Ho telefonato all'imprenditore minacciato dai No Tav: "Non mollare!"

Incontrerò Giuseppe Benente, l’imprenditore di Bussoleno minacciato dai No Tav che ha deciso di chiudere.

 
SCARICATE QUI IL DOSSIER SULLA TAV
Questa mattina (martedì 3 settembre) ho telefonato a Giuseppe Benente, l’imprenditore di Bussoleno minacciato dai No Tav.
LEGGETE ANCHE: Tav, non abbandoneremo le aziende minacciate
Gli ho manifestato la mia vicinanza e a tutti coloro che si ritrovano in situazioni simili: “Ma non è questo il momento di mollare” gli ho detto.
“Incontriamoci e vediamo come nei fatti può concretizzarsi il nostro aiuto a chi come lei lotta per fare il proprio dovere, così come gli operai che ho incontrato nel cantiere della Tav”.
Inoltre in prefettura incontrerò le aziende che lavorano per la Tav . Lo stato sarà al loro fianco non devono mollare contro una minoranza  di “delinquenti ” violenti.
Infatti sarò a Torino nella serata di domenica prossima 8 settembre, alla festa del Pd, per partecipare a un dibattito con il sindaco di Torino Piero Fassino. Prima mi incontrerò con Giuseppe Benente.