fbpx
EMA: Sorte avversa, ma gran lavoro di squadra.

Agenzia europea per i medicinali : Sorte avversa, ma gran lavoro di squadra. Peccato che a decidere sulla sede dell’Agenzia del farmaco europea sia stato un sorteggio, ma l’essere arrivati alla scelta finale alla pari con Amsterdam, data favorita fin dall’inizio, è un riconoscimento del gran lavoro di squadra fatto dal Governo dalla Regione Lombardia e dal Comune di Milano. Ci si è mossi in Europa finalmente senza divisioni, c’è il rammarico della sorte avversa, ma il metodo è…

Continua a leggere …

Pubblicato inAttualità Tagged,, Commenti disabilitati su EMA: Sorte avversa, ma gran lavoro di squadra.
Portare la sede dell'Ema a Milano è un obiettivo del sistema paese

La visita del premier Paolo Gentiloni la settimana prossima a Milano per promuoverne la candidatura a sede dell’Ema «Conferma l’impegno del governo, delle istituzioni (Regione e Comune) e delle associazioni (Assolombarda in primis), a sostegno di questo obiettivo, che non è solo di una parte ma investe il sistema-Paese». «Già con l’Expo -ricorda il parlamentare milanese- questo sistema ha dimostrato la capacità di saper costruire, organizzare, ospitare, anche grazie alla qualità delle infrastrutture. Sarà una battaglia difficile, ma Milano…

Continua a leggere …

Pubblicato inAttualità Tagged, Commenti disabilitati su Portare la sede dell'Ema a Milano è un obiettivo del sistema paese
15MLN PER FABBRICA DUOMO RISULTATO IMPORTANTE

Roma, 24 nov. (AdnKronos) – “Piena soddisfazione per l’approvazione dell’emendamento che istituisce un fondo triennale di 15 milioni di euro a favore della Veneranda Fabbrica del Duomo. Con questa misura i cantieri non saranno fermati come paventato e sarà possibile far proseguire i lavori già avviati nel 2014 in vista di Expo. Sono fermamente convinto del fatto che fosse un dovere del governo impegnarsi per il Duomo di Milano, un simbolo non solo della città e della cristianità, ma…

Continua a leggere …

I Lumbard? Solo un pezzo dell'alleanza- Intervista a Repubblica Milano

MAURIZIO Lupi, capogruppo alla Camera di Area popolare e leader di Milano popolare, lei dice che la sinistra è nervosa, ma a giudicare dai battibecchi anche la destra non è messa bene alla vigilia del ballottaggio. «Se si riferisce a Maroni ed Albertini, la forza di Gabriele è anche che dice sempre le cose che pensa, ma la coalizione ha dimostrato di essere compatta». Parisi, però, a volte sembrava voler dare ragione a qualunque alleato parlasse con lui. «Non mi…

Continua a leggere …

Milano laboratorio, dimostra che proposta credibile antidoto a populismi 

 “Se Parisi vince, come io credo, sarà un segnale importante non solo per Milano e può indicare una strada. Fa bene anche a Renzi e alla democrazia avere un’alternativa credibile”. ‎ Così Maurizio Lupi, capogruppo di Area popolare, ospite de L’Aria che tira. ‎”Milano può essere un laboratorio e ha già dimostrato che gli estremismi non si combattono demonizzandoli, ma offrendo una proposta moderata e concreta. Neanche Sala – prosegue Lupi – muove più l’obiezione che la coalizione a…

Continua a leggere …

Nella città del futuro famiglie e terzo settore tornino le priorità – Intervista a Il Giornale Milano

Siamo arrivati al giorno del voto. Maurizio Lupi, capolista di Milano popolare, come trascorrerà questa giornata di attesa? «Sarò a Milano. E questa sera ospite a Porta a Porta». A chi vuole rivolgere l’ultimo appello?  «Mi rivolgo ai milanesi moderati, a quella maggioranza di cittadini che si rimboccano le maniche. So che sono delusi dalla politica. Proprio a loro dico che con Stefano Parisi abbiamo fatto in modo di scegliere il sindaco migliore e non il meno peggio». Che…

Continua a leggere …

Lega all'attacco? La linea la detta Parisi – Intervista al Giorno

Maurizio Lupi, capolista di Milano popolare alle elezioni comunali, sostenitore della candidatura a sindaco di Stefano Parisi, Renzi martedì ha detto a Sala e al centrosinistra milanese: «Avete, anzi abbiamo un rigore da tirare. E chi si intende di calcio sa che un rigore lo puoi solo sbagliare, perché se lo tiri bene non c’è portiere che lo pari». Cosa risponde? «Rispondo anch’io con una metafora calcistica al presidente del Consiglio, che è tifosissimo della Fiorentina. Forse Renzi ha…

Continua a leggere …

Con referendum si conclude nostro percorso 

 Da ottobre si dovranno rivedere ragioni dello stare al Governo  (ANSA) – MILANO, 28 MAG – Con il referendum costituzionale di ottobre “si conclude un pezzo del nostro percorso. Abbiamo sostenuto questa legislatura proprio per fare le riforme, cambiare l’Italia e portarla fuori dalla crisi. Ad ottobre con il referendum si conclude l’obiettivo che avevamo, quindi fare un tagliando vuol dire che da ottobre 2016 si dovranno rivedere con un confronto le ragioni dello stare al Governo, cosi’ come…

Continua a leggere …

Alleati per Parisi. Ma la destra di Salvini non può stare con noi – Intervista al Corriere della Sera

Matteo Salvini lancia dal Corriere della Sera la sfida a Stefano Parisi: «Vediamo se sul referendum vorrà stare con l’Italia libera o quella schiava». Maurizio Lupi, capogruppo alla Camera di Ap e capolista di Milano Popolare alle amministrative, la respinge seccamente al mittente. Perché «se vincerà Parisi, come credo e mi auguro, sarà lui a comandare, senza condizionamenti della vecchia politica». E perché, nel merito, non si può fare del referendum un’ordalia: «Sarà una scelta tra l’immobilismo e la…

Continua a leggere …