LA CAMERA DICA SI ALLA NOSTRA MOZIONE PRO NUCLEARE

Il tema del Nucleare è troppo importante e strategico per il futuro del Paese.

Dopo due mesi di rinvii, ora è il momento di decidere: auspichiamo che il Parlamento approvi la Mozione di Noi con l’Italia che la conferenza dei capigruppo ha calendarizzato per il 7 luglio.

La nostra mozione è stata sottoscritta anche da Italia Viva e ci auguriamo che altre forze politiche si aggiungano.

Raggiungere l’autosufficienza energetica e non scaricare i costi delle crisi geopolitiche su famiglie e imprese è possibile, ma non bastano le rinnovabili, come un certo ambientalismo da salotto vorrebbe far credere, è indispensabile il Nucleare Green di ultima generazione.

Se l’Italia non farà questa scelta in tempi rapidi, si condannerà ad essere schiava di regimi autoritari e dei loro combustibili fossili, con pesanti conseguenze economiche e ambientali.

La decisione spetta al Parlamento, ma, nel caso in cui non venisse votata o approvata, siamo pronti a raccogliere le firme per il Referendum. Il quesito è già scritto ed oggi è stato convocato un ufficio di presidenza ad hoc di Noi con l’Italia per ratificare la decisione.