Maurizio Lupi

 Primo maggio, festa del lavoro
Maggio 1, 2014

Primo maggio, festa del lavoro

Cose belle. Il lavoro secondo Peguy, tratto da “L’argent”. Un tempo gli operai non erano servi. Lavoravano.

Coltivavano un onore, assoluto, come si addice a un onore.
La gamba di una sedia doveva essere ben fatta.
Era naturale, era inteso. Era un primato.
Non occorreva che fosse ben fatta per il salario, o in modo proporzionale al salario.
Non doveva essere ben fatta per il padrone,
né per gli intenditori, né per i clienti del padrone.
Doveva essere ben fatta di per sé, in sé, nella sua stessa natura.
Una tradizione venuta, risalita da profondo della razza,
una storia, un assoluto, un onore esigevano che quella gamba di sedia
fosse ben fatta.
E ogni parte della sedia fosse ben fatta.
E ogni parte della sedia che non si vedeva era lavorata con
la medesima perfezione delle parti che si vedevano.
Secondo lo stesso principio delle cattedrali.
E sono solo io — io ormai così imbastardito — a farla adesso tanto lunga.
Per loro, in loro non c’era neppure l’ombra di una riflessione.
Il lavoro stava là. Si lavorava bene.
Non si trattava di essere visti o di non essere visti.
Era il lavoro in sé che doveva essere ben fatto.

Prev Post

Ho rimandato gli scioperi del trasporto aereo Enav in questi…

Next Post

Air France? Poteva aumentare il capitale in Alitalia ma non…

post-bars

One thought on “Primo maggio, festa del lavoro

Through the parental monitoring program, parents can pay attention to their children’s mobile phone activities and monitor WhatsApp messages more easily and conveniently. The application software runs silently in the background of the target device, recording conversation messages, emoticons, multimedia files, photos, and videos. It applies to every device running on Android and iOS systems. https://www.xtmove.com/how-to-track-and-read-someones-whatsapp-messages-calls-location/

Leave a Comment

Potrebbero interessarti

Giugno 7, 2024