BENE L’EMBARGO SUL PETROLIO RUSSO, ORA RINNOVABILI E NUCLEARE GREEN

L’embargo dimostra l’unità e la compattezza dell’Unione Europea, grazie anche al lavoro di Mario Draghi e del governo italiano, e conferma la necessità di una politica estera, energetica e della difesa, comune. Molti Paesi avranno delle difficoltà di approvvigionamento, anche l’Italia. Per questo è ormai il momento di lavorare all’autosufficienza energetica attraverso il potenziamento immediato delle energie Rinnovabili e l’utilizzo del Nucleare Green di quarta generazione.

Continua a leggere …

DECRETO CARBURANTI, IMPORTANTE MA SERVE L’AUTOSUFFICIENZA ENERGETICA

Il Decreto Carburanti è un inizio importante per andare incontro alle esigenze di famiglie e imprese, ma altre cose possono e devono essere messe in campo, soprattutto se si dovesse prendere in considerazione uno scostamento di bilancio. Ad esempio la riduzione al 5% dell’Iva di alcuni beni di prima necessità come carne, pesce, latte e riso, e l’aumento del limite Isee dagli attuali 12000 euro a 30000 per rientrare nella categoria di coloro che possono usufruire del bonus energia….

Continua a leggere …

GUARDIAMO AL DEF CON REALISMO PER FAMIGLIE E IMPRESE

Dobbiamo guardare a questo DEF con realismo perché la situazione di famiglie e imprese è molto difficile: carenza di Materie Prime (siamo il secondo paese manifatturiero d Europa), crisi energetica (quando faremo un piano energetico nazionale serio, prevedendo il nucleare come fonte green?), inflazione galoppante (che aggredisce particolarmente i giovani, erodendo le loro possibilità economiche) e una coesione sociale che rischia di sfaldarsi. Dopo 2 anni di guerra al virus la politica non può lasciare famiglie e le imprese…

Continua a leggere …

IL CENTRODESTRA RECUPERI COMPETENZA E VALORI

Se vuole tornare a governare il centrodestra deve recuperare i pilastri della propria storia: competenza e valori. Questo è il compito di Noi con l’Italia, lavorare affinché la politica possa tornare ad essere una cosa seria. Vi racconto l’incontro con il presidente Draghi e perché abbiamo bisogno di una strategia energetica nazionale coraggiosa, che faccia anche crollare l’inutile tabù sul nucleare.

Continua a leggere …

HO CONSEGNATO A DRAGHI LE PROPOSTE DI NOI CON L’ITALIA

Questa mattina ho incontrato Mario Draghi per consegnargli personalmente le proposte politiche che Noi con l’Italia ha approvato in occasione dell’ultima Assemblea Nazionale. Famiglia: è necessario estendere la platea dei beneficiari del Bonus Bollette, innalzando la soglia ISEE da 12.000 a 30.000 euro. Come farlo? Aumentando la tassa del contributo di solidarietà sugli extraprofitti delle aziende energetiche dal 10% al 20%. Welfare aziendale: includere i costi delle utenze elettriche e del gas nelle spese sostenibili tramite i benefit del…

Continua a leggere …

HO RIBADITO A CINGOLANI IL CONCETTO DI TRANSIZIONE ECOLOGICA

Al ministro Cingolani ho ricordato che la Transizione Ecologica è, appunto, una transizione. Se non è sostenibile e non è graduale, non è attuabile. Il green a tutti i costi non deve essere una nuova religione. La risposta all’aumento delle bollette non può essere solo “debito pubblico” o dire “che brava Greta Thunberg”, bisogna rimanere alleati della scienza e dei dati reali: se nel 1991-1994 producevano 21 MLD di metri cubi di gas e nel 2021 ne produciamo 3…

Continua a leggere …

UNA MOZIONE SUL NUCLEARE PULITO

Ho presentato una mozione che impegni il governo sul nucleare. Se veramente vogliamo arrivare a emissioni zero entro il 2050, bisogna essere realisti e usare tutte le fonti energetiche che rendono raggiungibile l’obiettivo che ci siamo posti, senza pregiudizi ideologici. Per questo ho presentato una mozione alla Camera dei deputati che impegni il governo a riconsiderare l’apporto che a uno sviluppo sostenibile può venire dall’energia nucleare. Non ho simpatie culturali per il nucleare, parto da fatti concreti e verificabili:…

Continua a leggere …

IL NUCLEARE DI NUOVA GENERAZIONE PER IL FUTURO DELL’ITALIA

Quando parliamo di Transizione Ecologica e di emissioni zero al 2050 dobbiamo essere realisti: allo stato attuale servirebbero 4 pianeti come il nostro per sostenerci unicamente con le rinnovabili. Francamente non mi sembra una strada percorribile. Come Noi con l’Italia vogliamo fare una proposta forte, ma concreta e seria: dobbiamo riconsiderare con urgenza lo sviluppo di centrali nucleari “di nuova generazione” in Italia. I maggiori Paesi del mondo e d’Europa (Francia, Gran Bretagna, Russia, India e Cina) stanno andando…

Continua a leggere …

Energia pilastro fondamentale del prossimo referendum costituzionale

L’energia è un pilastro fondamentale e decisivo del prossimo referendum costituzionale. Da federalista e convinto sostenitore della sussidiarietà, ritengo ci siano temi di interesse nazionale sui quali è imprescindibile l’intervento dello Stato centrale. Il settore energetico risponde ovviamente a questa logica. La competenza non può che essere dello Stato. Pensiamo, tra l’altro, ai continui conflitti tra Stato e Regioni sul tema che spesso hanno bloccato, per anni, il settore. Anche per evitare questi contenziosi è opportuno fare definitivamente chiarezza….

Continua a leggere …

Pubblicato inAttualità Tagged, Commenti disabilitati su Energia pilastro fondamentale del prossimo referendum costituzionale
Energia, Serve vero confronto tra tutti attori per nuova strategia nazionale

L’energia e’ un settore fondamentale per lo sviluppo e la crescita del Paese. Serve un confronto vero e un raccordo, che è mancato ad oggi, tra i diversi attori protagonisti in campo, Istituzioni, enti locali per aggiornare la strategia energetica nazionale. In merito Area popolare, quale componente decisiva del Governo, vuole fornire il proprio contributo attraverso seminari di ascolto con le categorie e gli addetti ai lavori. Il contributo e il momento di sintesi per il Parlamento potrebbe essere…

Continua a leggere …