunno costa 1/10 rispetto al costo di un’alunno che frequenta una scuola statale, quindi noi come AGeSC associazione genitori scuole cattoliche, ci battiamo per l’effettiva parità!
Inoltre non scordiamoci dell’impegno che un’insegnante della scuola paritaria esegue e il suo stipendio come mai è così inferiore rispetto ad un’insegnante di scuola statale? sono forse insegnanti di serie B?
dalla qualità che la scuola paritaria cattolica e non esprime penso proprio di nò!
attendo tue considerazioni, grazie mille in anticipo e saluti carissimi con auguri!
Dario da Brescia.

Grazie Dario per il tuo commento. Nella sezione scuola c’è anche il link che dimostra come io e altri parlamentari siamo impegnatissimi nella difesa delle paritarie come fonte di libertà di scelta educativa per i nostri figli oltre che di risparmio (6 miliardi l’anno) per lo Stato.
Maurizo

Grazie Roberto per la tua segnalazione preziosa perchè per una politica tra la gente bisogna anche passare dalla riorganizzazione della nostra presenza sul territorio.
Maurizio

Concordo con Maria sul fatto che non è la politica che deve cambiare l’Italia. Anzi dalla politica non ci dobbiamo certo aspettare la salvezza. Ognuno di noi, protagonista della sua quotidianità, può contribuire a farlo.
Maurizio

Gianfranco Riggisays:

Egregio Onorevole, Le ripropongo per la terza volta il quesito al quale non ho ricevuto riposta. E’l’ultima volta, non la disturberò più. Per me è molto importante sapere come la pensa un dirigente del partito che probabilmente voterò nella prossima tornata elettorale. Il mio dubbio comunque potrebbe far parte del programma di Governo, scrivendo a caratteri cubitali: “Non verranno più toccate le pensioni”. Premetto che ho una pensione dignitosa e a tal fine chiedo: “per la quarta volta la mia pensione non viene adeguata al costo della vita. Lo ritiene giusto? Il PDL intenderebbe continuare con tale misura?”. Faccio presente che di tale norma se ne è servito anche il Governo Berlusconi. La giudico una misura profondamente iniqua ed anche anticostituzionale. La differenza fra pensioni è dovuta dai contributi versati e lede in modo palese il principio di uguaglianza. La ringrazio anticipatamente e Le porgo distinti saluti.

Manlio Laschenasays:

apprezzo e condivido il programma, vorrei solo sperare che non accada come sempre e cioè che strada facendo la realizzazione è solo parziale, magari nei punti meno essenziali a rinnovare veramente il nostro Paese.

Isidoro Tojasays:

Salve, vorrei sapere se sul programma da voi messo a punto ce’ qualcosa che possa interessare chi come me questo anno sarebbe dovuto andare il pensione con la quota 97 essendo del 1952 e’ per via della decisione di persone non competenti ma oltretutto a mio avviso sprovviste di qualsiasi criterio per quello che possa essere la creazione di nuovi posti di lavori, mi tocchera’ lavorare fino a febbraio 2017 senza calcolare i problemi che si potrebbero incontrare con l’avanzamento dell’eta’ a livello di salute, sarei grato di una vostra concreta risposta, in attesa vi portgo i miei piu’ sinceri auguri di buon lavoro.

Manlio sai bene che in Parlamento non saremo soli. Ma cercheremo con tutta la forza l’intesa sui punti fondamentali per il Paese.
Maurizio

alberto Stefanisays:

Egr. Lupi le chiedo se possibile fornirci il nome del candidato che e stato scelto per la nostra circoscrizione Estero Dell’ Africa ,Oceania e Australia i nostri connazionali vorrebbero sapere alternativamente i voti andranno al MAIE avendo loro iniziato a far campagna elettorale da un po’
la ringrazio per il suo impegno
Alberto

giuseppe splendidosays:

Molto bene ma come dice Oscar Giannino il debito pubblico facciamolo pagare allo Stato con dismissioni vere e dimagrimento della macchina statale.

carmine prudentesays:

Signor Lupi,sono sempre stato un elettore del centro destra,ma dopo le ultime performance che erano state fatte quando si era al governo mi ero un po’allontanato,e le dico la verità mi sarebbe interessato votare Renzi,un giovane che ha inteliggenza e idee ben chiare,purtroppo dall’altro lato è salito Bersani,uno che di vere proposte non ne ha fatte,e che parla in generale come Fini e Casini,senza arrivare ai veri problemi dell’Italia.Leggendo il programma direi che state riacquistando il mio voto,ripongo di nuovo fiducia in voi sperando che non mi deludiate,realizzando tutti i punti proposti dal programma,soprattutto sull’Imu,avendo acquistato la mia prima casa,e spero che possiate davvero far tornare il sorriso agli italiani aumentando il potere d’acquisto. Io proporrei un’unica tassa per tutto dividendo poi per i vari enti,sarebbe una soluzione importante e meno dispersiva per tutti,rateizzandola poi nell’anno successivo.
Saluti e in bocca al lupo

annamaria carinisays:

onorevole Lupi, vorrei chiarimenti il piu’ possibile semplificati riguardo il vs programma sulla salvaguardia dei valori non negoziabili. con stima la saluto e le auguro un buon lavoro.

Elda Palangasays:

OLTRE AI SOLITI E NOTI BUONI PROPOSITI BISOGNEREBBE IMPEGNARSI NELL’INDICARE ANCHE I TEMPI DI REALIZAZIONE.
Cordiali saluti
Elda

Giusto Elda. I tempi coincidono chiaramente con quelli della fine della prossima legislatura dando priorità a ciò che serve subito al Paese.
Maurizio

Grazie Annamaria. Considera che la famiglia è uno dei 5 punti fondamentali su cui abbiamo lavorato con il pres. Berlusconi nella stesura del programma. E che lui stesso prese una posizione netta nel caso di Eluana. Ti garantisco il mio impegno personale anche su questo.
Maurizio

vincenzo scicolonesays:

Desidero sapere se avete intenzione di rivalutare le pensioni.Grazie

MAURIZIO PALMIERIsays:

E SULLE PENSIONI COS DITE?

Perchè la madre delle riforme, quella della giustizia, non viene affrontata con decisione per far si che ognuno dei poteri legislativo e giudiziario rispettino il proprio ruolo senza invadere il campo altrui?

Avanti tutta con le riforme istituzionali e costituzionali. SONO L’ULTIMA SPERANZA! I poteri del governo e del Premier vanno ampliati e gli va data la possibilità effettiva di LAVORARE! Così come stanno le cose oggi il presidente del consiglio puo’ solo fare l’ODG del Consiglio dei ministri ma non puo’ “decidere veramente” quindi NON INCIDE; e non puo’ nemmeno scegliere se tenere o dimettere un ministro che lui stesso ha nominato di cui, eventualmente, dovesse perdere la fiducia…Va attuata una vera Repubblica Presidenziale visto che l’attuale Presidente interventista Napolitano ci ha abituati ad interviene pesantemente sul governo, condizionandone scelte ed esiti, nel bene e nel male…

Grazie Giuseppe è importantissimo!
Maurizio

Direi che noi al governo ci abbiamo più che provato nell’impossibilità di riuscirci a causa di un’opposizione ideologica.
Maurizio

andrea ariolisays:

Importantissime, ma con la maggioranza più ampia dal secondo dopoguerra il centrodestra non è riuscito a farle, le riforme! Perchè?

giuseppe splendidosays:

Bisogna stipulare un “patto con i contribuenti” per intenderci un SIMIL CONDONO perchè la tassazione in Italia è troppo alta e la micro evasione è un sistema di difesa. RIDURRE la pressione fiscale di 10 punti su tutti gli scaglioni irpef e, solo dopo, attuare il redditometro. Il redditometro, così com’è stato ideato, bloccherà tutta l’economia del paese.

Roberto Fenisays:

Onorevole dr.Lupi chiedo con forza che le banche ricomincino a rifinanziare le piccole aziende, che ultimamente stanno strangolando. Sono sempre stato un Vs. elettore e continuero ad esserlo. Spero che se vinciamo l’economia possa riprendersi. La ringrezio per il suo impegno. Roberto

raffaele romanosays:

è un bel programma ma bisogna evidenziare e garantire ripeto ai cittadini italiani che anno dai 60/65 anni e non troveranno mai più lavoro,non anno pensione e non anno nessun sussidio bisogna mettere guesti cittadini in condizione a vivere fino all’età pensionistica,cioè 67 anni,cittadini che attualmente anno anche 30/33.anni di contributi versati regolarmente all’imps.e mi crede ne sono decine di migliaia,grazie maurizio.

Fondamentale anche dopo il regalo che hanno ricevuto dalla BCE http://www.mauriziolupi.it/soldi-da-bce-a-banche-interpellanza-e-mio-intervento/
MAURIZIO

Marco Fienosays:

A proposito di fisco e di incentivi alle imprese, ho sentito che in alcuni stati le imprese ricevono delle agevolazioni fiscali direttamente proporzionali agli anni in cui mantengono la propria sede e le infrastrutture in quello Stato, questo con l’obiettivo di incentivare l’apertura di nuove attivita’ ed evitare la fuga all’estero delle aziende. Tutto questo con ovvia ricaduta positiva sul lavoro. Pensa che sia possibile un simile provvedimento anche in Italia?

Marco Fienosays:

Beh, sarebbe bastato seguire un po’ dicronaca politica per osservare i mille personalismi e dissidi che hanno portato alcuni parlamentari della maggioranza ad affossare tutte le iniziative del governo… Giustizia, riforma della struttura dello stato, riforme costituzionali in genere…tutto rimasto al palo…tutto impantanato nelle varie commissioni…

Marco Fienosays:

impresa improba…alla luce dello sbilanciamento ideologico di una Corte Costituzionale che e’ sempre meno “super partes” ( come d’altronde chi la presiede) e che ha l’ultima parola su ogni provvedimento…

Marco Fienosays:

Dismissioni…gia’ tutti ne parlano, tutti le vogliono…ma poi…ci si scontra con la realta’ di un economia dove nessuno regala nulla. Gia’ e ci si accorge che l’enorme patrimonio immobiliare dello stato, quando non tutelato a lacci e vincoli ambientalistici, paesaggistici, delle belle arti.ecc ecc non sono che immobili da vendere sottocosto in un mercato gia asfittico per conto suo…allora cosa si vende? Le partecipate…ed ecco che si privatizzano gioiellini su cui molti (stranieri compresi) hanno gola di aggiudicarsi a prezzi stracciati…siamo sicuri che non sia poi un boomerang?..A mio parere l’unico strumento su cui intervenire sono gli sprechi e la spesa pubblica, migliorando l( anzi copiando dove funziona che e’ piu’ facile) il modo di gestire lo stato, rendendo piu’ facile e meno burocratico fare impresa, lo Stato deve semplicemente riservarsi i controlli a posteriori che devono essere severi e temuti, ma per il resto lasci lavorare chi tenta di fare impresa e produrre ricchezza!

Paolo Tangasays:

Il punto 22 del programma parla di grande attacco al debito pubblico riproponendo la vendita di immobili e partecipazioni, che non si è stati capaci di realizzare e che viene vista da taluni come svendita a favore dei soliti noti.
Ho già commentato il programma il 17 gennaio ore 11:03 e mi avete chiesto di rispedire a mezzo e.mail la mia proposta che, senza vendere nulla, riesce ad ottenere lo stesso risultato in maniera automatica. Gradirei parlarne, piuttosto che scrivere, perché altrimenti non se ne possono apprezzare tutte le potenzialità. Pensiamo al bene dell’Italia e degli italiani: se quello che propongo non è valido confrontiamoci, sarò il primo ad ammettere di aver sbagliato, ma se invece le mie proposte sono valide lo faccio spassionatamente per il bene di tutti, non chiedo nulla in cambio o meglio la mia remunerazione sarà la soddisfazione di essere riuscito a far avviare un circolo virtuoso.

Non so se sia possibile Marco, ma certamente è un modo di incentivare la produzione locale.
La nostra proposta, partita dallo stesso Presidente Squinzi, è quella di rivedere gli incentivi a pioggia in cambio di meno tasse su lavoro e produzione.
Maurizio

Paolo Tangasays:

alla mia proposta e nemmeno alla mia richiesta di un incontro non ho ricevuto alcuna risposta pertinente, nemmeno ripetendola. Quindi quando si tratta di confrontarsi su cose concrete preferisce non rispondere?
Beati coloro che si accontentano di cose che Lei ritiene concrete, ma per me sono la negazione del vivere civile in quanto discriminano tra ricchi e poveri non ponendoli mai nella condizione di essere trattati da eguali. A questo punto non mi basta una risposta generica desidero confrontarmi con qualunque persona di buon senso, incarichi qualcuno, non è necessario che mi confronti con Lei.

Maria Rita Politasays:

Sono di per me una “ignorante” perché donna e casalinga, e non sono affatto competente per entrare nel merito di certe questioni, ma sono ulteriormente basita da certe domande e richieste presenti sul sito. Non credo che un singolo parlamentare possa “esporsi” per quanto il proprio Partito, vincendo le elezioni potrà “fare”. Non esporsi non in senso vigliacco e/o furbetto, ma è un non esporsi rispettoso del lavoro di squadra che il Governo, democraticamente eletto dal Popolo dovrà attuare. Dichiarato/pubblicato da parte del Partito il Programma, da parte dei cittadini che tale Programma condividono, le richieste dovrebbero essere, secondo me in ordine a sottolineature, sbavature, mancanze, contraddizioni, giammai ad assenze/pretese ribadite e rimarcate da sembrare arrivare al “ricatto”, perché il lavoro di sintesi e di attuazione non averrà da parte di un singolo parlamentare, pur Capo del Governo, ma appunto da un lavoro di squadra..
La non possibilità di esporsi viene al retto parlamentare dalla sua volontà, eventualmente il proprio Partito vinca le elezioni, di fattivamente e rispettosamente onorare tale “lavoro di squadra”.Quanto più il suddetto parlamentare è se stesso (in ogni ambito della sua vita!) non dimenticherà i passi e le correzioni di tiro vissute nel “cammino” che l’ha portato ad essere eletto in Parlamento, e quanto più la sua elezione gli avrà dato un “potere” di contrattazione (non mafiosa!), se la giocherà tutta, ma chi domanda e scrive conosce la fatica del lavoro di squadra?(Nella realtà, NON nella teoria…..) Il fatto che tutti debbano giocarsi per le competenze e le istanze che portano, non automaticamente garantisce un buon risultato (non vuole essere questa mia affermazione un previo sconto alle inadempienze governative!!!), anche perché la nostra obsoleta Costituzione (se pur ancora forse è tra le migliori presenti sul Pianeta) comincia a marcare delle falle. Mi riferisco in questo caso al riferimento(da parte di tutti i Ministri) e alla responsabilità ultima del Presidente del Consiglio all’interno del Consiglio dei Ministri. Lavorare in squadra, esprimersi compiutamente come “corpo” che agisce da uno, non è facile e forse mai sperimentato……fuori dalla Chiesa Cattolica.
Ora senza indebite confusioni, ma con proficue “imitazioni” possibili per la natura anche “sociale” della persona umana, è tempo di mostrare una capacità coesione e di sostegno ad ideali comuni (Programma del Partito!) da parte del “Popolo”. Non certo in una difesa ad oltranza dei propri diritti (come i Sindacati?), anche riferiti a fasce molto numerose della popolazione, -obbligando alla condivisione (mi allarma molto ascoltare certe ingiunzioni)- e nemmeno in una preoccupazione di attuare senza se e senza ma, posizioni riconosciute “giuste” (come certa Magistratura?), prescindendo da una condivisione dei valori basilari costitutivi di “tutti”, cioè di ogni singolo cittadino. (in linea o no con il pensiero dominante).

Buongiorno Presidente lupi,
sottopongo alcune riflessioni alla tua attenzione in merito alla enorme IPOCRISIA della sinistra come classe politica ma non solo, la quale festeggia il giorno della memoria del ricordo ecc mentre governanti tipo Monti, SENZA ASCOLTARE IL PARLAMENTO,è andato recentemente all’ONU a dire SI all’ingresso dei Palestinesi appunto all’ONU. Faccio presente solo che nella loro costituzione, nel loro statuto di popolo Palestinese, è previsto L’ANNIENTAMENTO di Israele e della comunità ebraica…Quindi, questo per dire che attaccare Berlusconi è stato solo ipocrisia, demagogia, calcolo politico sulle parole da lui proninciate su Mussolini. Tutti siamo d’accordo che il fascismo in quanto tale è stato un male assoluto, e lo stesso Berlusconi lo aveva ripetuto mille volte in passato; L’errore delle leggi razziali, e quello ancor più grave di aver voluto seguire Hitler, che pareva essere colui il quale avrebbe conquistato il mondo(e per fortuna non fu così..)è stato imperdonabile! Ma tutti sanno, o almeno lo sanno tutti quelli che non sono in malafede, che all’epoca di Mussolini che egli ha lasciato al Paese una serie di riforme e di bonifiche, acquedotti, costruzioni di intere città e leggi su maternità e infanzia, tanto per citarne alcule, che sono state delle buone leggi, apprezzate e ancora oggi valide!! Ecco, anche su questo, io sto con Berlusconi, come credo gran parte degli italiani che la pensano allo stesso modo sul fascismo e su Mussolini. Che ne pensa Presidente?

Buongiorno Presidente Lupi,riformulo il mio commento, dopo averlo rivisto, e ti sottopongo alcune riflessioni alla tua attenzione in merito alla enorme IPOCRISIA della sinistra come classe politica ma non solo, la quale festeggia il giorno della memoria mentre governanti tipo Monti, SENZA ASCOLTARE IL PARLAMENTO, è andato recentemente all’ONU a dire SI all’ingresso dei Palestinesi appunto all’ONU. Faccio presente solo che nella loro costituzione, nel loro statuto di popolo Palestinese, è previsto L’ANNIENTAMENTO di Israele e della comunità ebraica…Quindi, questo per dire che attaccare Berlusconi è stato solo ipocrisia, demagogia, calcolo politico sulle parole da lui pronunciate. Tutti siamo d’accordo infatti che il fascismo in quanto tale è stato un male assoluto, e lo stesso Berlusconi lo ha ripetuto mille volte in passato; L’errore delle leggi razziali, e quello ancor più grave di aver voluto seguire Hitler, che pareva essere colui il quale avrebbe conquistato il mondo(e per fortuna non fu così..)è stato imperdonabile! Ma tutti sanno, di sicuro lo sanno tutti quelli che non sono in malafede, che all’epoca di Mussolini il Paese si è arricchito di una serie di riforme epocali, tra cui le varie bonifiche, gli acquedotti, le costruzioni di intere città e le leggi su maternità e infanzia, tanto per citarne alcune, che sono state delle buone leggi, apprezzate e ancora oggi valide!! Ecco, anche per questo, io sto con Berlusconi, come credo gran parte degli italiani che la pensano allo stesso modo sul fascismo e su Mussolini. Che ne pensa Presidente Lupi?

de luca giovannisays:

Salve on.Lupi
Ho letto tutto il vostro programma,e tutte le apparizioni televisive di tutti i personaggi politici del PDL.
Vi chiedo che la gente comune vorrebbe sentirsi dire, che la politica di IERI era tutta errata e tutto da cambiare con il nostro programma,eliminare tutti i previleggi e spese a politici inutili: spese varie non documentate, viaggi,auto,autisti,telefonia, spese alloggi,cene di lavoro.
per i senatori a vita, tutti questi soldi,pensioni,contributi a partiti da capogiro, e poi i soldi volano,meglio che volano per i giovani e persone con pensioni da 500,00€ al mese, e una vergogna sentire dire che in queste situazioni economiche politici di vecchia politica,non visti e ne piu sentiti parlare percepiscono,soldi, e pensioni altro che 500,00€ al mese forse al giorno? se bisogna tirare la cintura che lo facciano che fin ora era aperta xchè troppo grassi caro on. la nostra bella ITALIA i piena di queste persone ripeto della: politica,presidenti di grandi enti,generali,ammiragli,governatori,abbasciate,e abbasciatori. eccc….. fate una proposta a tutti i vostri collegli di tutti i colori politici, di fare un grande sacrificio per 5 anni tutti come una grande fabbrica tutti a 1500,00€ al mese e basta il resto tutto a vostre spese,macchina,autisti,ecc….
distinti saluti GIANNI DA LUCCA.

Antonietta Grillosays:

On.Maurizio Lupi
Il programma elettorale del PDL è interessante.Spero nella sua attuazione.

Roberto Caprinisays:

A mio avviso bisognerebbe emulare la proposta del Premer Inglese David Cameron, nella quale pur valorizzando l’Unità Europea, si propone di riscrivere le regole che portino ad una ricostruzione degli Stati Uniti Europei, sulla quale intesa europea, l’Europa tutta la sancisca con un referendum popolare. Questa proposta fatta dal Popolo delle Libertà in questa campagna elettorale, trova a mio avviso un largo consenso tra i cittadini. Potrebbe essere questa la proposta shock da sparare alla vigilia del voto. Caro Maurizio mi interessa il Tuo parere Roberto Caprini

Grazie Giovanni per il tuo appello,
Maurizio

raffaela rivettisays:

sono una studentessa universitaria, tra un mese prossima alla laurea, spero che sia dia spazio al merito e si vadano a valorizzare i sacrifici degli italiani. i sacrifici che noi giovani facciamo, personalmente per raggiungere l’obiettivo laurea ho dovvuto privarmi di tante cose, ma soprattutto studiare tantissimo, ma ne vado fiera; sono figlia di un piccolo imprenditore e la paura e la disperazione di mio padre mi fa rabbia, perchè personalmente i miei genitori hanno dovuto spezzare 1000 catene per raggiungere questo risultato, e il timore FISCO non può terrorizzare il mondo delle imprese. L’unica cosa meritevole di vera tutela è la piccola impresa (non la grande o l’industria), poichè essa è la ricchezza del popolo e la vera economia, e se essa viene soffocata dal fisco-equitalia(disequitalia)_ agenzia delle entrataeccc,stiamo allora preparando la tomba per gli italiani(quelli di fascia medio-bassa, non i ricchi, perchè i ricchi da questa forte crisi ne hanno tratto solo vantaggio)..da quando ho compiuto 18 anni ho sempre votato la coalizione di silvio berlusconi, voglio dare ancora fiducia, sperando nella vera ripresa.

Audi Grivetta Maria Graziasays:

Onorevole Lupi
vi ho votato ma ho dei forti dubbi se farlo di nuovo.
Mi chiedo come fate a fare promesse elettorali che non potete mantenere perchè quando non ci sono più soldi anche perchè molti rappresentanti PDL hanno rubato, come possiate parlare di federalismo quando abbiamo affossato i Comuni e le città, di togliere le tasse quando non è stato fatto niente contro gli evasori fiscali, o di immagine all’estero quando io che viaggio molto, ho sentito regolarmente sbeffeggiare l’Italia a causa di Berlusconi.
Cominciate a mandare via Berlusconi e diventeremo più credibili
Maria Grazia Audi Grivetta

Ledy Bernardisays:

Onorevole Lupi,
la nostra quotidianità è fatta di numeri, percentuali, grafici e risultati. Sarebbe utile tradurre i punti salienti del vs. programma (diminuzione tasse, eliminazione fin partiti, eliminazione Imu, taglio sprechi ecc.) nel Budget (Entrate/Uscite) previsionale dello Stato nei prossimi 5 anni, in cui il risultato numerico ci mostra la fattibilità del programma. Le parole volano, i numeri rimangono e segnano l’obiettivo ed il percorso comune. Nella speranza di un suo commento, cordiali saluti.

Grazie per il consiglio. Ad ogni proposta affianchiamo la copertura prevista come per esempio sul rimborso imu http://bit.ly/XgO5sH
Maurizio

Grazie Maria per la domanda. Guarda per esempio il discorso della tassa sulla prima casa: avevamo promesso di toglierla e così è stato. E adesso proponiamo di votarci perché tra le altre cose rimborseremo imu ai cittadini perché è una tassa sbagliata. Non sono solo parole.
Maurizio

DE LUCA GIOVANNIsays:

On LUPI
MIO FIGLIO GIUSEPPE IL 13/02/2013 DIVENTA MAGGIORENNE, E PER LA PRIMA VOLTA HA DIRITTO AL VOTO E COME TUTTA LA FAMIGLIA,
VOTA IL PDL.
TANTI AUGURI E BUON GOVERNARE 2013/2018 FORZA BERLUSCONI,DICA AL PRESIDENTE CHE LA SUA PRESENZA E LUNICA GARANZIA PER IL NUOVO GOVERNO.
W IL PDL
DISTINTI SALUTI GIANNI DE LUCA.
SALUTI GIANNI

salve De Luca Giovanni, sono Raffaella Lucchesi da Lucca;sono felice che anche Tuo figlio,al 18mo anno voti PDL,le mie figlie pure,ce la faremo,a riportare il paese in una condizione di dignità allontanando chi fin’ora cerca solo di sbarrare le strade che portano il paese in una direzione giusta.Aiutamo questa dx che è contornata da persone che non sanno fare una politica giusta,che pensano solo ad occupare poltrone inutili allo svantaggio di persone che tanto potrebbero dare al nostro paese,allontaniamo una SX che vive solo di onnipotenza nei confronti di chi sà governare veramente !avanti tutta ! Lucchesi Raffaella

Antonietta Grillosays:

On.Maurizio Lupi
In riferimento ai Test selettivi tanto apprezzati dai nostri ministri della pubblica istruzione ,ex ministri e in carica,le posso assicurare che i Test sono offensivi all’intelligenza della persona.I Test non sono strumenti attendibili in quanto non possono valutare le capacità,le competenze,la creatività e l’intelligenza del soggetto.Conosco individui che hanno superato i Test e poi lasciato il percorso universitario intrapreso,invece altri che non hanno superato i Test sono diventati ottimi professionisti.Gli insegnanti e i professori che fino a oggi sono in carica,sono stati per me e per tanti altri dgli ottimi educatori senza avere superato i Test oggi osannati.

raffaele romanosays:

Egr.onorevole lupi.ho sentito il signor,poi non lo so se è un signor.monti,sparlare del comandante achille lauro,e che berlusconi vuole comprare i voti come faceva lauro,ha me ha fatto pienamente schifo,sparlare di lauro,io ho avuto il piacere e l’onore di conoscere il comandante lauro,grande signore e grande imprenditore,dava lavoro a migliaia di persone all’epoca,ha costruito il magnifico paese e oggi famosissimo sorrento,ha costruito 99,navi,ed lanno fatto morire povero,l’allora presidente dell’iri,lei si immaggina chi era,gli porto via la flotta,e guarda caso oggi si chiama star lauro.e non più flotta lauro,gli anno fatto fare la fine di cirio.lo stesso presidente fece pagare agli italiani 100000.(centomilalire)delle vecchie lire agli italiani per entrare in europa e dopo che promise di restituirle non la mai restituite.monti dice che berlusconi vuole dare i soldi dell’imu dei cittadini agli italiani,balle proprio la sinistra da i soldi dei contribuenti ai cittadini che i magistrati danneggiano,mentre il referendum votato col 87%dagli italiani stabilì che dovevano essere i magistrati a pagare i loro errori.fu proprio lonorevole bersani e visco a volere ed inventare l’eguitalia che ha strozzato e portato al suicidio diversi italiani,solo una cosa vi chiedo dovreste fare ed impegarvi a fare gualcosa per abolire i numerosi furti,rapimenti,seguestri che i rapinatori effettuano ogni giorno nelle abitazioni italiane sarebbe importante che vi impegnereste.grazie auguri.

margherita testasays:

Ciao Maurizio,volevo chiederti una cosa, perche ai mercati di corsico non si è mai visto nessuno del PDL. Sabato mattina mi anno rifilato volantini di tutti i compagni comunisti e persino i 5 stelle erano presenti,ma nessuno dei nostri..non avete nessuno? da queste parti?? Qui la fanno da padroni loro noi non abbiamo voce in capitolo. Con stima Margherita Testa

Grazie Margherita per la tua segnalazione!
Maurizio

Renato Marangonsays:

Caro Murizio, fino a quando la giustizia funziona in questo modo, e ti inviterei a leggere non solo questa mia missiva ma tutto il resto che ho nelle mie mani, così puoi capire non funziona la giustizia in Italia, sono pronto a scommettere che tutti mi darebbero ragione, la giustizia di parte no. Leggi per poter capire ciò che dico e confermo.Sentenze devastanti per me e la mia famiglia.
Renato Marangon
Vi dimostro come non funziona la giustizia in Italia. LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI – NON LA GIUSTIZIA….
LETTERA APERTA
Mi chiamo RENATO MARANGON. Sono stato assunto presso la Banca Popolare di Novara il 2 gennaio 1978. (Ora Banco Popolare), Ho lavorato presso l’Ufficio Legale della Sede Centrale dal 1995 al dicembre 1997, con mansioni di addetto alle procedure indagini della Magistratura. Nel dicembre 1997 sono stato trasferito all’Ufficio Beni Immobili. In data 21 maggio 2001 l’Azienda ha disposto il mio distacco presso la controllata SOGEPO SpA, poi divenuta ALETTI GESTIELLE SpA. Dal 1° settembre 2003 è venuto meno il distacco presso ALETTI ed il Banco Popolare di Verona e Novara mi ha comunicato la soppressione del posto di lavoro da me occupato in precedenza, con conseguente individuazione del nuovo posto di lavoro presso l’Ufficio Contabilità Fornitori di Novara, proponendomi lo svolgimento di attività contabili, amministrative e di quadratura spese. Ho comunicato al Banco che non intendevo accettare il suddetto incarico nei termini propostimi, esprimendo il desiderio di un reintegro presso l’Ufficio Legale, considerata la mia precedente esperienza lavorativa. In risposta, il Banco mi ha fatto presente, a fine agosto 2003, che l’Istituto intendeva esaminare la mia posizione per adottare diverse soluzioni, fissando d’ufficio un turno di ferie di 10 giorni lavorativi e riservandosi di fornirmi ulteriori comunicazioni. Avevo solo 6 giorni di ferie! Infine, con sua del 29 settembre 2003, il Banco ha dichiarato formalmente il recesso dal rapporto di lavoro con decorrenza immediata, non essendo riuscito ad individuare “alcuna ulteriore posizione lavorativa presso la quale potevo essere proficuamente collocato”. Da parte mia ho intrapreso le opportune iniziative legali a tutela dei miei interessi, dalle quali è scaturita una causa per illegittimo licenziamento e per demansionamento. In data 7 febbraio 2007 il Tribunale di Novara, in funzione di Giudice del Lavoro, ha condannato il Banco Popolare di Verona e Novara scarl al risarcimento dei danni a favore del sottoscritto, a seguito del demansionamento, senza tuttavia pronunciarsi in merito al licenziamento.
Dietro consiglio del mio Legale di fiducia ho proposto ricorso in sede di appello, affinché venissero riconosciute le mie ragioni (soprattutto in tema di LICENZIAMENTO). La Corte d’Appello di Torino – Sezione del Lavoro, in data 15 luglio 2008, ha respinto l’appello principale, mandando assolto il Banco Popolare di Verona e Novara scarl da ogni pretesa e condannando il sottoscritto alla restituzione delle somme ricevute in forza della sentenza di primo grado, oltre alle spese legali per entrambi i gradi di giudizio!
Tutto ciò premesso, mi domando in base a quali criteri funzioni la cosiddetta Giustizia oggi, in Italia, considerato che un onesto cittadino è costretto a dibattersi fra le spire di un sistema così tortuoso e perverso, esponendosi in prima persona e sostenendo costi spropositati, nella speranza di veder riconosciuti i propri diritti. Mi chiedo, inoltre: la giustizia da che parte sta? Quali speranze ha un cittadino che si rivolge alla Giustizia, se poi di fatto questa giustizia emana un’ingiustizia, come emerge in modo chiaro e inequivocabile dalla mia vicenda? Il cittadino non ha bisogno di questo tipo di giustizia! Perché certi giudici commettono degli errori così evidenti? Anche un fresco laureato in giurisprudenza sarebbe in grado di rilevarlo. Com’è possibile che due sentenze siano in così netto contrasto tra di loro? Perché è stata trattata la parte economica e non il licenziamento, in entrambe le sentenze? A questo punto non mi resta che rivolgermi alla Corte di Cassazione, una volta ottenute le motivazioni della sentenza. Mi ritrovo solo e disperato: la Banca, con la connivenza dei giudici della Corte d’Appello di Torino, mi ha rovinato: attualmente verso in totale stato di esaurimento e depressione, a parte lo smarrimento conseguente a una tale assurdità. Il mio stato di salute si sta aggravando giorno dopo giorno, unitamente alla mia condizione economica. Tutto ciò premesso, mi resta una convinzione, l’unica certezza in questa triste e squallida vicenda processuale: uno dei due gradi di giudizio ha preso una sonora cantonata; quale dei due? Anche la sentenza della Corte di Cassazione ha confermato l’esito della Corte d’Appello di Torino. Ora sono in condizioni disastrose devastanti, per me e la mia famiglia.
PREMESSO CHE
1) Ho 3 figli, il terzo figlio, trattasi di minore, studente quindi, con quale pensione sono costretto a vivere? quale aiuto potrò dare ai miei figli?
2) Nel 2008 ho richiesto e mi è stato concesso un finanziamento, per necessità di famiglia, di € 220,00 con la Banca Popolare di Novara, scadenza nel 2018.
3) Dal 2009 ho richiesto e mi è stato concesso il 5° della mia pensione all’INPS, e che per il quale sto pagando € 260,00 al mese, scadenza 2019.
4) ) Il 30/01/2013, ho ricevuto dall’Ufficiale Giudiziario del Tribunale di Novara, Atto di Precetto dal Banco Popolare, (per il quale sono stato dipendente 28 anni), mi chiede di pagare per la condanna subita dalla sentenza di cassazione, emessa 11/08/2011, pari a € 54.562,87, che non ho e non avrò mai, campassi ancora cinquant’anni.
5) ) Il 1° di agosto 2012, mi hanno pignorato il 5° della pensione di € 218,00 mensili per pagare il debito di € 17.573,70 per spese legali. Nell’udienza avvenuta in data odierna, 28/02/2013, si è raggiunto un accordo di effettuare il pignoramento pari € 190,00 anzichè € 218,00 sino all’estinzione
CHE FINE HA FATTO LA VERA GIUSTIZIA? E COME FUNZIONA LA GIUSTIZIA IN ITALIA ??? DOVE SONO I VERI VALORI UMANI ???
Oltre beffa il danno…
Renato Marangon
cell. 3472773436 e, mail: renato.marangon@alice.it

Renato Marangonsays:

Con la presente chiedo se c’è qualcuno che mi possa dare un lavoro, a Par-Time a Fool Time, a chiamata, e non importa con quale mansione l’imortante e fare qualche cosa di onesto e serio. Vorrei lavorare sino a 70 anni di età e non sto scherzzando parlo sul serio. Spero che qualcuno colga il mio appello.
Renato Marangon
cell. 3472773436
e, mail: renato.marangon@alice.it

Pingback: Anonimo

I simply couldn’t depart your website prior to suggesting that I extremely enjoyed the standard information an individual supply to your guests? Is gonna be again regularly in order to investigate cross-check new posts.

AntonioNabsays:

http://ciprofloxacin.life/# buy ciprofloxacin over the counter

MichaelLensays:

http://amoxil.icu/# amoxicillin 500mg

Michaelvobresays:

where can i get cheap clomid without insurance: clomid online – where buy clomid no prescription

Timothytowsays:

buy prednisone without prescription paypal: prednisone drug costs – prednisone without prescription.net

Davidjoitasays:

lisinopril discount: lisinopril 0.5 mg – zestril price in india

Jamesplurosays:

https://doxycyclinebestprice.pro/# doxycycline 150 mg

BruceTawsays:

does tamoxifen cause menopause: tamoxifen brand name – nolvadex generic

Jamesplurosays:

http://doxycyclinebestprice.pro/# doxycycline prices

BruceTawsays:

online doxycycline: doxycycline 50mg – doxy 200

Jamesplurosays:

https://zithromaxbestprice.icu/# zithromax prescription online

BruceTawsays:

average cost of generic zithromax: generic zithromax online paypal – zithromax 1000 mg online

MarcoDelrysays:

online shopping pharmacy india: top 10 pharmacies in india – india online pharmacy indiapharm.llc

HenryHorgosays:

buy prescription drugs from india [url=https://indiapharm.llc/#]Online India pharmacy[/url] best india pharmacy indiapharm.llc

HenryHorgosays:

ordering drugs from canada [url=https://canadapharm.life/#]Canada Drugs Direct[/url] online canadian pharmacy review canadapharm.life

CharlesPupsays:

Cheap Levitra online [url=https://levitradelivery.pro/#]Buy generic Levitra online[/url] Levitra generic best price

CharlesPupsays:

lowest price for sildenafil 20 mg [url=https://sildenafildelivery.pro/#]sildenafil without a doctor prescription Canada[/url] sildenafil 20 mg online canada

DavidVemsays:

paxlovid generic [url=https://paxlovid.guru/#]paxlovid best price[/url] paxlovid pill

DavidVemsays:

paxlovid covid [url=http://paxlovid.guru/#]paxlovid best price[/url] paxlovid for sale

RobertTrerbsays:

http://prednisone.auction/# prednisone price south africa

DavidVemsays:

paxlovid price [url=http://paxlovid.guru/#]buy paxlovid online[/url] Paxlovid over the counter

Keithsigsays:

https://misoprostol.shop/# purchase cytotec

MichaelPaifysays:

order cytotec online: buy cytotec pills online cheap – buy cytotec pills online cheap

Keithsigsays:

https://furosemide.pro/# generic lasix

Keithsigsays:

http://azithromycin.store/# zithromax over the counter

RobertHensays:

furosemida 40 mg [url=https://furosemide.pro/#]furosemide 40 mg[/url] buy lasix online

RobertHensays:

order propecia tablets [url=http://finasteride.men/#]Buy Finasteride 5mg[/url] cost of cheap propecia now

Keithsigsays:

http://misoprostol.shop/# cytotec buy online usa

RobertHensays:

lisinopril 10mg tablets price [url=https://lisinopril.fun/#]High Blood Pressure[/url] lisinopril oral

Forrestroxsays:

п»їviagra prezzo farmacia 2023 [url=http://sildenafilitalia.men/#]cerco viagra a buon prezzo[/url] miglior sito dove acquistare viagra

Williametefesays:

farmacie on line spedizione gratuita: farmacia online migliore – acquisto farmaci con ricetta

Forrestroxsays:

farmacia online senza ricetta [url=http://kamagraitalia.shop/#]kamagra gel[/url] migliori farmacie online 2023

Williametefesays:

pillole per erezione in farmacia senza ricetta: viagra online spedizione gratuita – viagra originale in 24 ore contrassegno

Forrestroxsays:

farmacia online miglior prezzo [url=http://avanafilitalia.online/#]avanafil generico prezzo[/url] acquistare farmaci senza ricetta

StevenSwanysays:

reputable indian pharmacies: india online pharmacy – online pharmacy india

Charlesrealtsays:

trustworthy canadian pharmacy [url=http://canadapharm.shop/#]canada pharmacy online[/url] reputable canadian pharmacy

StevenSwanysays:

indian pharmacy paypal: mail order pharmacy india – indian pharmacy

Charlesrealtsays:

п»їlegitimate online pharmacies india [url=https://indiapharm.life/#]indian pharmacy online[/url] Online medicine order

StevenSwanysays:

buying prescription drugs in mexico online: pharmacies in mexico that ship to usa – purple pharmacy mexico price list

Charlesrealtsays:

indianpharmacy com [url=http://indiapharm.life/#]indian pharmacy paypal[/url] reputable indian online pharmacy

StevenSwanysays:

canadian pharmacy meds review: certified canadian pharmacy – canadapharmacyonline

Charlesrealtsays:

mexican mail order pharmacies [url=https://mexicanpharm.store/#]buying from online mexican pharmacy[/url] medication from mexico pharmacy

LarryDromasays:

I trust them with all my medication needs https://nolvadex.pro/# tamoxifen postmenopausal

LarryDromasays:

drug information and news for professionals and consumers https://nolvadex.pro/# nolvadex generic

Normanlibsays:

http://nolvadex.pro/# tamoxifen bone density

LarryDromasays:

A pharmacy that prioritizes global health https://clomidpharm.shop/# can i get cheap clomid online

LarryDromasays:

Their global approach ensures unparalleled care https://zithromaxpharm.online/# zithromax online usa no prescription

Normanlibsays:

https://cytotec.directory/# cytotec abortion pill

LarryDromasays:

The most pleasant pharmacy experience every time http://nolvadex.pro/# tamoxifen cyp2d6

Normanlibsays:

http://nolvadex.pro/# liquid tamoxifen

LarryDromasays:

A pharmacy that feels like family https://prednisonepharm.store/# prednisone 50

Normanlibsays:

https://prednisonepharm.store/# prednisone 5mg capsules

Normanlibsays:

http://cytotec.directory/# purchase cytotec

Stevensibsays:

https://reputablepharmacies.online/# legitimate canadian pharmacy online

Stevensibsays:

https://edwithoutdoctorprescription.store/# buy prescription drugs without doctor

RonaldVESsays:

https://mexicanpharmacy.win/# mexican drugstore online mexicanpharmacy.win
certified mexican pharmacy

TimothyMawsays:

pharmacy website india [url=http://indianpharmacy.shop/#]indian pharmacy[/url] best india pharmacy indianpharmacy.shop

RonaldVESsays:

https://indianpharmacy.shop/# best india pharmacy indianpharmacy.shop
top 10 mail order pharmacies

AndresEffipsays:

https://acheterkamagra.pro/# п»їpharmacie en ligne
acheter mГ©dicaments Г  l’Г©tranger

AndresEffipsays:

https://levitrasansordonnance.pro/# acheter medicament a l etranger sans ordonnance
Pharmacie en ligne livraison 24h

MichaelAvenisays:

medicine in mexico pharmacies: Certified Pharmacy from Mexico – mexican rx online mexicanpharm.shop

MichaelAvenisays:

best canadian pharmacy to buy from: Canada Pharmacy online – canadian drug pharmacy canadianpharm.store

Timothydugsays:

best online pharmacy india [url=http://indianpharm.store/#]order medicine from india to usa[/url] best india pharmacy indianpharm.store

MichaelAvenisays:

india pharmacy: international medicine delivery from india – indian pharmacies safe indianpharm.store

MichaelAvenisays:

reputable indian pharmacies: order medicine from india to usa – buy prescription drugs from india indianpharm.store

MichaelAvenisays:

mexican border pharmacies shipping to usa: Online Mexican pharmacy – mexican mail order pharmacies mexicanpharm.shop

Merletoksays:

medicine prices: canadian online pharmacies legitimate by aarp – canadian pharmacy cheap

Merletoksays:

canadian pharmacy without a prescription: family pharmacy online – prescription drug prices

Merletoksays:

pharmacies not requiring a prescription: best online pharmacy without prescriptions – price medication

Merletoksays:

order drugs online: canadian online pharmacy – most reliable online pharmacy

BennyVefsays:

pharmacy com canada: buy drugs from canada – onlinepharmaciescanada com

BennyVefsays:

mexican pharmaceuticals online: mexico pharmacies prescription drugs – medication from mexico pharmacy

BennyVefsays:

mexican border pharmacies shipping to usa: buying from online mexican pharmacy – mexican pharmaceuticals online

Eugenejoicksays:

mexican rx online [url=http://certifiedpharmacymexico.pro/#]mexican pharmacy[/url] mexican online pharmacies prescription drugs

BennyVefsays:

india online pharmacy: indian pharmacy paypal – indian pharmacy online

BennyVefsays:

cheapest ed pills: medicine for erectile – best ed pills at gnc

BennyVefsays:

ed pills comparison: erection pills viagra online – the best ed pill

BennyVefsays:

canadian pharmacy reviews: thecanadianpharmacy – best mail order pharmacy canada

Travisobelisays:

https://mexicanph.shop/# mexico drug stores pharmacies
pharmacies in mexico that ship to usa

Travisobelisays:

https://mexicanph.shop/# mexican rx online
mexico pharmacies prescription drugs

Travisobelisays:

http://mexicanph.com/# mexican border pharmacies shipping to usa
mexican mail order pharmacies

Travisobelisays:

https://mexicanph.shop/# mexican pharmaceuticals online
buying prescription drugs in mexico

Travisobelisays:

https://mexicanph.com/# mexican drugstore online
mexico drug stores pharmacies

I believe other website proprietors should take this website as an model, very clean and fantastic user genial design and style.

Travisobelisays:

https://mexicanph.com/# mexican online pharmacies prescription drugs
buying prescription drugs in mexico

Travisobelisays:

http://mexicanph.shop/# mexican online pharmacies prescription drugs
mexican pharmaceuticals online

Travisobelisays:

https://mexicanph.shop/# mexican online pharmacies prescription drugs
buying from online mexican pharmacy

StephenImparsays:

http://amoxil.cheap/# amoxicillin 500 mg tablet

StephenImparsays:

http://amoxil.cheap/# amoxicillin azithromycin

StephenImparsays:

http://amoxil.cheap/# where to buy amoxicillin pharmacy

StephenImparsays:

http://buyprednisone.store/# where to get prednisone

StephenImparsays:

http://lisinopril.top/# lisinopril 10 mg for sale without prescription

StephenImparsays:

https://furosemide.guru/# lasix 100 mg tablet

Unquestionably believe that which you stated. Your favorite reason seemed to be on the net the easiest thing to be aware of. I say to you, I certainly get irked while people think about worries that they just don’t know about. You managed to hit the nail upon the top and defined out the whole thing without having side effect , people could take a signal. Will likely be back to get more. Thanks

RonaldInisasays:

https://indianph.xyz/# online pharmacy india

RonaldInisasays:

https://indianph.xyz/# best india pharmacy

I am forever thought about this, thanks for posting.

Hi! I know this is kinda off topic nevertheless I’d figured I’d ask. Would you be interested in exchanging links or maybe guest writing a blog post or vice-versa? My site addresses a lot of the same topics as yours and I think we could greatly benefit from each other. If you happen to be interested feel free to shoot me an e-mail. I look forward to hearing from you! Excellent blog by the way!

Irvinwaicasays:

https://nolvadex.guru/# nolvadex online

Leave a Comment

Potrebbero interessarti