HABEMUS IL PRIMO INVIATO PER LA LIBERTA’ RELIGIOSA

Habemus inviato. L’Italia ha nominato il suo primo Inviato per la libertà religiosa, un diritto purtroppo negato in oltre 60 Paesi del mondo.

In commissione Affari Esteri della Camera dei deputati abbiamo lavorato con determinazione per raggiungere questo traguardo e sono contento che l’adesione alla risoluzione che proponeva l’istituzione di questa figura sia avvenuta all’unanimità.

Desidero congratularmi con il consigliere diplomatico designato, Andrea Benzo, per questa grande responsabilità, sarà impegnato nei consessi internazionali a difendere i diritti delle minoranze religiose.
Mi auguro una sempre più proficua collaborazione con il #Parlamento su un tema che è decisivo per la vita dei popoli, per i diritti dei singoli e per la costruzione della pace nel mondo.