AIUTIAMO L’UCRAINA AFFINCHE’ POSSA CONTINUARE AD ESISTERE

Quando ieri ho sentito dire al Senato: “Passiamo dalla diplomazia delle armi alle armi della diplomazia” mi sono cadute le braccia. Scusate, ma è un gioco di parole disarmante, semplicistico, falso. Uno slogan inadeguato per una discussione dentro il Parlamento. Davvero qualcuno può pensare che ci sia chi auspica la guerra? Quello che sta accadendo in Ucraina è diverso: abbiamo deciso di aiutare l’aggredito a resistere all’aggressore, che è la Russia se qualcuno non lo avesse ancora ben capito,…

Continua a leggere …

DECRETO UCRAINA, SAPER SCEGLIERE TRA PAURA E CORAGGIO

La maturità di una classe politica nei momenti di crisi si dimostra nel saper scegliere tra il coraggio e la paura e non per la ricerca del consenso. Sono favorevole al decreto Ucraina per il contenuto puntuale dei provvedimenti, che aiutano famiglie e imprese in difficoltà per le conseguenze economiche della guerra, ma soprattutto per coerenza con la responsabilità che ci siamo assunti decidendo di aiutare gli aggrediti, gli ucraini. Ne va della collocazione internazionale del nostro Paese, della…

Continua a leggere …

IL CENTRODESTRA RECUPERI COMPETENZA E VALORI

Se vuole tornare a governare il centrodestra deve recuperare i pilastri della propria storia: competenza e valori. Questo è il compito di Noi con l’Italia, lavorare affinché la politica possa tornare ad essere una cosa seria. Vi racconto l’incontro con il presidente Draghi e perché abbiamo bisogno di una strategia energetica nazionale coraggiosa, che faccia anche crollare l’inutile tabù sul nucleare.

Continua a leggere …

VOGLIAMO UNA POLITICA ECONOMICA EUROPEA COMUNE E UNA DIFESA EUROPEA UNICA

Giuseppe Conte dovrebbe spiegarci perché da Presidente del Consiglio ha aumentato le spese militari di 2 miliardi e sottoscritto gli accordi Nato. L’avvocato del popolo ha qualche problema nel suo movimento? Per quanto riguarda l’aumento dei prezzi, come ho proposto ieri a Mario Draghi, spero che il Ministro Franco accolga le nostre proposte di ridimensionare l’IVA al 5% sui prodotti alimentari, già fatto sul costo della benzina, oppure, fra tutte le altre proposte, di estendere la soglia ISEE a…

Continua a leggere …

HO CONSEGNATO A DRAGHI LE PROPOSTE DI NOI CON L’ITALIA

Questa mattina ho incontrato Mario Draghi per consegnargli personalmente le proposte politiche che Noi con l’Italia ha approvato in occasione dell’ultima Assemblea Nazionale. Famiglia: è necessario estendere la platea dei beneficiari del Bonus Bollette, innalzando la soglia ISEE da 12.000 a 30.000 euro. Come farlo? Aumentando la tassa del contributo di solidarietà sugli extraprofitti delle aziende energetiche dal 10% al 20%. Welfare aziendale: includere i costi delle utenze elettriche e del gas nelle spese sostenibili tramite i benefit del…

Continua a leggere …

LA FERMEZZA È LA STRADA PER LA PACE

L’invasione russa dell’Ucraina è un attacco ingiustificato e ingiustificabile, che viola qualsiasi regola internazionale, che costringe famiglie e bambini a nascondersi nei bunker o nella metropolitana dopo l’urlo delle sirene, che riporta la guerra nel cuore dell’Europa. La risposta dovrà essere forte, nel segno dell’unità e della coesione, sanzioni dure senza ambiguità alcuna e, soprattutto, di grande coraggio, o non avrà risultati. Se le sanzioni sono l’alternativa europea alla reazione militare, dovranno arrivare subito, colpendo un ampio ventaglio di…

Continua a leggere …

CONFERENZA STAMPA DI MARIO DRAGHI

Il punto centrale della conferenza stampa di fine anno del presidente del Consiglio mi sembra il suo continuo e costante richiamo alla centralità del Parlamento e delle forze politiche lì rappresentate. Non si vedono le ragioni per cui la responsabilità che ci siamo assunti a febbraio scorso di sostenere politicamente il governo Draghi debba venire meno e non possa continuare di fronte agli appuntamenti e agli impegni che il prossimo anno ci mette davanti. Dovrebbe far piacere a tutti…

Continua a leggere …