Alitalia: ai soci dico che il tempo per rispondere è finito

A margine di un convegno di Ncd sul Tpl a chi gli chiedeva se la lettera dei soci di Alitalia per Etihad fosse già stata inviata, il ministro dei trasporti Maurizio Lupi ha risposto con una battuta: “Se non è partita spero che stia prendendo l’aereo”. E ha aggiunto: “Al di la delle battute gli incontri che abbiamo fatto sono stati buoni incontri, che hanno corresponsabilizzato i soci”.

Il governo, ha sottolineato “ha fatto, e non può fare altro, ciò che è di sua competenza”. In particolare, ha evidenziato, “abbiamo chiesto l’accelerazione dei tempi”.
Infatti, ha proseguito il ministro, quel che “preoccupa è l’indeterminatezza” perche’ “crea tensione e incertezza” proprio quando “i primi mesi sono in linea con il piano di Del Torchio”. A chi gli chiedeva di eventuali difficoltà da parte dei soci di Alitalia, Lupi ha osservato: “Mi sembrano giustamente prudenti”.
Quanto agli esuberi, il ministro ha chiarito: “Sono e rimango al piano industriale di Del Torchio che non aveva numeretti ma un numero relativo alla riduzione del costo del lavoro, a fronte di cui c’erano diverse possibilita’”. Sui tempi per l’apertura per un tavolo con i sindacati, il ministro ha spiegato di augurarsi che “prima delle elezioni europee ci sia la risposta di Etihad” cosi’ da tenere “subito dopo” il confronto con le organizzazioni dei lavoratori. D’altra parte Lupi ha auspicato che gia’ “questa possa essere una buona settimana”.