IL NUCLEARE DI NUOVA GENERAZIONE PER IL FUTURO DELL’ITALIA

Quando parliamo di Transizione Ecologica e di emissioni zero al 2050 dobbiamo essere realisti: allo stato attuale servirebbero 4 pianeti come il nostro per sostenerci unicamente con le rinnovabili. Francamente non mi sembra una strada percorribile.
Come Noi con l’Italia vogliamo fare una proposta forte, ma concreta e seria: dobbiamo riconsiderare con urgenza lo sviluppo di centrali nucleari “di nuova generazione” in Italia.
I maggiori Paesi del mondo e d’Europa (Francia, Gran Bretagna, Russia, India e Cina) stanno andando in questa direzione, con impianti che entreranno in funzione dal 2024; inoltre la società Commonwealth Fusion Systems (CFS), partecipata da un importante gruppo italiano e dal Mit di Boston, ha condotto con successo il primo test di un supermagnete che punta a contenere e gestire la fusione nucleare di deuterio e trizio, un passo importante verso la produzione di “energia atomica pulita”, l’unica che possa REALISTICAMENTE contribuire in maniera concreta all’abbandono delle fonti fossili, senza costi esorbitanti per i cittadini.
L’Italia non può continuare a rimanere indietro, restando a guardare gli altri Paesi investire sul futuro per poi rivenderci a caro prezzo i risultati delle loro politiche.
Siamo un grande Paese e abbiamo alcune tra le migliori menti del mondo: dobbiamo tornare ad investire nella scienza per riportare le aziende italiane in progetti innovativi.