AIUTIAMO L’UCRAINA AFFINCHE’ POSSA CONTINUARE AD ESISTERE

Quando ieri ho sentito dire al Senato: “Passiamo dalla diplomazia delle armi alle armi della diplomazia” mi sono cadute le braccia. Scusate, ma è un gioco di parole disarmante, semplicistico, falso. Uno slogan inadeguato per una discussione dentro il Parlamento. Davvero qualcuno può pensare che ci sia chi auspica la guerra? Quello che sta accadendo in Ucraina è diverso: abbiamo deciso di aiutare l’aggredito a resistere all’aggressore, che è la Russia se qualcuno non lo avesse ancora ben capito,…

Continua a leggere …

SERGIO MATTARELLA, UN FARO PER LA POLITICA

Il discorso del presidente della Repubblica Sergio Mattarella è un esempio di rigore costituzionale, dedizione alle istituzioni, responsabilità civile e sensibilità sociale. Un faro per la politica italiana e per tutti i cittadini. Apprezziamo e condividiamo il suo forte richiamo al ruolo dei partiti e dei corpi sociali nonché al ruolo fondamentale del Parlamento. Ho apprezzato anche il severo monito alle necessarie e urgenti riforme della giustizia le cui decisioni, talvolta – come ha detto – sono arbitrarie e…

Continua a leggere …

I GRANDI ELETTORI DEVONO POTER VOTARE IL PRESIDENTE

Lo sapete, sono un convinto Si-Vax, ma trovo che quanto di cui si stia discutendo sia indegno per una democrazia parlamentare. L’elezione del Presidente Della Repubblica non è un atto normale, è il culmine della nostra democrazia. Il voto per l’istituzione garante della nostra Costituzione. Bisogna smetterla di svilire le istituzioni e la nostra democrazia: i 1009 elettori non sono uguali, in questo specifico caso, a tutti gli altri cittadini. Siamo tutti uguali nei diritti e nei doveri, ma…

Continua a leggere …

DAL VOTO DEL DDL ZAN ARRIVA UNA LEZIONE

Dal voto del Senato di ieri sul DDL Zan arriva una lezione: non si approvano leggi sui temi etici senza un confronto serio e un dialogo costante, nel rispetto delle diverse sensibilità. Ora, consumato lo scontro, piantate le bandierine e deposto l’armamentario ideologico, torniamo a ragionare nel merito e facciamo tesoro di quanto accaduto. Si può uscire dallo stallo lavorando tutti insieme ad un testo condiviso, senza pregiudizi, perché non esiste in Parlamento nessun gruppo che ritenga accettabile alcuna…

Continua a leggere …

NON SONO D’ACCORDO CON QUELLO CHE DICI MA DIFENDERÒ FINO ALLA MORTE IL TUO DIRITTO A DIRLO

Io sono un fautore del Green Pass lo sapete, e lo sono in buona compagnia con l’80% degli italiani che si sono vaccinati: è uno strumento che ci rende più liberi, altro che limitare la libertà, ne abbiamo parlato insieme molte volte. Sono anche d’accordo con il fatto che chi lavora in questo palazzo debba averlo, compresi noi parlamentari quando andiamo in mensa, al ristorante o alla buvette. Ma non dobbiamo fare confusione: i parlamentari non vanno in aula…

Continua a leggere …

IL 57% DEGLI INCENDI È DI ORIGINE DOLOSA

Il 57% degli incendi è di origine dolosa. Appiccare incendi è un reato da vigliacchi. Dare fuoco alla propria terra è un suicidio sociale, è come tagliare il ramo su cui si è seduti. La mia risposta all’informativa del ministro della Transizione Ecologica Cingolani IL VIDEO DEL MIO INTERVENTO IN AULA SU FACEBOOK

Continua a leggere …

IL VATICANO E L’ALLARME SUL DDL ZAN

La nota ufficiale del Vaticano è l’ennesimo campanello di allarme sulle incongruenze di una legge che vorrebbe ampliare i diritti ma finisce col violare le fondamentali libertà religiose ed educative, di opinione, associazione e manifestazione del pensiero. Sui grandi temi etici, religiosi e civili serve un confronto vero e serio tra le forze politiche, non una rincorsa all’approvazione di leggi fatte solo per sventolare bandiere. Bisogna avere il coraggio di lavorare per migliorare un testo che oggi è assolutamente…

Continua a leggere …

SERVE UNA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA

Finalmente abbiamo tutte le condizioni per farla: abbiamo un ministro di grande autorevolezza e competenza, Marta Cartabia. Abbiamo un Parlamento che finalmente sembra aver preso coscienza della necessità della riforma e persino un nuovo e più maturo atteggiamento del Movimento 5 Stelle illustrato da Di Maio nella sua lettera al Foglio. Abbiamo infine anche l’utile iniziativa referendaria di Lega e Radicali, strumento formidabile per spronare il Parlamento. Dopo tutto quello che abbiamo visto in questi anni ora non possiamo…

Continua a leggere …

PROPOSTE PER IL PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA

Oggi alla Camera è iniziata la discussione generale sul famoso PNRR, il Piano nazionale di ripresa e resilienza che attuerà il Recovery Plan in Italia. Il testo originale prodotto dal governo Conte era innegabilmente scritto male, qualsiasi organo o persona che lo abbia studiato non ha potuto che confermarlo: mancava di strategia, progettualità e di una visione di insieme. Tanti piccoli progetti legati da logiche assistenzialistiche e pauperistiche di cui, la grandissima maggioranza, non avevano neanche la previsione di…

Continua a leggere …

DRAGHI VUOLE UN GOVERNO PER IL PAESE

Mario Draghi con il suo discorso ha confermato il motivo per cui da subito gli abbiamo accordato la nostra fiducia: un “governo del Paese”, senza aggettivi, cioè, per dirla con le parole del presidente della Repubblica “un Governo di alto profilo, che non debba identificarsi con alcuna formula politica”. L’unità a cui ha richiamato il Parlamento – è un dovere, ha detto – non è un di meno per la politica, comporta certo delle rinunce, ma è “un passo…

Continua a leggere …