Maurizio Lupi

 Mi auguro che su Berlusconi il Senato sia garantista della rappresentanza
Ottobre 4, 2013

Mi auguro che su Berlusconi il Senato sia garantista della rappresentanza

La decisione della Giunta per le elezioni del Senato non è una bella pagina per la democrazia italiana.

Con una accelerazione dei tempi inusitata e sospetta si è preferito far prevalere i pregiudizi, e la volontà di chiudere con questo voto la guerra dei vent’anni contro il nemico politico, rispetto alla verifica della Costituzionalità di una legge e della sua applicabilità al caso in esame, verifica peraltro richiesta da fior di costituzionalisti e da politici di rango, come il presidente Violante, non certo vicini al centrodestra.
Mi auguro che ora l’Aula del Senato abbia un sussulto di garantismo e di affermazione dell’autonomia del potere legislativo e confermi al presidente Berlusconi la rappresentanza di dieci milioni di cittadini italiani che l’hanno votato.
LEGGETE ANCHE: Le dimissioni di Berlusconi sono una richiesta irricevibile

Prev Post

Tutelare le imprese che lavorano alla Tav

Next Post

Imprese Tav: i soldi per tutelarle ci sono e lo…

post-bars

33 thoughts on “Mi auguro che su Berlusconi il Senato sia garantista della rappresentanza

Alessandro Rennissays:

Ma perché, non la sapevi già da tempo questa notizia , per te, “sorprendente”. Veniva prima del tradimento, mi pare! Ora salite tutti voi traditori sul barcone sfondato a Lampedusa e sparite!

andrea marellisays:

invece è una bellissima pagina della democrazia…non c’è nessun pre-giudizio e nessuna guerra.Anzi forse è lei che ha dei pregiudizi verso la giunta.x fare meno guerre basta prendere meno caccia bombardieri e fare missioni di”pace”…Imparate a rispettare le regole.Violante dica quel che vuole e del consenso politico non ce ne pò fregà de meno perchè siamo tutti uguali davanti alla legge…

Pietro Portaluppisays:

E’ sin troppo evidente l’uso strumentale delle leggi per eliminare una persona gradita agli elettori ma non ad un certo potere. Un analogo trattamento potrebbe essere riservato a ciascuno di noi e, come ha scritto Brecht, “un giorno vennero a prendere me, e non c’era nessuno a protestare”. Speriamo che il Parlamento riprenda il potere che ha perso.

rosa tangarisays:

Ce lo aspettavamo, questa per la sinistra è una vera ossessione:distruggere a tutti costi l’avversario politico.
Io ho votato Berlusconi e lo rifarò,non accetto però che i
moralisti della sinistra si permettano di criticare e non rispettare il voto dato da milioni di cittadini.

Antonietta Grillosays:

Ministro Maurizio Lupi
Il controllo di legittimità costituzionale delle leggi è previsto dalla nostra Costituzione perchè non attuarlo?Battutta la Severino ha superato la Corte Costituzionale? Anche per me ( dottoressa in Giurisprudenza)che non ha mai avuto trattamenti di favore,(meglio riflettere di luce propria),vale quello sostenuto da costituzionalisti illustri noti e non e da politici di rango.

claudio buzzisays:

Che c’entra la democrazia con il pd? Nulla, ovviamente. Come nulla con Bruxelles, sia chiaro! Ad Alfano non capiterà come B., si piega alla svelta. Spero che Formigoni e Giovanardi-che cmq in qst fase non mi sono piaciuti-prendano in mano questo nuovo movimento: alfano non vale una cicca, lo sanno tutti. Non va oltre gli oroscopi

gianluca pillonisays:

Mi dispiace assai dissentire su quanto da lei scritto, ma oggi assistiamo a pagine e pagine buie della nostra democrazia….le pagine buie non sono riferite alla vicenda del Silvio Berlusconi, che- come in un paese normale accadrebbe- si sarebbe dovuto dimettere ancor prima di arrivare alla condanna e pensi che addirittura ci fu parlamentare (tedesco, se non erro) che si dimise per aver copiato una porzione di tesi universitaria e in Italia ancora ci si domanda se e come superare la decadenza…Quanti sono i rappresentanti in parlamento che sono indagati e/o imputati in procedimenti penali? quanti sono gli scandali che, grazie ad una politica che non pensa più al bene comune ma ad altri interessi più propriamente personalistici,emergono quotidianamente e allontanano i cittadini dalla politica stessa?Gli italiani sono in buona parte schifati dalle vicende attuali, specie perchè i sacrifici ricadono sempre e solo sui soliti noti, mentre voi quali sacrifici avete fatto? In passato ho votato il popolo delle libertà, ma non lo rifarò per un solo motivo: avete avuto 20 anni per cambiare l’Italia, una promessa non mantenuta nonostante il tempo a disposizione….Ora l’On. Silvio Berlusconi potrà dedicarsi a fare il nonno a tempo pieno…

Mina Pungettisays:

Troppo comodo sperare, ora, che il Senato sia garantista! Ma come puoi caro Lupi affermare una tale idiozia dopo che Alfano, tu e tutti i ministri, e i 40 ladroni vi siete venduti a Letta, quindi al PD? E qui non c’entra il bene del Paese…
E non mi dire che l’avevate fatto sperando in una ‘amnistia’ per Silvio Berlusconi! Poveri illusi, come siete innocenti!
Da quando in qua si può avere una collaborazione onesta con la sinistra? Eppure lo dovreste aver capito, dopo vent’anni, che alla sinistra ciò che più importa è la testa di Berlusconi perchè senza di lui, anche tutti voi sarete estinti.. O sperate che sia un Letta a sapervi guidare?

Mina Pungettisays:

Sig. Andrea Marelli avrebbe ragione se la legge fosse uguale per tutti, ma siccome non lo è, a noi ce ne frega e tanto!
E’ dalla formazione di Magistratura Democratica, nata sul finire degli anni sessanta per contrastare il potere politico di allora, che la giustizia cammina su binari differenti.
Di sentenze che lo confermano ce ne sono state e ce ne sono in continuazione, e non da ultimo il giudice Ingroia lo ha dichiarato perfino in televisione che loro, di magistratura democratica utilizzano le intercettazioni per emettere sentenze politiche.
E se a lei non ne pò fregà de meno.. beato lei!

Giovanni Spronellisays:

Caro Maurizio,
naturalemente, continuerò a sostenere Forza Italia e il Presidente Berlusconi. Sono uomo di centro destra e tale resterò fino alla morte.
Volete un consiglio? Restate uniti, anche con i vostri colleghi ex AN, perchè è l’unico sistema per non fare il gioco che vorrebbe la sinistra. Con Berlusconi, persino Fini e Bossi sono riusciti ad avere delle cariche istituzionali. Il carisma di Silvio è unico!
Cordiali saluti!
Giovanni

Egregio Onorevole,
Io penso che quelli che soffiano sul fuoco della discordia interna del PDL rischiano di favorire soltanto il PD più che se stessi!
Io, che come molti altri non provengo da F.I. ed ero contrario alla sfiducia prospettata dal Cavaliere, ritengo invece che il partito, nonostante una saggia,onesta e democratica contrapposizione interna su alcuni problemi, debba rimanere “unito”, sia pure sotto la guida del vecchio leader (che ha mostrato intelligenza e non paura nel decidere di votare la fiducia al Governo).

andrea marellisays:

citi qualche sentenza che dimostri quello che lei afferma…forse bisognerebbe guardare meno film di fantascienza,bere qualche bicchiere di meno e pensare prima di parlare.sembra di sentire la difesa di cesare battisti che accusa le sentenze di essere politiche.se è tanto innocente la corte di strasburgo qualcosa dirà…ma temo che farete altre figuracce anche con quella corte comunista.troppo comodo non accettare i giudizi dei magistrati quando sono avversi verso il FRODATORE FISCALE.tanti saluti

Antonietta Grillosays:

Sig.ra Rosa Tangari ha ragione e aggiungo,per me la sinistra ha una fissazione eliminare il soggetto che suscita tanta invidia,però l’invidioso in genere sta male dentro perchè incapace di superare l’invidiato.Non importa a loro dei dieci milioni di cittadini che hanno votato Berlusconi neppure a me interessano coloro che subiscono il lavaggio continuo del cervello perchè mossi da un solo sentimento negativo e cioè l’invidia per il ricco.”La lingua batte dove il dente duole” infatti molti del PD e non solo non sopportano i ricchi che fanno politica.

lorenzosays:

O si ha il coraggio di azzerare la magistratura (e dopo????) o si rispetano le sentenze. In nessun paese Europeo dopo una condanna simile un politico resta al suo posto.
Fatelo santo subito.
BASTA , ABBIAMO ANCHE ALTRI PROBLEMI.

Mina Pungettisays:

Anzitutto, le offese se le tenga per lei e per la sua famiglia che tanto ne avranno bisogno.
Se non ammette che vi sia una magistratura democratica, malgrado le ammissioni dei vari appartenenti a tale setta (perchè non la si può chiamare altrimenti) è inutile avere un dialogo.
Però qualcosa glielo devo dire, che forse le servirà per farle aprire il cervello.
Nel 2001 il giudice Francesco Misiani ha scritto un libro con Carlo Bonino “La toga rossa-storia di un giudice”.
Nel libro, il giudice, ossia lo stesso Misiani, si vanta apertamente di essere stato un giudice ideologicamente motivato e di aver partecipato all’abbattimento del ‘sistema’, e illustra con decine di episodi come la magistratura italiana in questi anni sia uscita dai binari costituzionali per diventare una “cosa” del tutto diversa dall’.
La magistratura democratica si è manifestata già dalla fine degli anni ’60, quindi non è una invenzione del Berlusconi.
E aanche a febbraio di quest’anno, in occasione delle elezioni, il giudice Ingroia, in un’intervista a La7 (Omnibus) ha ammesso che è stato fatto un uso politico delle intercettazioni, ma perchè non è mai stata fatta pulizia della politica.
E non svenga se le dico che anche la rossa Boccassini ha ammesso tutto quanto!

Mina Pungettisays:

…nel 4° capoverso manca:
omissis “””…del tutto diversa dall”ordine indipendente ma non sovrano’….

Mina Pungettisays:

Non è necessario azzerare la magistratura, Lorenzo.
Basterebbe che rientrasse nei suoi ruoli costituzionali, che si separino le carriere come avviene in tutto il mondo e che rispondano delle proprie azioni.
La pessima situazione fa occupare gli ultimissimi posti nella classifica mondiale. Talmente pessima che nel rapporto ‘Doing Business 2012′ della Banca Mondiale risulta essere al 158esimo posto su 183 paesi. E ad aggravare la situazione ci sono gli oltre 9 milioni di fascicoli arretrati, un’infinità di cause penali e civili pendenti, che impoveriscono ogni anno di più il nostro paese.
E’ stato infatti stimato che il loro smaltimento farebbe alzare il Pil al 5% e aumenterebbe la ricchezza del paese di oltre 96 miliardi di euro perchè tale lentezza frena enormemente la crescita per imprese, cittadini, e investimenti esteri.
Se questi non sono problemi…

bruno vannisays:

provo vergogna per voi ingrati finti moralisti il mio voto non andra a nessun partito in cui uno di voi sarà candidato e spero che gente come lei esca dal palazzo perche non si merita l’appellativo di onorevole vi auguro tutto il peggio possibile con disprezzo
bruno vanni

Negri Giuseppesays:

Le sentenze si rispettano, anche se in Italia la giustizia è profondamente malata, un malattia in cancrena e conclamata causata da una emorragia continua di magistrati che lasciano la toga per un seggio al parlamento,seggio, (regalato dai partiti e senza un consenso diretto del popolo)tutte queste discese in campo hanno condizionato e determinato nel mondo della giustizia una magistratura colorata di politica di parte- e quindi non sempre credibile nelle sentenze.Occorre legiferare in materia .
Il caso Berlusconi ha messo alla prova la classe politica che puntualmente ha anteposto l’interesse di partito e Non dell’Italia.

Giuseppe Rauccisays:

I punti di fondo da affrontare sono sempre due: riforma del sistema giudiziario e responsabilità civile dei magistrati.
A quando?
Anche se ormai si potrebbe anche dire: fino a quando?

La sinistra ha paura del (regolamentare) voto segreto in Senato perchè l’aula potrebbe ribaltare la decisione della Giunta!

Mi meraviglia il fatto che Letta abbia detto che la sua frase (è un grande!), sussurrata subito dopo la dichiarazione del Cavaliere sulla fiducia, sia da considerarsi come ironica!
Io non ci credo, e credo anzi che lo stesso Letta abbia apprezzato invece il cambio di opinione di Berlusconi a seguito di un sia pure acceso ma democratico dibattito interno.
Ribadisco invece il mio pensiero sull’unità del centrodestra sotto la sigla PDL (non F.I.) perchè soltanto così potremo ostacolare la sinistra!

lorenzosays:

GIUSTO QUELLO CHE DICI, MA I POLITICI IN QUESTI ULTIMI 20 ANNI (COMPRESO, ANZI PRIMO FRA TUTTI,BERLUSCONI)DOVE ERANO? PERTANTO, SOPRATTUTTO CHI HA GOVERNATO ,PUO’ LAMENTARSI?
COMUNQUE RESTA LA DOMANDA , SE SI ANNULLA O NON SI TIENE CONTO DELLA CONDANNA A BERLUSCONI DOPO, IN GENERALE COSA SUCCEDE? E LE CONDANNE DEGLI ALTRI CITTADINI?

Antonietta Grillosays:

Lorenzo ma in altri Stati europei non si ha una corrente della Magistratura notoriamente di sinistra(come in Italia) forse nemmeno un PD(con ex comunisti ma sempre comunisti,difficile cambiare la propria natura).

Luca Manasserosays:

Lei non ha neanche la più pallida idea di chi sia, l’Onorevole Lupi

lorenzosays:

Chi mi conosce sa che non sono stato secondo a nessuno nell’avversare il comunismo, sia nella politica che nell’ambito culturale. Detto ciò occorre oramai superare questa generica paura dei comunisti. Il ministro Mauro dice che oramai i partiti sono soprattutto dei contenitori perciò occorre discernere.Personalmente pur essendo persino tesserato PDL non ho nulla da spartire con la signara Santanchè, Sallusti , Brunetta e persino con il sign. Berluscuni, che sarebbe meglio superare. Mentre mi è culturalmente più vicino il Pres Letta e questo pur restando uomo di destra. Quanto alla magistratura di sinistra concordo con lei, ma ripeto negli ultimi vent’anni la politica dov’era? Adesso non si può annullare una sentenza, dicendo questa l’hanno emessa i cattivi. Si proceda piuttosto ad una riforma della magistratura.

Mina Pungettisays:

Certamente Lorenzo, la priorità sarebbe la riforma della giustizia, ma dubito che sarà attuata: il loro potere è troppo forte, ormai hanno prevaricato sia quello legislativo che quello esecutivo: in Italia non si muove foglia se prima non è passata sotto la mannaia della magistratura. E pensi che si lasceranno scappare una simile autorità? Mai!
Non illuderti troppo dei ‘bei modi’ di Letta: alle spalle ha sempre lo zoccolo duro dei post comunisti che lo manovrano.

Gentile Alessandro,
la mia storia è da 20 anni al suo fianco. Non diciamo falsità. La invito a leggere qui.
Grazie, Maurizio

Carlo Maurisays:

Egregio Onorevole,
ho sempre apprezzato il Suo modo di occuparsi dei problemi che riguardano il Suo Ministero, per cui ritengo che il suo Verbo possa essere di grande peso nelle decisioni ed in particolare nei confronti dell’Onorevole Berlusconi, che mi auguro mantenga strettamente unito il PdL in quanto grande forza per combattere il,PD, che sin da giovane, come iscritto alla DC ho osteggiato con tutte le mie capacità.
Auguro un profiquo lavoro per avere dei risultati che debbono premiare l’operatività degli Italiani, che oggi sopportano un gravoso peso delle tasse, della mancanza di lavoro e di una classe politica non sempre attenta alle necessità. BUON LAVORO

Giovanni Spronellisays:

Caro Maurizio,
in merito all’immigrazione la Bossi-Fini non è stata mai applicata altrimenti non ci sarebbero stati superstiti negli sbarchi di Lampedusa. Nichi Vendola ti accusa di essere un cattolico all’acqua di rosa, dopo l’intervista che hai rilasciato. Io sposterei tutti i centri di accoglienza nella Regione Puglia e poi mi piacerebbe vedere la reazione dei pugliesi. Vendola non conosce la storia della Marina Militare Italiana e di Salvatore Todaro, comandante di somnmergibili nell’Atlantico, altrimenti non direbbe le assurdità, che per demagogìa va sbandierando sulle reti televisive.
Cordiali saluti!

Valuable information. Fortunate me I found your site accidentally, and I’m stunned why this twist of fate did not happened in advance! I bookmarked it.

Hi, Neat post. There’s an issue together with your web site in web explorer, may test this?K IE nonetheless is the market chief and a good part of folks will pass over your fantastic writing because of this problem.

You are a very capable individual!

Leave a Comment

Potrebbero interessarti