Noi siamo leali, i pericoli per il governo vengono da sinistra e da Renzi

Leggete il passaggio principale della mia intervista a Il Messaggero “insistiamo sulle nostre proposte le insidiealla stabilita’ arrivano dal Pd” di venerdì 20 settembre.

 
Le preoccupazioni per Letta vengono dal Pd e dalla voglia di Renzi di asfaltare il centro-destra.
Stiamo ai fatti e al filo conduttore della responsabilità.

  1. Nel novembre 2011 pure senza essere sfiduciato, Berlusconi si dimette per sostenere il governo dei tecnici
  2. Nel 2013 dopo un risultato elettorale che produce instabilità è Berlusconi a proporre l’esecutivo di larghe intese mentre il Pd per due mesi va dietro ai grillini e si fa prendere in giuro da loro
  3. Oggi nonostante l’attacco giudiziario conferma il sostegno al governo Letta

Forse la fibrillazione sta da parte di chi ha mal digerito l’intesa con il nemico storico e ha pigiato l’acceleratore nella Giunta del Senato per “purificarsi” da quell’accordo.
LEGGETE ANCHE: Puntata di Porta a Porta su Silvio Berlusconi e Forza Italia
Noi siamo e saremo coerenti: il governo vivrà se realizzerà le cose per cui è nato, prima fra tutte portarci fuori dall’emergenza economica e diminuire la pressione fiscale per rilanciare il Paese.
Certo se il futuro leader del Pd, Matteo Renzi, annuncia di avere come principale contributo programmatico quello di asfaltare il centro-destra con elezioni il più presto possibile, è ovvio che questo produce fibrillazioni.