Abbiamo suscitato speranze nei cittadini e non vogliamo deluderle

Leggete su Il Messaggero la mia intervista “Lupi: una bella manifestazione. Le identità non vanno temute”

Ecco un estratto dall’intervista.
Il Pd non ha apprezzato la partecipazione di alcuni ministri (Lupi, Alfano, Quagliariello) alla manifestazione del Pdl a Brescia al fianco di Berlusconi.
Se evitassimo polemiche inutili, se ci fidassimo della responsabilità reciproca, daremmo tutti una mano a svolgere il compito difficile che abbiamo di fronte: governare il Paese. Pd e Pdl sono due grandi partiti alternativi che torneranno a essere tali ma ora hanno una responsabilità comune. Io non mi sono sognato di criticare Enrico Letta o i miei colleghi ministri Franceschini e Delrio per la loro partecipazione all’assemblea del Pd. Basta polemiche.
Berlusconi a Brescia ha fatto un discorso di grande responsabilità e ha parlato delle questioni del governo. Sulla scorta dei sondaggi che danno il Pdl al 30%, Berlusconi poteva far cadere il governo e andare a elezioni. invece abbiamo fatto una scelta e la vogliamo portare avanti. E’ stata una bella manifestazione di piazza.
Anche io non avrei mai pensato di diventare ministro di un governo con il Pd. Questo esecutivo è eccezionale in un momento eccezionale. Siamo tutti sulla stessa macchina, abbiamo suscitato delle speranze nei cittadini su lavoro, crescita, tasse e non dobbiamo deluderle.
Per quanto riguardano altre proposte dei ministri, noi abbiamo un programma preciso e bisogna attenersi a quello, il resto potrà discuterne il Parlamento.
Bando ai sogni e piedi a terra!