SI FACCIA IL POSSIBILE AFFINCHÉ QUESTA GUERRA FINISCA CON IL RITIRO DELLA RUSSIA

Noi siamo per la pace, ma di fronte a una aggressione intollerabile scegliamo di difendere chi viene aggredito. Noi siamo per il dialogo sempre e comunque, ma non siamo equidistanti: scegliamo di stare dalla parte del popolo ucraino perché siamo dalla parte di chi vuole costruire un mondo più giusto e più umano.
San Giovanni Paolo II disse che la verità è la forza della pace, e che la non-verità va di pari passo con la causa della violenza e della guerra. Noi dobbiamo avere il coraggio di dire che oggi c’è un aggredito e c’è un aggressore e che un aggressore non ha mai giustificazioni. Noi oggi abbiamo il dovere di dire questa verità contro tutte le forme di rifiuto, di disprezzo, di deformazione della verità. Contro la propaganda, contro la manipolazione dell’informazione.
Come italiani ed europei oggi noi dobbiamo avere il coraggio di dire che non possiamo voltarci dall’altra parte, proprio perché ripudiamo la guerra. Si faccia il possibile affinché questa guerra finisca con il ritiro dell’aggressore.